Chiudi

Medium e mediatore.

  • Questo topic ha 5 risposte, 5 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 6 anni, 2 mesi fa da Anonimo.
Stai visualizzando 6 post - dal 1 a 6 (di 6 totali)
  • Autore
    Post
  • #22853
    Anonimo
    Inattivo

    Sulle pagine di questo forum,anni fa,descrissi come iniziai ad interessarmi del paranormale;iniziai ,come molti,nel frequentare i vari circoli medianici della mia città.Però all’età di 18 anni mi resi conto che la medianità non era il mio “sentiero”;sapevo che vi erano altre Vie molto più importanti per l’Evoluzione personale.In ogni caso ero e sono un medium;sia chiaro che i miei interventi sulla medianità non sono volti a sminuire la medianità,piuttosto esprimo i concetti che spiegano la staticità della medianità rispetto alla grande opportunità della conoscenza del nostro Spirito.
    Ovviamente le mie considerazioni sono state concepite e comprese già nel 1800 e oggi ormai tutti gli Esoterici sono concordi.
    Per molte persone ci vorrà solo più tempo…

    Conosco molto bene le argomentazioni che tratto .

    Roberto Setti è e rimane un fulgido esempio di medium ,non solo per le sue inimitabili doti medianiche e per la numerosa produttività di apporti che attraverso lui si potevano manifestare,ma anche per la sua smisurata bontà ed abnegazione,sempre disponibile ed al servizio della Gerarchia e dotato di un’umanità sorprendente.Già malato gravemente,si prestò un’ultima volta ad essere ancora un tramite,perchè comprendeva che gli insegnamenti che per mezzo suo le Entità ed i Maestri “regalavano”all’umanità erano delle verità atte al suo sviluppo Evolutivo.

    Tutto il mondo spiritistico è debitore e allo stesso tempo grato a Roberto Setti.Medium come lui non ne esistono più,attualmente.
    Demofilo Fidani,un altro grande medium contemporaneo,dotato di spiccate doti medianiche,ma con un altra missione differente da Roberto.

    Due medium che ho sempre stimato e compreso.

    Ma…Vi è una netta distinzione che si fa nell’occultismo tra un medium comune ,il quale spesso è uno strumento impotente delle erranti forze astrali,e tra un “mediatore” il quale invece è un intermediario totalmente volontario e pienamente cosciente di se stesso ( mentre un medium in trance non lo è per ovvie ragioni… ).
    Un “mediatore” è quindi un essere umano Evoluto il quale possiede una Individualità nel mondo Spirituale.
    Un “mediatore” si può definire un “trasmettitore”;si trova cioè al polo opposto rispetto alle condizioni di “medium” comune,il quale,invece,è un essere dotato di un meccanismo psichico che diviene vittima inconscia o semicosciente delle correnti o forze astrali che possono casualmente “impressionarlo”.

    Un medium infatti è una persona cui i principi della sua costituzione non sono sotto il controllo della sua volontà o del Mentale Spirituale Superiore o lo sono soltanto parzialmente.
    Questo particolare stato è la causa per cui le parti costitutive inferiori risultano più o meno vaganti e facilmente influenzabili dai pensieri e sentimenti altrui.

    Il mediatore al contrario,è un agente libero per quanto riguarda la sua volontà ed in esso la corrente Spirituale della sua Anima è più o meno in continua azione.
    Qualunque cosa faccia un mediatore lo fa per propria volontà e libera scelta e la sua azione fa parte del più grande e sublime servizio volontario per una Causa altamente Spirituale.

    In ogni caso,ognuno comprenda in virtù della propria Conoscenza…
    Io non ho nessun interesse a questo proposito.

    #64094
    Anonimo
    Inattivo

    Concordo con quello che scrivi Alceste!
    Io personalmente anche i mediatori, come li hai definiti tu, li ho sempre chiamati medium per comodità. Grazie per aver condiviso queste parole, mi sono state utili per fugare alcuni dubbi che mi portavo dietro da un po’ :)

    #64105
    Anonimo
    Inattivo
    Jack_Thanatos wrote:
    Concordo con quello che scrivi Alceste!
    Io personalmente anche i mediatori, come li hai definiti tu, li ho sempre chiamati medium per comodità. Grazie per aver condiviso queste parole, mi sono state utili per fugare alcuni dubbi che mi portavo dietro da un po’ :)

    …Grazie a te.Namastè.

    #64109
    Anonimo
    Inattivo

    Ciao,chi ha letto la mia storia sa che vengo da esperienze che mi hanno portata a credere nel paranormale.con il tempo sono avvenute altre cose,e anche se non mi definisco una “medium” a tutti gli effetti,penso invece di esserlo.
    A dirlo non sono io,che poco ne so di tutto questo,a dirlo sono altre persone con la quale ho parlato di ciò che succede ogni santa notte nei miei sogni.
    Però Vabe ognuno può vederla anche come una “fantasia” o “immaginazione” o non credere.pero io so bene ciò che vivo e ho vissuto e diciamo che l’ho anche letto in una cosa che mi ha lasciato mia nonna.l aveva nascosta in un posto desolato dimenticato da Dio diciamo,non potevo sapere fosse la,ma me l’ha detto lei in sogno dove e come cercare.se questo non è assurdo non lo so cosa è.
    Da poco mi sono capitate delle cose che mi hanno fatta stare molto male,e ho dubitato molto sul mio essere “così”.
    Non penso di essere stata semplicemente “sfigata” e sai perché non lo pensò? Perché persino mio marito,il re degli scettici colui che pensano siano solo cavolate ha iniziato a fare delle ricerche,porsi delle domande.ad oggi grazie ad una persona di gran cuore e anima(una persona in carne e ossa) io lo definisco uno studioso delle arti,mi ha aiutata a proteggere me e la mia famiglia.se non ci fosse stato lui io oggi non sarei qua.e lo penso davvero eh!
    Ad oggi ho ancora paura dell’aldilá,quando vado a letto spero sempre di non “incontrare” nessuno.per ora ho il rifiuto di tutto questo,ho paura di fare ancora guai.diciamo che più provo a chiudere con tutto questo e meno riesco in realtà a farlo..chissa perché.alceste,tu mi hai illuminata con il tuo racconto,continuerò a leggerti in futuro.
    Ps- vorrei tanto ritornare a quando non conoscevo nulla,quando non sapevo e vivevo con i paraocchi ma sopratutto quando non sognavo le anime.si può?

    #64261
    Anonimo
    Inattivo

    Ciao BlueBlood…sono convinta ,non si torna indietro. ..si aprono porte che una volta richiuse ti cambiano per sempre…

    #64262
    Anonimo
    Inattivo

    Ciao Blueblood,

    grazie per la tua testimonianza. Dato che in ciò che scrivi si ravvisano degli elementi concreti, come l’oggetto indicato da tua nonna in sogno e poi ritrovato, vorrei chiederti se puoi chiarirci ulteriorimente questo evento. Non ti dico in anticipo che cosa sto cercando di capire, ma lo dirò dopo.
    Potresti raccontarci per filo e per segno come si è svolta questa comunicazione, che cosa ti ha detto o mostrato e che cosa hai fatto dopo, come hai trovato l’oggetto, ecc.?
    Se ci sono informazioni troppo personali che non ti va di condividere, potresti filtrare parte dei contenuti, ma lasciando il più possibile per aiutarci a capire.
    Questo è uno di quei casi in cui non si parla solo di sensazioni, comunicazioni verbali, astratte, immagini, ecc… ma c’è qualcosa che dovrebbe avere un riscontro sul piano reale-materiale.

Stai visualizzando 6 post - dal 1 a 6 (di 6 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.