Chiudi

Video sulla piccola Chiara.

  • Questo topic ha 21 risposte, 5 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 3 anni, 1 mese fa da Anonimo.
Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 22 totali)
  • Autore
    Post
  • #24204
    Anonimo
    Inattivo

    Ciao a tutti, scrivo per avere, se possibile, una vostra opinione in merito a questo video:
    https://www.youtube.com/watch?v=y_InLB2xRoc

    Si tratta di metavisione, sulla quale ricordo che ci siamo già espressi in un’altra discussione nella quale io per prima ho manifestato scetticismo, forse perché imputo la presenza dei “volti” essenzialmente alla pareidolia oppure alle chiacchiere di alcuni pesonaggi poco credibili che ne hanno fatto un mezzo per ricavarne un qualche vantaggio. Questo video però mi ha colpito. Se si tratta di pareidolia, è una “coincidenza” abbastanza impressionante. Ho sbirciato anche sul canale del protagonista del video (Gabriele Costanzo) e… bo’, ad occhio e croce non mi sembrerebbe uno in cerca di visualizzazioni a tutti i costi (anche se comunque non lo conosco, quindi non lo so…). Potreste dare un’occhiata al video e dirmi che ne pensate? Qualcuno di voi nel frattempo ha provato a “sperimentare” al riguardo oppure ha in animo di farlo? Grazie a tutti e un saluto

    #77410
    Anonimo
    Inattivo

    Transcomunicazione strumentale video…difficile esprimersi. Anche perchè l’ aldilà, le dimensioni parallele, le emanazioni eteriche dell’ anima etc. qualcuno più sensibile avverte in maniera metafisica soggettiva, qualche volta anche con sensazioni comuni, ma differente rispetto a questa pratica. Io penso peró che ci siamo alquanto vicini, bisognerebbe sperimentare di più e mettere a punto, provare e riprovare fino a quando non si hanno prove tangibili, oggettive ed inconfutabili…

    #77416
    Anonimo
    Inattivo

    Avevo già visto questi esperimenti e la cosa mi sorprende alquanto. La spiegazione più immediata sarebbe quella della pareidolia visiva (cui accenna anche lo stesso Costanzo, come possibilità d’errore), ma alcuni volti portati come esempio mi sembrano così dettagliati da rendere la spiegazione della pareidolia un po’ difficile, anche se non impossibile, da sostenere. Porto un esempio tra quelli che mi hanno colpito di più:

    [attachment=1602]metavisione.JPG[/attachment]
    E’ vero che Costanzo avrà passato ore ed ore a rallentare le riprese effettuate e ad andare fotogramma più avanti, fotogramma più indietro al fine di “individuare” o “formare” possibili visi. Però se il materiale che si presenta non è modificato ed i pixel formano tale immagine anche solo per un istante, resta comunque qualcosa di notevole. Che ne pensate?

    #77423
    Anonimo
    Inattivo

    Notevole è notevole, non lo metto minimamente in dubbio… come del resto molte altre pareidolie delle quali siamo certi essere tali

    #77411
    Anonimo
    Inattivo

    Ciao ragazzi, grazie. Sì, ovviamente queste cose vanno prese sempre con la dovuta cautela e, inoltre, la possibilità della pareidolia, soprattutto nel caso della metavisione, è sempre dietro l’angolo (poi io tra l’altro mi sono sempre chiesta: perché a “materializzarsi” dovrebbero essere sempre dei “volti” e non una mano, un busto o una gamba ecc?).

    Però, dato che a quanto pare finora non è stato ancora possibile ottenere prove certe, oggettive e inconfutabili dell’esistenza di altre dimensioni, nel caso specifico si potrebbe provare a fare un discorso di probabilità.

    Valle, indubbiamente anche io sono rimasta molto colpita dal volto che hai notato tu (perché a me sembra un volto troppo ben definito per essere casuale), ma più ancora proprio da quello di Chiara, in quanto abbiamo come “termine di paragone” una sua foto in vita. Diciamo che, per quanto mi riguarda, anche se non avessi visto la foto in vita, avrei lo stesso “immaginato” quel tipo di volto (o qualcosa di molto simile a quel volto), senza troppi sforzi di immaginazione. Osservando, poi, le due immagini a confronto, anche la distanza fra gli occhi e fra occhi, naso e bocca sembra coincidere… : tenerezza

    Quindi mi chiedo: quante probabilità c’erano che una serie di “macchie” casuali potessero andare a formare proprio quell’immagine “pareidolitica” tanto somigliante al volto di Chiara e, per di più, in una “posa” tanto simile ad una sua foto? Correggetemi se sbaglio, ma secondo me davvero pochissime probabilità…

    #77428
    Anonimo
    Inattivo

    Non credo che siano così poche, proprio perché l’immagine formata non è il volto di Chiara. Non ha i suoi colori, non ha i suoi contorni, non ha la sua definizione. E’ comunque un’immagine che ci si avvicina e completiamo noi con la nostra testa, e sono sicuro che si avvicina tanto al volto di Chiara quanto si avvicina al volto di chissà quante altre persone, magari e probabilmente ancor più che a quello di Chiara.

    #77430
    Anonimo
    Inattivo
    ParanormalStudio Emiliano wrote:
    Non credo che siano così poche, proprio perché l’immagine formata non è il volto di Chiara. Non ha i suoi colori, non ha i suoi contorni, non ha la sua definizione. E’ comunque un’immagine che ci si avvicina e completiamo noi con la nostra testa, e sono sicuro che si avvicina tanto al volto di Chiara quanto si avvicina al volto di chissà quante altre persone, magari e probabilmente ancor più che a quello di Chiara.

    Come non è il volto di Chiara? :scratch:

    #77431
    Anonimo
    Inattivo

    Sempre ipotizzando che davvero si tratti di immagini non create ad arte, l’immagine non è comunque la stessa. Sono sicuro che potresti trovare tra le miliardi di persone che abitano questo pianeta un altro profilo sorprendentemente combaciante all’immagine indefinita sulla destra. Quante persone senzalegami di sangue risultano sorprendentemente simili poste l’una vicino all’altra senza bisogno di rendere l’immagine indefinita? Nella mia vita ne ho conosciute due di questi casi (quindi 4 persone) che, senza alcun tipo di parentela, che non erano solo vagamente somiglianti ma davvero confondibili. In un caso tra l’altro l’ho detto alla persona che conoscevo e quindi è andato a conoscere il suo “sosia”, è stato divertente.

    Quindi quello che sostengo è che data un’immagine in parte indefinita, la somiglianza “precisa” si può trovare con più di un volto. E questo può accadere anche in questo caso specifico sempre che appunto non sia così sorprendente per qualche montatura del tutto. Semmai dovreste pensare che a troppa somiglianza si casca in errore: se davvero ci fosse un’entità in un disturbo video, si presenterebbe nella stessa identica posizione della foto che si ha per paragone? Si mette in posa? Poco credibile. O se esegue i medesimi movimenti di un video di riferimento… poco credibile. Quindi attenzione anche ai confronti troppo chiusi, potrebbero proprio essere la prova dell’inganno (voluto da un millantatore o non voluto dalla nostra mente).

    #77412
    Anonimo
    Inattivo

    Certo, naturalmente bisognerebbe prima di tutto poter escludere che si tratti di un millantatore. Su questo sono d’accordo, come pure sul fatto che ognuno di noi probabilmente avrà uno o anche più sosia da qualche parte.

    Sul resto non lo so, perché si potrebbe anche concedere il beneficio del dubbio e provare ad immaginare la faccenda da un altro punto di vista. Potrebbe anche darsi che l’autore delle sperimentazioni, anziché partire da una foto per arrivare ad una immagine in metavisione, abbia seguito la procedura inversa, e cioè: solo dopo aver “ottenuto” l’immagine in metavisione e notata la somiglianza con Chiara, sia andato a scartabellare tra tante foto della bambina e ne abbia trovata una simile all’immagine… E qui, lo dobbiamo dire, è una bella coincidenza che fra tante possibili immagini pareidolitiche, si sia venuta a creare una molto somigliante a Chiara.

    E inoltre (e qui spero di non dare l’impressione di aver troppa fantasia): poniamo (e dico solo poniamo) di voler accettare l’eventualità che quel volto sia proprio un “messaggio” di Chiara, allora questo denoterebbe una sua precisa volontà di comunicare; quindi non si tratterebbe di una “entità che si mette in posa”, bensì solo di un messaggio chiaro e leggibile, una volta tanto.

    Ovvio che queste sono solo ipotesi, fatte “pour parler”…; non cerco di convincere nessuno anche perché non sono convinta neppure io. Tra l’altro ho visto un altro video caricato sul suo canale dove l’autore invita a sentire un suono registrato in un video che secondo lui sarebbe la voce di Chiara che dice “Grazie”. Però devo dire che, pur avendo ascoltato più volte, io la parola “grazie” proprio non riesco a distinguerla. Ma qui potrebbe anche trattarsi di un suo errore di interpretazione di un suono casuale commesso in perfetta buona fede; quindi i dubbi sul volto per ora mi restano.

    #77437
    Anonimo
    Inattivo

    Io dico: perchè quella posa specifica? Che poi vattelapesca tra le foto. Se magari di Chiara trattasi ed era uscita in video, o per meglio dire si era formata in video, in una posa diversa forse manco ci avrebbe pensato fosse lei il Costanzo…ci avrebbe sperato di sicuro in cuor suo, ma l’ avrebbe annoverata tra gli altri volti anonimi. Quindi vero o meno il riferimento sta più nella posa che nei tratti…

    #77444
    Anonimo
    Inattivo

    Esattamente le stesse perplessità di Gemini ed Emiliano le ho avute io: perché la posa? Cioè, siccome Chiara aveva una foto ritratta da quell’angolazione, allora la sua comparsa nell’esperimento doveva avvenire proprio con la stessa posa ed angolazione? Mi pare piuttosto assurdo…

    #77413
    Anonimo
    Inattivo

    Be’, in effetti…

    #77451
    Anonimo
    Inattivo

    A parte il discorso “Chiara”, non c’è nessuno che abbia avuto voglia di replicare l’esperimento dei volti? A quanto pare l’attrezzatura richiesta è accessibile a tutti: uno smartphone, una TV collegata al telefono ed un computer con programma di video editing per rallentare ed esaminare i fotogrammi.
    Quasi quasi ci proverei, ma sospetto già che sia una cosa da perderci dietro delle ore…

    #77452
    Anonimo
    Inattivo

    Alla fine ero troppo curioso per non provare in prima persona. Purtroppo però, non so se sia dovuto alla qualità o velocità dello screen mirroring, ma a me sono venuti risultati completamente diversi. Solo bande verticali di tanto in tanto, non il rumore di fondo più variegato ed omogeneo visto nell’esperimento. IN pratica le immagini ottenute da me sono completamente inutili per vederci alcunché. Se qualcuno vuole provare col suo televisore ed ilsuo telefono…
    L’attrezzatura da me utilizzata è Smart TV Samsun LED, Smartphone Honor 8.

    #77445
    Anonimo
    Inattivo
    valle wrote:
    Esattamente le stesse perplessità di Gemini ed Emiliano le ho avute io: perché la posa? Cioè, siccome Chiara aveva una foto ritratta da quell’angolazione, allora la sua comparsa nell’esperimento doveva avvenire proprio con la stessa posa ed angolazione? Mi pare piuttosto assurdo…

    Però aspettate un secondo. Chiara era una familiare, quindi penso sia logico presumere che lui avrà parecchie foto della ragazzina. Perciò anche se il volto fosse apparso frontale, o di profilo, lui avrebbe trovato una foto da mostrarci per farci notare la somiglianza. Cioè, non è che il volto sia apparso tale e quale alla foto, è che lui ha cercato una foto tra le tante che corrispondesse alla posizione del volto: è l’inverso secondo me!

Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 22 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.