Chiudi

Rumore di forti sbuffate anomale tra le tapparelle in assenza di vento.

  • Questo topic ha 14 risposte, 5 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 3 anni, 5 mesi fa da Anonimo.
Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 15 totali)
  • Autore
    Post
  • #24126
    Anonimo
    Inattivo

    Mi è capitato due volte nel corso di mesi, l’ultima oggi. Se all’inizio davo la colpa al vento, con l’esperienza di oggi mi è venuto qualche dubbio in più.
    La prima volta mi è capitato la sera prima di andare a dormire. Mi sono avvinata alla tapparella per vedere se era ben chiusa e per chiudere anche la finestra, e proprio in quel momento una sbuffata anomala mi ha messa in allerta. L’ho sentita solo a livello uditivo, l’aria non mi è arrivata addosso anche se ero praticamente vicinissima. È durata per circa 2-3 secondi. Il rumore era come quello di quando fuori c’è forte vento e la corrente passa attraverso le fessure della tapparella. Sono rimasta qualche minuto in attesa, ma non ho più sentito nulla e fuori non c’era vento udibile. Di solito si sente il frusciare delle foglie quando le tapparelle fischiano in quel modo. Sono andata a dormire e non ho più sentito sbuffate.
    Oggi pomeriggio ero tranquillamente seduta in salotto e davo la schiena alla tapparella abbassata, quando ho sentito di nuovo quello sbuffo associabile al vento che fa corrente tra le fessure. Anche in questo caso ho sentito solo il rumore, questa volta ero lontana per poter sentire l’aria addosso. Ho guardato immediatamente fuori dalla porta a vetri e in giardino era tutto calmo, non c’era vento. La cosa mi ha lasciata perplessa. Ho anche pensato che potesse essersi creato un gioco d’aria per colpa di altre finestre e porte aperte, però avrebbe dovuto ripersi con più frequenza ed era uno sbuffo davvero strano. Avreste dovuto sentire, purtroppo è durato troppo poco perché avessi il tempo di prendere il telefono e registrare. Ripensandoci ancora poteva anche sembrare il rumore di un’idropulitrice, magari azionata da un vicino. Ma l’avrei risentita di nuovo, non è che uno aziona per 2 secondi il getto dell’idropulitrice per poi rimetterla via. La prima volta era anche inverno o giù di lì, e non c’erano altre finestre e porte aperte che potessero provocare correnti.
    Non sono sicura che quello che ho sentito sia vento.

    #76560
    Anonimo
    Inattivo

    In effetti se assomigliava più al getto di un’idropulitrice, non assomiglia molto al vento perché il vento ha una progressione più graduale, mentre le macchine a pressione fanno dei rumori netti. Però, pur non essendo esattamente un’idropulitrice, potrebbe essere qualcosa che qualche vicino fa e che non hai ancora scoperto. Mi vengono in mente cose come un sacco dell’immondizia trascinato, una canna dell’acqua azionata per sciacquare qualcosa, un lavabo in terrazzo che riempie una bacinella d’acqua. Ora che fa caldo, qualcuno potrebbe avere il condizionatore d’aria che per qualche strano motivo fa questo rumore, e cose simili.

    #76563
    Anonimo
    Inattivo

    Potrebbe essere che è stata davvero aria, magari più in alto in modo che non la sentissi al tatto ma solo con l’udito. Oppure come dici tu un rumore esterno, ma non penso l’idropulitrice: ok di giorno, ma prima di andare a letto che ci fa con l’idropulitrice in giardino? — Dice quello visto dal vicino passare l’aspirapolvere sul prato —

    #76561
    Anonimo
    Inattivo

    L’aspirapolvere sul prato? Ma chi tu?

    Inviato dal mio FRD-L09 utilizzando Tapatalk

    #76564
    Anonimo
    Inattivo

    Mi era caduto un bicchiere e nonostante è caduto sul prato si era frantumato; dato che sul prato ci gioca la nipotina, ho usato l’aspirapolvere per togliere eventuali schegge.

    Anche all’improbabile c’è una spiegazione razionale nascosta 😉

    PS: Nyma scusa l’OT. Ma magari anche nell’improbabilità del vicino di notte con l’idropulitrice c’è una ragione plausibile

    #76565
    Anonimo
    Inattivo

    Valle, il rumore dell’idropulitrice per come lo pensi tu forse non rende l’idea di quello che ho sentito. Io ci ho pensato sforzandomi di trovare una spiegazione razionale: non ho pensato subito “sembra un’idropulitrice”, sembrava proprio un forte vento che soffia sulla tapparella. Poi, visto che fuori non c’era vento ho pensato che magari un rumore esterno mi è giunto all’orecchio in un modo distorto e il mio cervello l’ha interpretato come vento. Non lo so, non sono convinta sull’origine del rumore. Spero mi ricapiti di sentirlo così presterò più attenzione, nonostante la brevissima durata dal fenomeno.
    La prima volta, in piena notte, non sembrava minimamente un macchinario esterno, sembrava semplicemente un forte soffio sulla tapparella. È stato strano, ho avuto come l’impressione che qualcosa di esterno volesse avvertirmi di non avvicinarmi oltre. Forse quella volta ho avuto un’illusione vista la tarda ora in cui andavo a dormire.
    Simpatica la storia dell’aspirapolvere sul prato :hahahaha:

    #76566
    Anonimo
    Inattivo

    In effetti non riesco ad associare un’ idropulitrice al rumore fischiante che potrebbe emettere il vento attraverso delle tapparelle….quello di queste macchine è un rumore idraulico e quasi metallico. Ma se l’ unica associazione che si riesce a fare è questa va bene così…vuol dire che è stato un rumore somigliante a quello di un idrogetto ed allora si escluderebbero correnti d ‘ aria provenienti dal nulla. Scusa Nyma ma abiti in un condominio o indipendente? ….

    #76567
    Anonimo
    Inattivo

    Ho detto che ho pensato all’idropulitrice cercando di sforzarmi di trovare un suono simile visto che il vento fuori era assente. Poi forse le idropulitrici di modelli diversi emetteranno anche dei suoni diversi. Quella che ho io, per esempio, all’inizio emette una specie di soffio graduale… e se si rilascia il pulsante subito, il suono va diminuendo senza che il motore crei troppo baccano. Però se questa analogia suscita tanta confusione lasciamo stare l’idropulitrice :)
    No, Gemini, non vivo in condominio. E le case dei vicini sono tutte a un minimo di 20-30 metri di distanza.

    #76568
    Anonimo
    Inattivo

    Beh, allora Nyma, nella circostanza serale/notturna il rumore da te avvertito potrebbe essere tranquillamente attribuito a qualche insetto notturno, tipo coleottero volante, che attratto dall’ eventuale luce proveniente dalle fessure cercava di intrufolarsi in casa…ma tu sostieni l’ accaduto anche di pomeriggio, ed è una bella gatta da pelare, se non vogliamo attribuire poi ad un volatile tutto il resto. Ma sarebbero troppe le concomitanze…e sempre sulle tue di tapparelle.

    #76569
    Anonimo
    Inattivo

    Ma il coleottero fa più Bzzzzzzzz che Fffffffffffff :hahahaha:

    #76570
    Anonimo
    Inattivo

    Eh, ho capito Valle :hahahaha: , bzzzz, fffff, idropulitrice…sono tutte ipotesi al limite ma nello stesso momento sono anche rumori che potrebbero ricondurre all’ accaduto, il fatto è che vattelo a capire di cosa si sia potuto trattare. Certo in circostanze di totale assenza di vento è strano quello che riporta Nyma….

    #76562
    Anonimo
    Inattivo

    Ciao Nyma, per caso hai mai sofferto di acufene? Mi è venuto in mente questo leggendo che hai sentito queste sbuffate solo a livello uditivo, senza tuttavia percepirle l’aria addosso. Leggevo proprio poco fa che il fastidio dell’acufene può appunto assomigliare ad un rumore di vento nell’orecchio.

    #76571
    Anonimo
    Inattivo

    Ricordate sempre che poi la pareidolia la fa da padrona. Ricordo il rumore che ci svegliò alle 4 di notte durante l’indagine al Museo Faggiano di Lecce durante il turno di riposo: un chiaro suono di fogli che cadono per terra. Avete presente? Immaginate una ventina di fogli A4 che cadono e si spargono per terra. Cercammo ovunque e niente, eppure ci era sembrato così chiaro. Dopo il vano controllo siamo usciti sul balconcino per prendere una boccata d’aria e riflettere e il gestore del bar poco lontano butta un secchio d’acqua per strada. Credo proprio che la nostra pila di fogli fosse l’acqua del secchio. Onomatopeicamente infatti descrivereste il rumore nel medesimo modo e infatti si assomigliava molto.

    Insomma, davvero difficile dire cosa è un suono se non se ne conosce la fonte, tanto più se ci coglie inaspettato.

    #76572
    Anonimo
    Inattivo

    Sì, quest’ultimo intervento di Emiliano è importante: tra lo stimolo uditivo e la nostra idea di ciò che rappresenti si frappone sempre una interpretazione o decodifica. Che può essere immediata e di solito ha a che fare con ciò che ci è più famigliare o ciò che più ci aspettiamo in una data circostanza.
    Per dire, se un delinquente ci punta una pistola e poi la signora in balcone sbatte le ciabatte del marito per pulirle, molti di noi fanno un bel salto e si sentono già ammazzati :)

    #76573
    Anonimo
    Inattivo

    @Dany, mi è capitato, come capita a molti, di sentire le orecchie fischiare, e niente più. Ma quando mi fischiano le orecchie sento che il rumore proviene da “dentro” l’orecchio. Quelle sbuffate invece erano chiaramente nell’ambiente esterno.

    Penso che per capire meglio se si tratta di un’illusione che sento solo io o interpretazione errata di un rumore esterno, dovrebbe ricapitarmi quando sono assieme a una seconda persona, così da poter confrontare cosa ha sentito anche l’altro.

Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 15 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.