Chiudi

Qual è il vostro gioco in scatola preferito?.

  • Questo topic ha 23 risposte, 7 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 2 anni, 5 mesi fa da Anonimo.
Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 24 totali)
  • Autore
    Post
  • #24157
    Anonimo
    Inattivo

    Io sono sempre stato un amante dei giochi in scatola e ho avuto la fortuna di poterne apprezzare il loro potenziale non essendo da subito bombardato coi giochi da pc e consolle.

    Purtroppo, come bambino, li distruggevo (e se penso che oggi un’Isola di Fuoco anni 80 è venduta anche a 500 euro e ne comprai allora addirittura 2 rompendole entrambe…). Tant’è che una decina di anni fa mi misi su ebay alla ricerca di alcuni di quei giochi e li recuperai… quelli con prezzi accessibili per lo meno.

    In quest’ultimo periodo ho scoperto una cosa che ignoravo e mi ha aperto un mondo. Se mi capita una giocheria sottomano o simile, una sbirciata ai giochi in scatola la do sempre e con tristezza mi son reso conto che affogati dalla forza del multimediale, i giochi sugli scaffali si sono ridotti solo ad alcuni dei più classici se non consideriamo quelli per bambini che hanno sempre delle novità, ma giocare ad acchiappa la gallina potrebbe sembrarmi fuori luogo. Mi son da sempre messo l’anima in pace ricordando i bei vecchi tempi e non ho nemmeno cercato più di tanto.

    E invece ho scoperto che ce ne sono una marea di giochi in scatola molto belli e interessanti… semplicemente le varie giocherie non sono più i posti dove trovarli essendo evidentemente per un pubblico un po’ più di nicchia. E i titoli che ho trovato sono tantissimi, ho trovato vari canali youtube di video tutorial per ognuno di essi e qualche decina di essi mi hanno conquistato. Certo, confronto a quelli anni ’80 sono un più complessi del “tira il dado e muovi la pedina”, sono molto più gestionali, ma preservano la loro magia. Mi si è aperto un mondo che pensavo perduto e che con il canale Hunters 12 cercheremo di portare un po’ alla volta su Youtube, non tanto come video spiegazione di regole o recensioni, quanto come live di singole partite. Alla fine la Hunters 12 era quello: divertimento e attività di gruppo. Per ora siamo a un solo video, quello di Mansions of Madness (gioco horror basato sui racconti di Lovecraft), ma contiamo di farne qualche decina in totale tra i giochi più o meno vintage che già ho, e quelli che avrò 😉 .

    Voi siete tipi da giochi in scatola? Sapevate che sottotraccia quel mondo era ancora in piedi e sfornava titoli su titoli? Se sì, quale tipo preferite? Preferite i gdr (es heroquest), i giochi di carte (es uno), i party game (es pictionary), i puzzle game (es azul), i quiz game (es. trivial pursuit), i classici a percorso (es monopoly), i gestionali (es concordia), i battle game (es risiko), o che altro?

    Per quanto mi riguarda, un gioco in scatola non riesce a dare il meglio senza una bella plancia ambientata con delle pedine da muovere, che siano caselle,i percorsi, stanze o dungeon. I vostri gusti invece?

    #76875
    Anonimo
    Inattivo

    Vediamo… Da piccoli io e i miei consanguinei (perché eravamo isolati in campagna) giocavamo spesso a “Il gioco dell’oca”. Molto carino.

    Un altro gioco interessante era “Indovina chi”.

    Ho giocato una volta a “Monopoli”, ma non dovette lasciare una buona impressione…

    Attualmente (diciamo da una ventina d’anni) preferisco i videogiochi, che mi hanno aperto veri mondi da esplorare.

    #76879
    Anonimo
    Inattivo

    A me piacciono molto i giochi in scatola.
    Da piccola andavo da mia zia, che aveva il Gioco dell’Oca, e la costringevo a giocare (purtroppo non avevo coetanei nelle vicinanze da coinvolgere).
    Altro gioco a percorso con pedine e dadi, forse poco conosciuto, che mi aveva abbastanza preso è Jonny Quest, che conservo ancora ben intatto.
    Tra i giochi di carte preferiti cito Uno, Dubito (anche se ci ho giocato solo qualche volta a scuola) e gran parte di quelli con le carte classiche (scala 40, straccia camicia, scopa, vecchia… :marameo: )
    Mi piace molto giocare anche a Dama e Tria, e tempo fa avevo iniziato a imparare gli Scacchi.
    Ah c’è stato un periodo in cui mi piaceva moltissimo Shanghai. Bello anche Mahjong, ma finora ci ho giocato solo online. E ho giocato volentieri anche a Domino, quello con le tessere vere, non di pixel.
    Probabilmente ne ho dimenticato qualcuno. Vado a vedere la partita a Mansions of Madness che mi incuriosisce :)

    #76880
    Anonimo
    Inattivo

    Il mio? La tavola ouija, ovviamente :hahahaha:

    Dai, scherzo…

    I giochi in scatola sono gran parte della mia infanzia. Altri tempi, bei tempi ormai andati, nei quali ritrovarsi in famiglia o tra amici durante una giornata piovosa per una partita di Monopoli o di Risiko era il “non plus ultra”. Ricordo con nostalgia anche il modellismo, i trenini Lima, il mitico Subbuteo e i primi videogiochi, quelli che si giocavano con la TV, tipo Pong e Breakout.

    Tornando ai giochi in scatola, a parte i due sopra menzionati, direi il classico Gioco dell’Oca, poi c’era il gioco di Paperopoli (una sorta di Monopoli in versione disneyana, ma con le sue differenze), Robin Hood, il Castello Incantato, il Gioco di Tex Willer, Scarabeo…. Poi tanti altri che purtroppo al momento non ricordo.

    Questo escludendo giochi come scacchi e dama, che non definirei propriamente giochi in scatola.

    Sono attratto anche dai Giochi di Ruolo, quelli classici con carta e penna, tipo D&D per intenderci, ma non ho mai trovato il tempo e le energie per approfondire questo argomento.

    #76881
    Anonimo
    Inattivo

    Il Gioco dell’oca era un classico di quando ero bambino con i miei genitori ed i loro amici durante le serate in compagnia.
    Ho giocato molto anche a Memory, rendendomi conto che avevo molta più memoria da bambino che ora. Ci ho riprovato con mio figlio e infatti mi batte :hahahaha:
    In tempi più recenti mi sono fatto un sacco di risate con Pictionary, veramente divertente!
    Anche Tabù!
    Mi attirano un po’ meno quelli di strategia tipo Risiko perché li ho sempre trovati “pesanti” come giochi.
    Invece da ragazzino ricordo che ero ospite, insieme ai miei genitori, a casa di conoscenti che avevano un figlio sui trent’anni che a un certo punto scende dalla sua stanza (non era stato presente durante la cena), si siede a capotavola e dice che ha una cosa da spiegare. E si mette a fare un pippone di mezz’ora su un gioco di ruolo di cui non ricordo il nome, ma forse era tipo D&D. Tutti in silenzio ad ascoltare, ma senza avere la più pallida idea di che cosa stesse parlando. Stava tentando di reclutare nuovi giocatori, ma in un contesto come quello in cui si trovava, la gente l’ha guardato come se fosse un alieno oppure uno fuori di testa! :alieno: 😮

    #76882
    Anonimo
    Inattivo

    Rispondo a tutti in un solo post, ma citare tutti è un casino quindi vado senza citazione. Ognuno o quasi dei giochi che mi avete detto mi ha suggerito qualcosa:

    Indovina chi l’avevo anche io, di certo le facce di allora (non so se i nostri erano lo stesso) erano molto meglio di quelle moderne. Riuscii a distruggere anche quel gioco… che mani.

    Sarà poco credibile, ma il Gioco dell’Oca per quanto banale a me ispirava sempre una marea di immaginazione. La casella col Pozzo, col Ponte, quella con l’edificio sull’angolo… boh, mi sembravano avventurose. Di certo poi dipende da versione a versione, voi quale avevate/avete? Se avete ancora adesso la versione con la scatola blu e l’oca disegnata con dei cerchietti colorati sul corpo, tabellone a sfondo blu e pedine di plastica a forma di oca che venivano poste in scatola su un tondo di gomma piuma… sappiate che siete in possesso di un qualcosa che bramo 😈

    Monopoli è uno di quei giochi per il quale soprattutto in periodo natalizio mi sale un’inspiegabile voglia di giocarci. Sinceramente mi chiedo perché, è un gioco davvero noioso, ripetitivo, lungo e che finisce sempre in caciara. Eppure… sarà un gioco maledetto :confused:

    Risiko l’avevo anche io, ma preferivo la versione Risiko più (Castle Risk in inglese) ambientato nella sola europa durante la prima guerra mondiale forse? Ad oggi FutuRisiko tutta la vita.

    Jonny Quest non l’ho mai sentito o visto, l’immagine non mi dice nulla, Dama e Tria erano giochi che facevo sempre con mia nonna e mia zia, mentre Shanghai e Domino sono stati due giochi che mi son ritrovato a casa nuovi più volte, ma che sono nati e morti nel cassetto: hanno il loro perché, quello che non hanno è il fascino secondo me. Al contrario di Mahjong, con le sue tesserine colorate e il loro suono… giocato però come si gioca veramente (è molto simile a scala 40), non facendo le coppie come si trova sul computer (quella modalità è l’equivalente di fare un solitario con le carte da scala). Uno direi che è un evergreen da spiaggia, lo associo all’estate.

    La ouijaboard è ora venduto in america accanto al Monopoli, sempre della Hasbro, quindi non era molto uno scherzo. the_believer sei quello che mi ha dato i titoli che non conosco. Robin Hood? Il Castello Incantato? Non conosco. Scarabeo sì, ovviamente.

    Aggiungo risposta a Valle che non c’era quando ho scritto il post :D Memory sì, giocato ma mai avuto, la mia memoria fa schifo e di conseguenza il gioco non mi pareva tanto più bello. Pictionary e Taboo non erano poi male come giochi, soprattutto Pictionary tra i due; li ho un po’ odiati perché alla fine si giocava sempre e solo a quelli. Proponevi un gioco in scatola al volo, ma chi si metteva a giocare a HeroQuest o a Brivido? Tutti votavano Taboo e…. che due palle! :hahahaha:

    #76883
    Anonimo
    Inattivo

    Emiliano, il motivo per cui ti sale un’inspiegabile voglia di giocarci quando arriva il Natale sta nei ricordi. E comunque giocarci oggi non è più la stessa cosa, secondo me… Mi sono dimenticato di citare i giochi che facevamo nella versione con carte e noci, arachidi e noccioline. Tipo sette e mezzo, dove anziché soldi si giocavano le noccioline perché ritenuto meno d’azzardo e quindi un po’ più etico :hahahaha:
    Poi l’immancabile piatto, anni dopo, in cui giocavamo a soldi, somme basse ma che poi alla fine potevano diventare anche i 50 euro a botta :confused:

    #76892
    Anonimo
    Inattivo
    valle wrote:
    Mi sono dimenticato di citare i giochi che facevamo nella versione con carte e noci, arachidi e noccioline.

    Ovviamente anche io con i miei nonni facevo la tombola con le tessere della tombola di Colombo e i chicchi di mais come segna numeri sulle caselline. Rigorosamente d’azzardo: 50 lire a cartellina, 500 il tabellone.

    #76893
    Anonimo
    Inattivo

    Emiliano, si, so che la tavola Ouija in USA è prodotta e venduta come gioco in scatola…

    Sul gioco di Robin Hood ho trovato questo video, che afferma di essere una prima parte (ma la seconda non la trovo)

    https://www.youtube.com/watch?v=OHzFG5uwsxs

    Sul Castello Incantato direi che la pagina Wikipedia è un’introduzione:

    https://it.wikipedia.org/wiki/Castello_incantato

    Ma le immagini sono tutta un’altra cosa…

    [attachment=1582]Castello_Inc01.jpg[/attachment]

    [attachment=1583]Castello_Inc02.jpg[/attachment]

    Per il resto questo è Paperopoli nella sua versione originale italiana:

    Ricordo ancora con nostalgia i mitici dollari di questo gioco da noi usati per anni e anni…

    [attachment=1584]Paperopoli2.jpg[/attachment]

    #76899
    Anonimo
    Inattivo

    Il Castello Incantato io l’ho conosciuto come Brivido, è una versione successiva come spiega questo link.

    http://curiosando708090.altervista.org/castello-incantato-dal-1972/

    E’ anche uno dei giochi che avevo distrutto, ma poi recuperato su ebay in versione inglese (Ghost Castle).

    #76900
    Anonimo
    Inattivo

    Emiliano, il distruttore :)

    Il Castello Incantato ha avuto un grande successo a quanto pare, considerate le innumerevoli edizioni e nomi con i quali è conosciuto

    #76902
    Anonimo
    Inattivo

    Emiliano, è per questo che non ti vogliono nelle indagini nei castelli. “Questi arrivano e spaccano tutto”, pensano i proprietari… :hahahaha:

    #76906
    Anonimo
    Inattivo

    Jonny Quest era ispirato a una serie TV che io non ho mai guardato. Mi sembra che mi arrivò come gioco a caso un Natale.
    Non sapevo che il vero Mahjong si giocasse tipo scale 40…

    La versione del Gioco dell’Oca che giocavo con mia zia è questa. Me la ricordo con certezza, perché in una casella c’era uno scheletro e superarlo indenne era sempre un’avventura :)

    Ecco, ho dimenticato Indovina Chi. Mi divertiva molto e ricordo che alle elementari ne facevano una versione vivente in classe.
    Ho dimenticato anche Forza 4.

    Diciamo che preferisco i giochi non troppo strategici.

    #76914
    Anonimo
    Inattivo

    No, non è quello. Quello che intendo io è questo anche se non riconosco le pedine: erano oche di plastica

    http://www.likesx.com/monopoli-edizione-40-classico-e-gioco-dell-oca/

    (scorrete le immagini della gallery)

    #76876
    Anonimo
    Inattivo

    I giochi da tavolo mi sono sempre molto piaciuti, anche se, vuoi per il poco tempo, vuoi perchè i miei amici non amano molto il genere, non ci gioco quanto vorrei.
    L’anno scorso con un gruppo di amici abbiamo rispolverato cluedo (ho acquistato anche la versione “game of thrones” :) ) ed un gioco molto carino, dixit (che vi consiglio, tra l’altro mi pare sia anche abbastanza economico).

    PS: Anche io ho distrutto l’isola di fuoco… Che scemo che sono stato :OT:

Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 24 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.