Chiudi

Telecinesi involontaria.

  • Questo topic ha 7 risposte, 2 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 8 anni, 3 mesi fa da Anonimo.
Stai visualizzando 8 post - dal 1 a 8 (di 8 totali)
  • Autore
    Post
  • #21946
    Anonimo
    Inattivo

    Io e la mia coinquilina ci stavamo interessando alla telecinesi, avevamo visto video, ci eravamo informati su come funzionasse e come realizzare una psiwheel. Così abbiamo deciso di metterci alla prova, abbiamo preso una gomma, uno stuzzicadenti, un pezzo di carta piegato adeguatamente e ci siamo costruiti la nostra girandolina. Per cinque minuti ci siamo messi a fissare quell’affare, poggiato sul tavolo, senza ottenere alcun genere di risultato. Scoraggiati ma non troppo ci siamo messi a chiacchierare d’altro e a farci gli affari nostri, abbandonando sul tavolo l’oggettino da noi costruito. Dopo circa un’ora però, in un momento della discussione che la mia coinquilina ha definito “particolarmente empatico” abbiamo entrambi notato la psiwheel muoversi e compiere un mezzo giro, ruotando limpidamente e perfettamente, senza movimenti lungo l’asse verticale. Ci siamo fermati e stupiti abbiamo provato a riprodurre quel movimento, soffiando, muovendo il tavolo, ma niente. La finestra era chiusa, nella stanza l’unica cosa che potesse creare dei moti d’aria era una pentola sul fuoco, a due metri di distanza, ma si trovava di fatto troppo lontana per poter avere un effetto sull’oggetto. Così abbiamo dovuto concludere che quell’oggetto si era mosso da solo.
    Ora mi chiedo, la telecinesi normalmente intesa ha già una sua logica, ma mi sembra strano la psiwheel possa muoversi da sola senza che nessuno si stia interessando ad essa.
    Che spiegazione viene data a un fenomeno del genere?

    #57805
    Anonimo
    Inattivo

    @Gnatz

    Purtroppo anche in ambito parapsicologico vale la regola della “ripetitività”di un fenomeno;anche se questa prova non è da associare a quella scientifica,poichè la scienza DEVE per forza di cose basare tutti i fenomeni su leggi fisiche e chimiche.

    La parapsicologia invece tende prima all’eventuale verifica di sussistenza di queste leggi fisiche;escluse queste allora si può analizzare un determinato fenomeno in un’ottica PSI.

    Dovreste riprovare,tu e la tua coinquilina,poichè sembra che le vostre energie siano in sintonia;se il fenomeno dovesse ripetersi allora si potrebbe tentare un approccio sul piano parapsicologico.

    N.B. Molte persone avvicinano il palmo delle mani alla psiwheel nel tentativo di concentrarsi meglio e la girandola…gira;ma questo è solo l’effetto provocato dal calore del palmo della mano,nulla di più…

    #57808
    Anonimo
    Inattivo

    Questo è chiaro, sto cercando anch’io di avere un approccio quanto più scientifico possibile al fenomeno per poterne trovare cause e spiegazioni.
    Solo che anche interessandomi all’evento singolo non riesco a trovarne una linea causale e questo mi sconvolge non poco.
    Cosa vorrebbe dire che le nostre energie sono in sintonia? E perché è stata questa sintonia l’apparente causa dell’episodio?
    Abbiamo provato consciamente a ripetere il fenomeno ma non è successo nulla..

    #57814
    Anonimo
    Inattivo

    @Gnatz

    Come scrivevo precedentemente,in parapsicologia si può cominciare a considerare un “evento” o un “fenomeno”solo dopo aver eliminato possibili cause prodotte da leggi fisiche o chimiche…

    Il mio consiglio di riprovare a ripetere l’esperimento serviva proprio per farti constatare che scientificamente esso non ha ragione di manifestarsi,dal momento che tu stesso,con un ragionamento giustamente logico ed obiettivo,hai escluso tutte le possibili cause fisiche
    che avrebbero potuto innescare il fenomeno.

    Io,in questi casi ,dopo aver escluso le possibili origini fisiche di un determinato fenomeno,non credo alla casualità ,perchè questa ,a questo punto ,non può più sussistere:deve esserci un’altra forza originata da un’altra legge non fisica che ha provocato il movimento rotatorio.

    Ed allora si aprono le ipotesi di uno studio fenomenico seguendo le leggi proprie” del mondo “della parapsicologia e dell’esoterismo…

    <>

    Per far luce su questo fenomeno,bisogna iniziare dalla consapevolezza ( per me lo è …) che intorno al nostro corpo fisico esiste un’altro Corpo o “doppio”denominato Corpo Astrale.Questo Corpo Astrale è composto di Energia Solare o Energia Cosmica.
    Detta così,questa frase farebbe sobbalzare un accademico o uno scienziato,ma addentrandosi nella conoscenza di questo Corpo invisibile se ne comprende la vastità,l’utilità,il perchè e l’importanza del sue esistere.

    Quando ho scritto che le vostre energie sono in sintonia,intendevo alludere al fatto che i vostri Corpi Astrali interagiscono senza procurarvi alcun disturbo,anzi…Ecco perchè una spiegazione possibile al movimento della girandola è che sia stato provocato proprio dall’energia dei vostri Corpi Astrali;naturalmente senza la vostra volontà cosciente…

    Naturalmente l’energia del Corpo Astrale è ben più potente…

    #57815
    Anonimo
    Inattivo

    Ci riproveremo, quella girandolina ha trovato posto fisso sul tavolo della cucina, quindi non mancheranno occasioni.
    Stranamente, per quanto scientifico (non accademico anzi tutt’altro) al corpo astrale ci credo, anche se non riesco a comprenderne i motivi fisici, da quando la mia coinquilina mi ha raccontato di aver visto l’aura di un suo conoscente, tra l’altro in una situazione molto simile a questa… ma su quest’episodio aprirò un’altra discussione.

    Quindi, di fatto, i nostri corpi astrali avrebbero interagito, in sintonia, con l’oggetto in questione o con il suo corpo astrale, spostandolo? E’ curioso come sia avvenuto solo per causa della sintonia, senza nessun processo mentale in atto inerente alla psiwheel.

    Per ora la mia ipotesi è che il nostro subconscio continuava a lavorare sulla psiwheel e che grazie a quella sintonia sia scaturito il potere, che credo in realtà sia della mia coinquilina più che il mio, di spostare quell’oggetto. Ti sembra verosimile?

    #57818
    Anonimo
    Inattivo

    Normalmente chi effettua esperimenti di telecinesi usa esclusivamente la volontà mentale;ma questa non ha la facoltà di agire” al di fuori” del proprio corpo fisico su oggetti solidi o liquidi;per veicolare la volontà mentale dirigendola su oggetti è necessario usare l’energia Astrale ed in particolare,in questi casi,l’energia denominata Energia Pranica.

    L’oggetto in questione viene “avvolto”da questa energia e controllato dalla mente.Questo è il procedimento per effettuare la telecinesi.

    Naturalmente come sempre la teoria trova molta difficoltà nella pratica;ma questo perchè la conoscenza per attingere ad energie esterne al nostro corpo fisico non è molto nota;infatti la telecinesi,la telepatia o la psicometria,sono fenomeni ritenuti di scarso interesse,non considerando che invece possono rivelarsi ottimi esercizi per il controllo e l’accrescimento di queste energie;questo vale per l’Occidente,naturalmente,poichè la scuola Orientale ha compreso l’esistenza e la conoscenza di questi processi già 5.000 o più anni fa…

    Nella maggioranza dei casi questo processo avviene purtroppo ,inconsciamente;scrivo purtroppo perchè i risultati sono sempre mediocri e il più delle volte inesistenti,così da spacciare queste possibilità al ruolo di giochi di prestigio,trucchi…

    Personalmente non considero l’inconscio una fonte dotata di energia agente sulla materia…Considero l’inconscio come un valido alleato per risolvere conflitti irrisolti causati da traumi che possono causare,se non rimossi,problemi comportamentali o psicologici di lieve o grande entità.

    #57823
    Anonimo
    Inattivo

    Questo mi fa pensare che prima di tutto bisognerebbe capire come fare a vedere l’aura…
    Quindi dovremmo avvolgere noi stessi l’oggetto con la nostra aura, o quell’oggetto ha già un’aura di suo e noi dovremmo solamente controllarla con la mente?

    L’inconscio secondo me è il mezzo per interagire con cose di altre dimensioni, forse perché per come la vedo io si trova esso stesso in un’altra dimensione

    #57830
    Anonimo
    Inattivo

    @Gnatz

    La facoltà di “vedere”l’Aura del corpo fisico si annovera nell’ambito della veggenza;la veggenza stessa ha vari livelli ,in crescendo,di percezione…Lo stesso discorso vale per la sensitività.

    La veggenza e la sensitività sono facoltà innate,non si possono acquisire con nessuna tecnica;nel caso specifico della veggenza ed in particolare della visione dell’aura,la percezione non avviene con gli organi visivi fisici;in questo caso bisogna per forza citare l’importanza e la cooperazione dei 7 centri energetici denominati Chakra:essi sono di due categorie:tre inferiori e quattro superiori

    Nel veggente e nel sensitivo è attivo e sviluppato il chakra del plesso solare.

    Tutti gli oggetti,animati ed inanimati hanno un Corpo Astrale ( che è diverso dall’aura ),praticamente tutti i 4 regni naturali…

    Controllare con la mente un Corpo Astrale è più teorico che pratico per la maggioranza dell’umanità,poichè in questo caso bisogna attingere ad un particolare tipo di Energia.

Stai visualizzando 8 post - dal 1 a 8 (di 8 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.