Chiudi

La dama vestita di nero

Chiudi
svg

La vicenda

A Prato sorge un magnifico teatro, inaugurato maestosamente nel settembre 1830, con l’opera in 2 atti di Gioachino Rossini “Aureliano in Palmira”. Da allora strane testimonianze si sarebbero susseguite negli anni. Presenze, rumori, apparizioni. E credo che il Dott. Masti, autore di questo scritto risalente al 2006, sia stato ispirato proprio dalla quantità e dalla elevata affidabilità dei testimoni.
Ho più volte visto una figura di donna vestita di nero passare da una stanza all’altra dell’appartamento, appare dal nulla per poi scomparire misteriosamente.

― MARINa, una testimone

Una figura femminile di età matura, della quale si distinguono i tratti del volto e i vestiti: un abito  di colore nero con sopra uno scialle.

La sensazione di presenza come anche altri dettagli sembrano essere molto simili in varie testimonianze anche tra soggetti estranei tra loro.

Marzo 2020

Ho personalmente contattato il Teatro Metastasio tramite email e mi è stato confermato da un componente del suo staff che la storia “del fantasma” è molto nota ai suoi lavoratori anche se eventuali approfondimenti sono stati rinviati ad un periodo migliore.

 

Agosto 2020

Una mia nuova richiesta di contatto, purtroppo, non ha mai ricevuto risposta.

Contenuti Extra

Note e bibliografia

ASCOLTA L'EPISODIO ATTRAVERSO IL PLAYER A FONDO PAGINA O SULLE SEGUENTI PIATTAFORME

svg1 minuto

Enzo Barone

«Ci sono molte buone ragioni per avere paura del buio.» - Fright Night, 1985