Chiudi

Luce che diventa rossa.

  • Questo topic ha 8 risposte, 7 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 5 anni fa da Anonimo.
Stai visualizzando 9 post - dal 1 a 9 (di 9 totali)
  • Autore
    Post
  • #23421
    Anonimo
    Inattivo

    Ciao, scrivo su questo forum sperando di ottenere un riscontro riguardo una esperienza alquanto strana che mi è successa diversi anni fa (grossomodo 2002/2003).
    Erano circa le 22 di sera ed ero steso nel letto con la luce principale di camera accesa. Stavo leggendo un libro, Danze Macabre di Rilke. Alzo lo sguardo dal libro e la luce della stanza inizia a mutare, il colore “chiaro” assume sfumature rosa, poi rossastre per finire in un rosso acceso. Una illuminazione simile a quella che si può avere nelle camere di scilippo dei rullini fotografici. Il tutto è durato qualche secondo, durante i quali cercai di sdrammatizzare con me stesso, per distogliere la mia mente dalla paura. Premesso, ero coscente in quel momento ed assolutamente “sobrio”, non era una allucinazione, perchè a distanza di anni ancora ricordo perfettamente quel fenomeno. Qualcuno ha avuto una esperienza analoga alla mia o mi saprebbe dire di cosa si tratti ?.

    #69296
    Anonimo
    Inattivo

    Ciao Graveyard, l’ unico fenomeno che potrebbe determinare una cosa del genere è dovuto ad una momentanea alterazione della linea elettrica, sia in termini di voltaggio che di intensità (ampere)….oppure una lampadina facente parte di una serie difettosa. Altro non mi viene.

    #69299
    Anonimo
    Inattivo

    Anche un ridotto apporto di ossigeno (per un istante) può alterare sia la vista che la sensibilità alla luce. Una lieve pressione orbitale, la postura del collo, possono scaturire temporanei difetti visivi.

    #69307
    Anonimo
    Inattivo

    Sì, ma nessuna di queste ipotesi credo che possa spiegare la visione di una luce “rosso acceso” come quella delle camere di sviluppo in fotografia… Una leggera alterazione cromatica la può dare anche la pagina stessa su cui fissiamo gli occhi per lungo tempo, ma leggera, non certo un rosso acceso.

    #69297
    Anonimo
    Inattivo

    Nella stanza adiacente c’era lo studio di mia madre, lei non notò nulla di anomalo. Ci fosse stato uno sbalzo di corrente o una alterazione di questa avrebbe dovuto avvertirla anche lei. La lampadina funzionava bene sia prima che dopo questo episodio.
    L’effetto ragazzi era molto accentuato, non era una cosa normale. E soprattutto, cosa che ho omesso, era la brutta sensazione che avevo. Paura per quello che stava accadendo, ma anche la sensazione che non ero solo.

    #69311
    Anonimo
    Inattivo

    Forse non ti sei sentito molto bene in quel frangente, come anche tu, seppur in modo indiretto, (“brutta sensazione”, “paura”) , sembri confermare. La madre non notò infatti nulla di anomalo.

    #69315
    Anonimo
    Inattivo

    Così su due piedi anche a me è venuto in mente un problema della lampadina, alcune assumono una forte tonalità arancione prima di bruciarsi, magari questa ha avuto un problema non so (e non è per forza riscontrabile in tutta la casa). Certo rosso da camera di sviluppo la vedo dura per questa mia ipotesi, ma hai detto che ti sei spaventato, sarai stato anche suggestionato dal fatto, è durato un istante… non scarterei l’errata percezione.

    #69320
    Anonimo
    Inattivo
    ParanormalStudio Emiliano wrote:
    Così su due piedi anche a me è venuto in mente un problema della lampadina, alcune assumono una forte tonalità arancione prima di bruciarsi, magari questa ha avuto un problema non so (e non è per forza riscontrabile in tutta la casa).

    Perfettamente d’accordo. Ricordiamoci che nei bulbi di vetro delle lampadine ad incandescenza (credo sia stata di quel tipo) vi è, oltre al vuoto, un gas…con precisione gas argon. E’ sicuramente questo gas l’ artefice delle diverse tonalità assunte da certe lampadine quando queste ultime non lavorano più con una certa efficienza, determinando un’ alterazione dell’ aeriforme contenuto in esse. Mi trova in sintonia anche il fatto dell’ errata percezione del colore.

    #69298
    Anonimo
    Inattivo

    :( il colore è dovuto a tutte le persone che si sono tolte la vita sul “maledetto” sentiero Rilke.
    So che non c’entra ma ho fatto un’associazione di idee con il poeta Rilke ed il sentiero che porta il suo nome..

Stai visualizzando 9 post - dal 1 a 9 (di 9 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.