Chiudi

un semplice appello a voi stessi.

  • Questo topic ha 6 risposte, 4 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 13 anni, 6 mesi fa da Anonimo.
Stai visualizzando 7 post - dal 1 a 7 (di 7 totali)
  • Autore
    Post
  • #19762
    Anonimo
    Inattivo

    :biggrin:
    In questo momento, in cui ogni valore che l’uomo aveva tenuto sugli altari dei suoi ideali sembra venire calpestato o tenuto in nessun conto, è più importante di sempre che vi siano delle creature, che formino una catena di pensieri ed intenzioni la quale, all’occhio di chi vede oltre l’apparenza, è una sorta di faro che diffonde un segnale per la nuova strada che l’umanità dovrà percorrere. Parlare di evoluzione, in un simile momento, fa correre il rischio di non essere creduti: in effetti, dai fatti della vita sembra che l’umanità non sia progredita ma abbia percorso un cammino inverso. Ma tutto avviene secondo un ordine preciso, e anche quello che può apparire disordine e confusione obbedisce a una legge di equilibrio che non falla. Questo momento che l’umanità in generale sta vivendo è e segna il trapasso da una vecchia epoca a una nuova. E’ un momento di transizione, dove cadono le stampelle, gli appoggi, le grucce, i limiti entro quali l’umanità di ieri doveva muoversi, per dare respiro a più grandi, più ampi spazi. L’umanità di oggi, e più ancora del domani, si muoverà in direzioni diverse, e, quello che più conta, si muoverà in maggiore libertà. Questo cadere dei tabù, delle inibizioni, delle morali coercitive, dà l’impressione di un peggioramento nello spirito degli uomini; ma voi dovete guardare con fiducia al nuovo respiro dell’umanità; non dovete giudicare tutti gli uomini dai fatti di cronaca nera o simili che leggete ogni giorno. Di fronte a questi eccessi – pure importanti ed essenziali per le creature che li compiono, perché costituiscono l’esperienza che debbono fare – vi sono tante, tantissime creature che vivono semplicemente, modestamente la loro esistenza; forse un po’ smarrite perché non credono più alla religione, all’autorità costituita, all’onestà di chi li governa e di chi dirige la sorte dei popoli; ma che conservano nel loro intimo un’intenzione pura, un segreto anelito a qualcosa di buono e di effettivamente sanante, e attendono di credere ancora a qualcosa di veramente costruttivo. Ebbene, quando avvicinate qualcuno che ancor più vi è vicino per questo segreto anelito di cui vi dicevo, sappiatelo riconoscere, sappiate dare a questa creatura la speranza che attende. Parlate, dite che ciò che appare è un atto e una rappresentazione, che così deve essere per far scaturire nell’intimo, come reazione, un maggiore impulso e una maggiore ricerca della rettitudine, dell’onestà, questa volta non più imposte dall’esterno ma ritrovarle nell’intimo di ogni uomo.
    ciao

    #35774
    Anonimo
    Inattivo

    accipicchia marcello, che parole….ho avuto l’impressione di qualche controsenso, cioè qui come in un altro post pensi che andare controsenso, andare verso qualcosa che ci porta in un apparente stato di retrocessione e quindi non costruttivo sia la strada del rinnovamento, una strada che forse è già decisa, una fase di transizione ma mi pare di aver capito che aiuta a cercare la retta via, l’onestà!!!!!! in che modo??? cioè se l’andazzo delle cose ci fa fare cose sbagliate come ricercare la retta via, quello che chiamiamo senso dell’onesta???
    Sto attraversando anch’io un momento di stanchezza, debolezza se vuoi dovuta a molteplici fattori e non sono alla ricerca dell’onesta ma di qualcosa che appaghi il dolore che c’è i me! e credimi delle volte farei cose che sò a priori essere sbagliate…mi trattengo mi freno ma nn fa altro che aumentare il mio dolore di fondo, delle volte penso di essermi persa e lo sapevo già avevo fatto dei sogni premonitori che mi avevano messo in guardia.
    Marcello ti seguo per una prima parte ma non credo che coincida per la seconda! ……???

    #35775
    Anonimo
    Inattivo

    E’ un piacere per me rileggerti Marcello. 😉

    Nei tuoi messaggi bisogna sempre essere molto attenti… Per favore, potresti spiegarmi meglio questo punto:

    “Questo momento che l’umanità in generale sta vivendo è e segna il trapasso da una vecchia epoca a una nuova.”

    Grazie

    #35776
    Anonimo
    Inattivo

    :biggrin:

    E’ una affermazione che è basata sulla contemporaneità delle epoche e delle razze, mi è molto difficile scrivere qualcosa in breve per dare spiegazione con semplici parole ma se mi dai un pò di tempo ti rispondo senz’altro su MP, posso solo dirti che essa è in relazione con la fine di un epoca e di una razza.
    ciao

    #35777
    Anonimo
    Inattivo

    :biggrin:
    Ciao Ariete
    A presicindere che non mi piace chiamarti ariete e mi piacerebbe di più scriverti chiamandoti con il tuo nome (questo vale per tutti) Mi dispiace che non concordi con me su quello che ho scritto, ma va bene cosi, però ti devo dire che per raggiungere l’onesta interiore il dolore è una delle strade più valide se vuoi in mp con pazienza ti posto la ragione del dolore, però non in brevi parole, non ne sono capace.
    ciao

    #35778
    Anonimo
    Inattivo

    Ok Marcello, quando hai tempo mi farebbe piacere ricevere un tuo mp 😉

    #35779
    Anonimo
    Inattivo

    marcello scrivilo sul forum in publico che anche a me incuriosisce molto questa cosa della fine di un epoca e della razza…anche se lungo fa sempre piacere leggerti :thumright:

Stai visualizzando 7 post - dal 1 a 7 (di 7 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.