Chiudi

Un cambiamento radicale

Inverno 2000. Seduto davanti ad un vecchio AST Bravo del 1998, maturai l’idea di raccogliere in unico sito web questa mia enorme passione. Desideravo, infatti, realizzare una sorta di archivio personale, di catalogo online, allo scopo di “salvare” la mole di articoli di giornale che raccoglievo periodicamente (questa morbosa passione non è mai passata).

Fu così che, nel marzo 2001, pubblicai ciò che inizialmente erano poche pagine, intestate ad un fantomatico gruppo di ricerca denominato C.R.I.P. (non esisteva ancora il virus dei ghost hunters arrivato in Italia per via del canale televisivo AXN Sci-Fi).
Erano anni in cui cominciavano a fiorire i primi siti web amatoriali ed il web era davvero un posto bellissimo, pieno di sincera condivisione, di voglia di apprendere e di fermento.

Niente social. Zero bisogni di likes. Lo spirito che muoveva tutto, e che fu anche il mio, era la sincera condivisione di materiale per conoscere altri appassionati, al solo scopo di confrontarsi su quelli che prima furono le BBS (Bulletin Board System) e successivamente i forum.
Fu in questa atmosfera che attivai il mio primo dominio gratuito su Digilander, una piattaforma di Libero che permetteva di pubblicare un sito web.

Ricordo che scelsi un dominio dalla lunghezza impronunciabile.

 

Cominciai con il creare così una sorta di dizionario enciclopedico dei fenomeni, includendo una raccolta di notizie.

Da lì in poi, la voglia di fare comunità e di incontrare altri appassionati per poter parlare di queste tematiche fu rapida ed in crescita.
Passarono pochi mesi e nel marzo 2001 la rivista Panorama Web (allegato alla rivista Panorama), pubblicò un trafiletto evidenziando il mio sito amatoriale.
In breve tempo cominciarono ad arrivare messaggi di utenti interessati.

UN AST BRAVO LC 5100 DAL WEB

Fu così che mi decisi ad acquistare un dominio che desse un po’ più di autorevolezza ma, soprattutto, che fosse facilmente individuabile.

Nacque così Paranormale.Com.

I primi anni furono un turbine di entusiasmo anche influenzato dall’enormità di tempo libero che un ragazzo in età scolare può avere a disposizione.

Pomeriggi su pomeriggi a scrivere, catalogare, conoscere nuovi utenti. Certo non sono mancati (anche nel recente passato), momenti personali di totale assenza dovuti a lavoro, famiglia o “semplicemente” ad una personale temporanea voglia di distacco.

Non lo nego.

Ma questo non ha mai affievolito la mia personale necessità di documentarmi, ricercare, interrogarmi su questi fenomeni.
In realtà, scavando a fondo dentro ciò che sento verso questo mio progetto, ho compreso che negli anni non sono mai stato capace di sentirlo mio ed ho capito che la causa era semplicemente da ricercare, in parte, dentro me.

 

Per molto tempo, ho avuto l’immagine mentale di Paranormale.Com come di una casa diroccata, abbandonata dal suo proprietario. Ed in realtà lo è stato.

Questo è uno dei motivi di questo articolo: archiviare ciò che è stato (ma senza dimenticarlo) per guardare a ciò che sarà, allo scopo di scrivere ciò che personalmente imparo, ricerco, studio, scopro ed incontro.

Nel tempo, inoltre, è venuto meno anche il mio bisogno di confrontarmi con altri o di dire pubblicamente ciò che apprendevo, pensavo o raccoglievo e pensandoci bene, tutto ciò non è stata una buona mossa perché facendo così, ho perso la possibilità di conoscere tante persone mosse da una genuina passione come la mia. Ma, come dicevo, il passato è passato.

Questo non toglie che negli anni io abbia conosciuto tantissime belle persone e condiviso con loro tante piacevoli discussioni e riflessioni sul mondo dell’inspiegabile.

 

Forse è stata la soglia dei “quaranta” a farmi riflettere, servendomi la dimostrazione che se sei una persona leale, rispettosa e soprattutto se sei te stesso, se mostri senza alcun timore qualcosa a cui tieni, non potrai fare altro che attrarre persone mosse dal tuo stesso spirito.

Ed infatti, nel dicembre 2018, ho lanciato il progetto ‘Cronache dall’altro mondo‘, un podcast che mi ha donato nuova linfa ed un rinnovato entusiasmo verso queste tematiche a me tanto care.

“Il fascino dell’ignoto domina tutto.”

― Omero

Tutto è partito dopo una breve esperienza radiofonica all’interno della rubrica settimanale Paranormal City in onda su M2O (esperienza alla quale dedicherò un articolo a parte).

Scopo della rubrica era illustrare casi inspiegabili ma, paradossalmente, approcciando alle ricerche, sembrava che il web conoscesse solo storie verificatesi all’estero.

Cominciai a legarmi la cosa al dito e fu così che promisi a me stesso di ricercare e catalogare storie esclusivamente accadute in Italia.

Se storie inspiegabili e fenomeni paranormali avvengono ovunque, io preferisco trovarli qui.

Da lì, nacque l’idea del podcast ‘Cronache dall’altro mondo’.

Con oltre 300.000 ascolti e più di 10mila followers solo su Spotify, il podcast ‘Cronache dall’altro mondo’ mi ha riavvicinato straordinariamente alle ricerche che tanto ho amato ed amo.

Ma arriviamo alla conclusione di questo articolo, tra rievocazione storica e messaggio di benvenuto:

il mese di maggio 2021 vedrà un anniversario per me importantissimo:

20 anni di Paranormale.Com. Cosa he può darmi qualche brivido se penso che qualche lettore o mio ascoltatore, non era ancora nato nel maggio 2001.

20 anni di soddisfazioni, errori, dedizione, timori, ricerche, allontanamenti e passione.

E allora, con tutto l’affetto che provo nei confronti di questo progetto e di chi ne ha fatto e ne fa parte, voglio pubblicamente fare gli auguri a Paranormale.Com, ringraziandovi tutti.

Avanti, per altri 20.

Grazie allo straordinario servizio ‘Wayback Machine’ spesso ho visitato vecchie versioni di Paranormale.Com. Vi lascio il link nel caso voleste curiosare:

http://bit.ly/paranormalecom-waybackmachine

svg7 minuti

Enzo Barone

«Ci sono molte buone ragioni per avere paura del buio.» - Fright Night, 1985

Leave a reply