Chiudi

Scrittura automatica.

  • Questo topic ha 6 risposte, 6 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 3 anni, 3 mesi fa da Anonimo.
Stai visualizzando 7 post - dal 1 a 7 (di 7 totali)
  • Autore
    Post
  • #24074
    Anonimo
    Inattivo

    Salve a tutti. Premetto che io volevo provare la scrittura automatica perché mi interessa come forma di composizione Narrativa (i Simbolisti scrivevano così). Comunque, siccome il dubbio che sia legato all’al di là l’ho sempre… Condivido con voi quello che mi è uscito. Che ne pensate?

    #76066
    Anonimo
    Inattivo

    Il fenomeno della scrittura automatica andrebbe per lo più interpretato come psico-scrittura, nel senso che è noto in psichiatria e, se considerato solo in questi termini, non avrebbe niente di para-normale. Ma non è del tutto così. I risultati di psicoscrittura vengono determinati da soggetti in stato di ipnosi, di trance, leggera o profonda, ma anche del tutto in stato di veglia, dando svariate comunicazioni. In Psicologia, dicevo, viene considerato una manifestazione dell’Io profondo, inconscio. Ma tutto non si riduce alla semplice risposta individuale.

    Il fenomeno cambia divenendo di fatto paranormale, quando il soggetto scrivendo, fa comunicazioni che rivelano aspetti chiaroveggenti, premonitivi, perfino in ambito di Xenoglassia od altro, nel senso che riporta notizie di cose che non conosce affatto o di eventi futuri che in seguito avvengono, o si esprime in una lingua a lui del tutto sconosciuta, ecc. Casi questi da ascrivere indubbiamente tra le manifestazioni ESP.
    Un saluto
    PS. Deduco da quanto vedo, che quanto riporti sia scritto da sinistra a destra… Lo dico in ricordo del nostro medium che scriveva alla Leonardo… da destra verso sinistra

    #76071
    Anonimo
    Inattivo

    io quando avevp 12 o 13 anni vedevo in televisione un ragazzo della mia età che verso le 23 circa usava questa scrittura mediatica.

    COme può scrivere una persona con la caligrafia del defunto?
    il tipo andava in trance, cosi tanto che non era lui a scrivere. per forza abbiamo due posti, invece che 1 solo.
    è come se in ogni occasione chiamasse a se il fratello o sorella e si mettesse a contatto con tale defunto scrivendo cose precise e lo ribadisco cose precise non casuali.
    il foglio poi veniva fatto pervenire a casa del chiamante.
    la caligrafia cambiava sempre, io ero troppo piccolo per capire qualcosa ma ora si ho le idee chiare.
    se qualcuno entra in te, tu puoi leggere anche la tua condanna a morte che dopo non lo sai neanche, perchè chi leggeva era il tuo corpo attraverso, un’altra anima e prendendo il tuo posto, prende il tuo posto in ogni cosa per quei secondi minuti e altro.

    parlare con i fratellli defunti è parlare con qualcuno che ti accetta in ogni dove ( con quelli buoni)
    ripeto la domanda poi, per quale motivo un morto verrebbe a parlare con,te quale effetto potrebbe avere?
    il paragone d’intelligenza è


    infinito a 1

    #76075
    Anonimo
    Inattivo
    vanoli wrote:
    io quando avevp 12 o 13 anni vedevo in televisione un ragazzo della mia età che verso le 23 circa usava questa scrittura mediatica.

    COme può scrivere una persona con la caligrafia del defunto?
    il tipo andava in trance, cosi tanto che non era lui a scrivere. per forza abbiamo due posti, invece che 1 solo.
    è come se in ogni occasione chiamasse a se il fratello o sorella e si mettesse a contatto con tale defunto scrivendo cose precise e lo ribadisco cose precise non casuali.
    il foglio poi veniva fatto pervenire a casa del chiamante.
    la caligrafia cambiava sempre, io ero troppo piccolo per capire qualcosa ma ora si ho le idee chiare.
    se qualcuno entra in te, tu puoi leggere anche la tua condanna a morte che dopo non lo sai neanche, perchè chi leggeva era il tuo corpo attraverso, un’altra anima e prendendo il tuo posto, prende il tuo posto in ogni cosa per quei secondi minuti e altro.

    parlare con i fratellli defunti è parlare con qualcuno che ti accetta in ogni dove ( con quelli buoni)
    ripeto la domanda poi, per quale motivo un morto verrebbe a parlare con,te quale effetto potrebbe avere?
    il paragone d’intelligenza è


    infinito a 1

    Tutto molto chiaro Vanoli…

    #76067
    Anonimo
    Inattivo

    Vanoli, non ti offendere, ma ti rileggi dopo che scrivi? A me viene più comodo tradurre i poemi Incas…..
    Abbi volontà di renderti “almeno” comprensibile con una , seppur minima , parvenza di sintassi.
    Perché, detto tra noi, sto iniziando a sospettare, che sia tu uno spirito…….

    Inviato dal mio BBF100-1 utilizzando Tapatalk

    #76097
    Anonimo
    Inattivo
    obmurt wrote:
    Vanoli, non ti offendere, ma ti rileggi dopo che scrivi? A me viene più comodo tradurre i poemi Incas…..
    Abbi volontà di renderti “almeno” comprensibile con una , seppur minima , parvenza di sintassi.
    Perché, detto tra noi, sto iniziando a sospettare, che sia tu uno spirito…….

    Inviato dal mio BBF100-1 utilizzando Tapatalk

    :hahahaha: … :hahahaha: …scusa Vanoli, ma non posso dare torto all’amico Obmurt. Non ti offendere, probabilmente quel che scrivi sarà chiarissimo nella tua mente, ma gradiremmo una intelligibilità maggiore…il minimo sindacale per noi poveri mortali. Con affetto.

    #76068
    Anonimo
    Inattivo

    Ciao ,il sentiero rosso o camino rojo ha a che fare con i nativi americani,è il sentiero da intraprendere per diventare uomini o donne di Conoscenza.I vari solstizi prevedevano rituali particolari..e visto che si tratta di Indiani d’america la parola “stupendo” calza a pennello.

Stai visualizzando 7 post - dal 1 a 7 (di 7 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.