Chiudi

La battaglia della parapsicologia per internet: un’analisi critica del problema Wikipedia

Liberamente tradotto dalla versione originale in lingua inglese presente qui: The University of Northampton. Tutti i diritti riservati.

 

Claire Murphy-Morgan¹, MSc, Robert McLuhan², BA, BLitt, & Callum E. Cooper³, PhD
Northumbria University Newcastle¹, Independent Researcher², University of Northampton³

 

La parapsicologia è lo studio di esperienze e abilità che, se sono come sembrano, attualmente non sono riconosciute dalla scienza ortodossa (Irwin & Watt, 2007). Le aree chiave includono le esperienze psichiche (psi) come ESP (telepatia, chiaroveggenza e precognizione), la psicocinesi e i fenomeni suggestivi della sopravvivenza post-mortem (Parapsychological Association, 2021; Society for Psychical Research, 2021). Si tratta di una scienza altamente sofisticata condotta da professionisti qualificati, tra cui psicologi e fisici, che sono impegnati nella rigorosità scientifica. Tuttavia, rimane controversa poiché i suoi fenomeni potenzialmente sfidano il paradigma materialista (Sheldrake, 2013; Vernon, 2021).

Wikipedia rappresenta un problema particolare per la parapsicologia. Essendo l’enciclopedia online più utilizzata (Medelyen et al., 2009), spesso compare in cima ai risultati di ricerca di Google. Ciò significa che le sue pagine sui temi della parapsicologia sono più visibili di qualsiasi altra fonte. A partire dal 2010, gli articoli originariamente creati da esperti in materia sono stati riscritti da individui anonimi che sono ostili alla parapsicologia (Skeptical-About-Skeptics, 2021).

Guerrilla Skepticism on Wikipedia è un gruppo fondato da Susan Gerbic con la missione auto-descritta di promuovere “skepticismo scientifico”. Nel 2019, ha riferito che aveva 144 editor che avevano lavorato su quasi 900 pagine Wikipedia (Hitt, 2019). Questi e altri editor non affiliati pattugliano le pagine, comprese quelle sui temi della parapsicologia, per assicurarsi che riflettano un punto di vista scettico (argomentabile cinico) (Weiler, 2020).

Gli scettici professionisti forniscono quasi tutte le citazioni negli articoli di Wikipedia (a differenza di poche fornite dai parapsicologi). Alcuni dei più noti sono Martin Gardner, Ray Hyman, James Alcock, Michael Shermer, Richard Wiseman e Susan Blackmore. Molti sono o erano affiliati al Committee for Skeptical Inquiry, un gruppo di advocacy che fa campagne contro la parapsicologia e altre credenze “di nicchia”.

Il pregiudizio è diffuso in queste voci di Wikipedia. Viene data un’enfasi esagerata alle affermazioni non provate di frode e alle contestazioni metodologiche infondate. La pagina “Parapsicologia” inizia con la dichiarazione che essa è “considerata una pseudoscienza” (spesso sulla base di una singola opinione) e respinta dalla “vasta maggioranza dei ricercatori mainstream”, nonostante la sua rigore metodologico ed espressioni di interesse pubblicate da numerosi scienziati ben noti, compresi i vincitori del premio Nobel (Cardeña, 2015). E ciò accade senza fare riferimento alle opinioni raccolte sulla questione (McClenon, 1982; Padgett, Benassi & Singer, 1980). Il primo riferimento è a un recente articolo che respinge l’intera gamma di scoperte sperimentali nel campo, sostenendo che i fenomeni psi “non possono essere veri” e che pertanto “i dati non sono rilevanti” (Reber & Alcock, 2019).

La resistenza è impossibile! Ai parapsicologi non viene data alcuna opportunità su Wikipedia di presentare fatti o contro-argomenti. Ogni tentativo di un editore solidale di creare un equilibrio verrà annullato, molto probabilmente entro 24 ore. La persistenza può spesso essere denunciata come “trolling” e può portare a un divieto. Gli amministratori, che dovrebbero essere arbitri imparziali nelle controversie, in pratica spesso si schierano con questi editori, che da spettatori della parapsicologia condividono sentimenti reciproci nei suoi confronti che si riflettono nel loro comportamento online (Weiler, 2020).

Perché ciò è importante?

La portata globale di Wikipedia assicura che le persone che cercano informazioni sulla parapsicologia siano scarsamente informate. Non fornisce loro solo informazioni parziali, inaccurate e di parte, ma probabilmente li scoraggia dal cercare fonti alternative. Questo ha anche un impatto sulle nuove generazioni di studenti che spesso si fidano di tali fonti senza essere consapevoli dei motivi per essere scettici riguardo alle fonti online.

Cosa può essere fatto?

Le persone che simpatizzano per la parapsicologia come impresa scientifica possono contribuire a promuovere una comprensione più accurata dei suoi risultati:

  • Gli insegnanti, gli studenti e altri sono incoraggiati a fare riferimento alla Psi Encyclopedia, una risorsa online che contiene informazioni dettagliate, equilibrate e aggiornate su una vasta gamma di argomenti di parapsicologia.
  • Da parte loro, i parapsicologi continueranno a presentare prove della parapsicologia come disciplina di rigore empirico (ad esempio, Cardeña, 2018; Roe, 2018; Vernon, 2021).
  • Nei forum online e altrove, i sostenitori possono reagire ai critici espliciti, spingendoli a dimostrare di essersi familiarizzati con gli studi recenti nel campo.
  • Quando possibile, dovrebbero sfidare l’anonimato degli editor di Wikipedia e esortarli a consentire la creazione di opinioni più equilibrate (Weiler, 2020).

Riferimenti

Cardeña, E. (2015). ‘Eminent People Interested in Psi’. Psi Encyclopedia.
Cardeña, E. (2018). The Experimental Evidence for Parapsychological Phenomena: A Review. American Psychologist, 73, 663-677

Hitt, J. (February 26, 2019). ‘Inside the secret sting operations to expose celebrity psychics’. The New York Times Magazine. Archived from the original on February 26, 2019.
Irwin. H.J., & Watt C. A. (2007). An Introduction to Parapsychology (5
th ed.). McFarland.
Medelyen, O., Milne, D., Legg, C., & Witten. I. H. (2009). Mining meaning from
Wikipedia. International Journal of Human Computer Studies, 67, 716-754.
McClenon, J. (1982).

A survey of elite scientists: Their attitudes toward ESP and parapsychology. Journal of Parapsychology, 46, 127-152.
Padgett, V.R., Benassi, V.A., & Singer, B.F. (1980). Belief in ESP among psychologists.
Skeptical Inquirer, 5 (1), 47-48.
Reber, J.S., & Alcock, J (2019) . Why parapsychological claims cannot be true. Skeptical Inquirer, 43 (4), 8-10.
Roe, C.A. (2018). PA Presidential Address 2017: Withering Scepticism. Journal of Parapsychology, 81, 143-159.
Sheldrake, R. (2013 / 2020). The Science Delusion. Coronet.
Weiler, C. (2020). PSI Wars: Ted, Wikipedia and the Battle for the Internet (2
nd ed.). White Crow Books
Vernon, D. (2021) Dark Cognition. Routledge
https://en.wikipedia.org/wiki/Parapsychology
http://skepticalaboutskeptics.org
https://www.spr.ac.uk
https://www.parapsych.org/home.aspx
https://psi-encyclopedia.spr.ac.uk

svg7 minuti

Enzo Barone

«Ci sono molte buone ragioni per avere paura del buio.» - Fright Night, 1985