Chiudi

Premonizione?.

  • Questo topic ha 12 risposte, 7 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 5 anni, 5 mesi fa da Anonimo.
Stai visualizzando 13 post - dal 1 a 13 (di 13 totali)
  • Autore
    Post
  • #23241
    Anonimo
    Inattivo

    Ciao mi chiamo Giulia e sono nuova in questo forum mi sono iscritta sperando di trovare qualche risposta per alcune esperienze vissute. Vi parlo di una cosa che mi è successa ieri sera, sono uscita con il mio ragazzo e mi ha parlato del nonno che non si è sentito bene. A fine serata sono tornata a casa e sono andata a letto, inizio ad addormentarmi quando sento una voce che mi dice ” è l’ora della morte” era una voce femminile mi sono svegliata ma non c’era nessuno. Stamattina ho ricevuto il messaggio dal mio ragazzo e ha detto che il nonno è morto. Secondo voi può essere una premonizione?

    #67252
    Anonimo
    Inattivo

    Ciao, secondo me sei stata ipressionata e suggestionata da quello che ti ha detto il tuo ragazzo… resta pur sempre una circostanza singolare. Io non sono portatore di alcuna Verità, ma questa è la mia prima impressione.

    #67255
    Anonimo
    Inattivo

    Grazie per avermi risposta. Si può darsi però ci sono altre situazioni dove mi è capitato di pensare a delle cose e poi sono realmente avvenute.

    #67256
    Anonimo
    Inattivo

    Se vuoi raccontarcele siamo qua… magari si vedrà la cosa sotto un’altra prospettiva.

    Tornando all’episodio di cui sopra, direi che eri impressionata da quanto sentito e nel prendere sonno il tuo subconscio ha fatto il suo lavoro… Che poi purtroppo il nonno sia deceduto, resta a mio avviso una singolare coincidenza.

    #67257
    Anonimo
    Inattivo

    Grazie. Un giorno mio zio stava facendo dei lavori a casa, ho pensato che sarebbe venuta la vicina di casa a dire che se continuava a fare rumore avrebbe chiamato la polizia. Dopo circa 1 ora è venuta e ha detto che chiamava la polizia se continuava a fare rumore

    #67258
    Anonimo
    Inattivo

    Ciao

    nono è da escludere che tu sia particolarmente sensibile ed empatica. In questo caso però il nonno non l’hai visto con i tuoi occhi quindi propendo più per una coincidenza, anche perché le parole che hai ascoltato erano del tuo ragazzo e non del nonno.

    #67253
    Anonimo
    Inattivo

    Ciao Giuly
    Hai raccontato due episodi che potrebbero capitare a chiunque.
    Pensare alla morte di una persona che sta male oppure pensare che se uno fa rumore qualcuno possa infastidirsi sono cose assolutamente normali, saranno capitate decine di volte ad ognuno di noi.
    Ti consiglio di non fare particolarmente caso a qualche coincidenza, capitano a tutti noi a volte nella vita senza che ci sia niente di paranormale 😉

    #67290
    Anonimo
    Inattivo

    Io penso che nel primo caso il fatto singolare, secondo Giuly, sia soprattutto la voce femminile che ha sentito… il secondo mi sembra invece non abbia assolutamente nulla di speciale, (senza voler sminuire il post di Giuly).

    #67254
    Anonimo
    Inattivo

    Scusa, Giuly, ma non trovo nulla di paranormale in ciò che ti è successo. Tempo fa mio figlio stava giocando dopo cena ed io gli ho detto: “smetti di fare questo baccano o tra poco sale il signore del piano di sotto a lamentarsi. Tempo dieci minuti, sento suonare alla porta… Era il signore del piano di sotto.
    Mesi fa mio suocero disse di avere avuto un intenso dolore al petto che gli aveva tolto il fiato mentre camminava. Non si fece vedere all’ospedale.
    Io pensai ad un possibile problema cardiaco… forse piccolo infarto. Qualche settimana fa è stato sottoposto ad una coronarografia che ha evidenziato un pregresso infarto, per fortuna non letale.
    Non mi ritengo un sensitivo, ma uno che ha tratto delle ipotesi e previsioni a partire da alcuni elementi reali.

    Inviato dal mio FRD-L09 utilizzando Tapatalk

    #67292
    Anonimo
    Inattivo

    Ti capisco.
    Io penso a delle persone che non vedo da anni e poi spuntano all’improvviso nella mia vita.
    Lo racconto e mi dicono che sono coincidenze.
    Allora ho adottato questa soluzione : racconto in anticipo a qualcuno altro (parenti o amici) quello che sto pensando.

    Esempio: c’era un cliente che non sentivo da più di dieci anni.
    Portavo la macchina e ho incominciato a pensarlo intensamente.
    Ho chiamato in ufficio chiedendo se avevano notizie del cliente, ma nessuno sapeva.
    Mi contatta l’ufficio dopo mezz’ora dicendomi che il cliente aveva preso un appuntamento con me per il giorno dopo.
    In ufficio, per fortuna siano tutti amici, mi prendono in giro ma con il dubbio perché di questi avvenimenti c’è ne sono stati altri.
    Anche mia moglie è coinvolta in queste mie coincidenze.
    Per quanto strane, possono succedere.

    #67362
    Anonimo
    Inattivo

    Anche secondo me non sono coincidenze. Quando ero piccola e ho iniziato ad avere questi avvenimenti non ci davo tanto peso fino a quando un giorno penso una cosa e poi vengo a sapere che era successa proprio come avevo pensato. Questi avvertimenti si presentano come pensieri chiari che durano qualche secondo non di più, è come se ho la certezza che quella cosa è vera, che deve avvenire poi il battito del cuore aumenta e mi viene l’ansia.

    #67394
    Anonimo
    Inattivo

    Non sono coincidenze, dici bene, almeno non chiamerei tale una cosa avvertita prima che accada. Ti riporto una mia “coincidenza” avvenuta nel 2011: mattina d’estate io ero in ferie, stavo in cucina a sbrigare alcuni lavoretti e mia moglie a lavoro. I miei 2 figli (ora sono 3) mi dissero di uscire con la bici a fare un giro con gli amichetti, praticamente loro sono scugnizzi” cresciuti per la strada e sono avezzi a stare attenti più del dovuto. Non sono per natura un tipo apprensivo, ma quella mattina mi raccomandai come non mai avevo fatto prima, al punto di destare il loro sdegno perché non era la prima volta che mettevano naso fuori casa. Molto riluttante ma acconsentii dicendo loro di tornare presto. Mentre i due ragazzi si accingevano ad uscire dal cancello di servizio ebbi come un brutto presentimento che, a spiegarlo a parole non è affatto facile, piuttosto parlerei di sensazioni nefaste che ti pervargono e fanno scattare un campanello d’ allarme… e così mi affacciai per richiamarli con l’ intenzione di fargli almeno portare il cellulare e in quell’ istante…..booom, uno schianto terribile fece tremare la terra con rumori di vetro frantumato: un tir con alla guida un autista moldavo perse parte del suo carico mal assicurato, consistente in porzioni di macchine industriali di diversi quintali, proprio davanti casa mia sfasciandomi la vettura e provocando danni al portone grande principale. Fortunatamente non si trovava nessuno nel raggio, tantomeno i miei ragazzi che da poco a li sarebbero usciti con le bici e sarebbero stati presi in pieno. Lascio immaginare quante volte ho ringraziato di averli richiamati oltre che Dio ancora oggi.

    #67402
    Anonimo
    Inattivo

    Meno male non è successo niente di grave. Vorrei sapere come posso svilupparle so che non si possono controllare nel senso che non si può decidere quando averle,ma se c’è un modo per far crescere questi intuiti.

Stai visualizzando 13 post - dal 1 a 13 (di 13 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.