Chiudi

Libero Arbitrio.

  • Questo topic ha 10 risposte, 3 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 7 anni, 10 mesi fa da Anonimo.
Stai visualizzando 11 post - dal 1 a 11 (di 11 totali)
  • Autore
    Post
  • #21755
    Anonimo
    Inattivo

    [attachment=470]Anima-Spirito-corpo.jpg[/attachment]

    Il destino,quale effetto del nostro passato,contiene delle zone di assoluto determinismo ( Karma ) a cui però,entro certi limiti,si sovrappone in ogni momento la libertà del presente,continuamente sopravveniente come attività correttiva.

    Questa continua attività correttiva è operata da una Legge,complessa in tutta la rete delle sue ripercussioni;è adattabile e compensatrice,MA E’ SEMPRE UNA LEGGE,e come tale,esatta nelle conseguenze di ogni atto,precisa nel suo andamento,per cui ogni disordine provoca la sua REAZIONE.

    Di fronte a questa Legge abbiamo il potere correttivo del nostro libero arbitrio,il quale però,è una volontà minore,arginata e circoscritta da una volontà maggiore ( Karma ) che è quella della Legge stessa;per cui noi possiamo muoverci a nostro piacere,ma ci muoviamo come in un recinto da noi voluto e creato;praticamente come un prigioniero che ha soltanto la libertà di pensare,mentre quella di agire è limitata dall’angustia della sua cella…

    Ma quando la nostra volontà ha una libertà piena ?
    Essa ( la volontà ),almeno nelle sue manifestazioni della vita,è un derivato,è un prodotto di forze in gioco,in quanto è sempre attraversata dal determinismo fisico del quale ogni nostro atto più o meno risente e che noi non possiamo piegare,ma semmai solamente guidare ai nostri fini.

    L’animale non ha libero arbitrio,l’uomo sì,e mano a mano che egli evolve ed opera per il suo rinnovamento,si sottrae sempre più ai limiti di questo determinismo fisico,passando dalla materia allo Spirito,dal determinismo al libero arbitrio.

    Determinismo è Karma che,una volta generato,non può essere distrutto;la libertà invece è l’essenza stessa dell’individuo,coè lo Spirito,ed è completa solo quando lo Spirito è libero da ogni Karma.
    Lo Spirito è originariamente libero di muoversi in ogni direzione,una volta sceltane una la deve seguire,almeno per quel tanto che è in proporzione all’impulso con il quale si era mosso in quella direzione.
    Esempio: se io mi immetto in una strada per mia libera scelta,non posso pretendere poi di passare subito su un’altra strada,almeno finchè non tornerò indietro,cioè fino a quando il Karma non avrà ristabilito le condizioni iniziali di equilibrio.

    L’uomo quindi ha un fattore di libertà;la libertà viene dall’alto…
    L’uomo soggiace quando resta avvinghiato alla materia e alle passioni ma,quando l’uomo agisce come essere spirituale,in un discorso etico,egli allora si sente perfettamente libero poichè sul piano dello Spirito le leggi fisiche scompaiono.

    Se l’uomo fa cattivo uso della libertà operando il male,avrà come risultato,in questa o nella prossima esistenza,una ristretta libertà
    di libero arbitrio.
    Se invece fa buon uso delle sue attitudini fisiche e psichiche,egli,liberandosi da cause Karmiche,ottiene più libertà nel libero arbitrio
    in questa o nella prossima incarnazione.

    Vi è un perfetto equilibrio al quale nessuno può sfuggire.
    [attachment=471]Anima-SpiritoEgo.jpg[/attachment]

    #56897
    Anonimo
    Inattivo

    Non ho capito, ma è un mio limite

    Il cattivo che cavolo vivrebbe a a fare se non avesee pieno libero arbitrio ? Io pure crddo che torniamo a vivere e miglioriamo vita dopo vita, ma sempre con ilm100% di libero arbitrio

    Altrimenti sta vita è na barzelletta senza totale libertà, diventa una recita o un’esperienza punitiva, non lo accetto

    #56903
    Anonimo
    Inattivo

    @lechateau

    Certo che abbiamo il “dono” del libero arbitrio,lo avremo sempre.
    Ma dobbiamo sempre fare i conti con il Karma che abbiamo accumulato nella precedente esistenza.

    Perciò il libero arbitrio è limitato dal Karma.

    La Legge del Karma o effetto-causa,andrebbe studiata a fondo per comprenderne la grande utilità ai fini di Evoluzione e Comprensione
    per il nostro Spirito;non andrebbe in ogni caso vista come una Legge punitiva,questo è il modo più scontato e sbagliato,ma piuttosto come un mezzo e una possibilità di riscatto tutta a nostro vantaggio,nel senso Spirituale…

    #56898
    Anonimo
    Inattivo

    Una cosa che mi incuriosisce molto, forse sarebbe più adatto il topic su rinascita, comunque lo scrivo qua

    Quanto riusciamo a portarci appresso nella nuova vita che affrontiamo ?

    Per spiegarmi meglio, io in questa vita inizio a capire determinate cose sui dogmi, sulla ricerca interiore, inizio a prendere consaspevbolezza, inizio pure un percorso spirituale nuovo, poi muoio. Inizierò tutto da capo o nella nuova vita partirò già da una predisposizione verso la conoscenza e l’andare oltre ?

    Ma questo vale per tutto. Per es. se io arrivo a capire in questa vita che il razzismo è sbagliato e lo tengo per punto fermo, nella prossima vita potrei essere razzista ?

    #56908
    Anonimo
    Inattivo

    E’ esattamente come hai scritto tu,lechateau.

    Si tende a fare confusione perchè la maggior parte degli uomini si identifica nell’ego e nella personalità,non sapendo o dimenticando che il vero Ego è la nostra Anima;l’Anima è Immortale perchè parte dello Spirito,il nostro ego e la nostra personalità si dissolvono per sempre con la morte del corpo fisico.

    Ad ogni nuova incarnazione,riprendiamo il sentiero nel punto stesso che lo avevamo momentaneamente lasciato;quello che abbiamo appreso,compreso in altre vite precedenti,formano la Coscienza e la Conoscenza,cioè l’Evoluzione.

    Quindi non ricominciamo tutto dall’inizio,ma sulle basi di quello che abbiamo già compreso ,continuiamo a comprendere nuove Verità .

    #56910
    Anonimo
    Inattivo
    alceste wrote:
    E’ esattamente come hai scritto tu,lechateau.

    Si tende a fare confusione perchè la maggior parte degli uomini si identifica nell’ego e nella personalità,non sapendo o dimenticando che il vero Ego è la nostra Anima;l’Anima è Immortale perchè parte dello Spirito,il nostro ego e la nostra personalità si dissolvono per sempre con la morte del corpo fisico.

    Ad ogni nuova incarnazione,riprendiamo il sentiero nel punto stesso che lo avevamo momentaneamente lasciato;quello che abbiamo appreso,compreso in altre vite precedenti,formano la Coscienza e la Conoscenza,cioè l’Evoluzione.

    Quindi non ricominciamo tutto dall’inizio,ma sulle basi di quello che abbiamo già compreso ,continuiamo a comprendere nuove Verità .

    Quindi un Santo o un essere evoluto come Rol potrebbero essere uomini alla fine di lunghi percorsi di vita sulla Terra ?

    #56911
    Anonimo
    Inattivo

    E’ una considerazione importante e profonda,la tua,lechateau,denota che sei veramente alla Ricerca…

    Senza intenzione di fraintendimenti e offese,dobbiamo osservare che i Santi non hanno ancora finito il ciclo delle Rinascite.
    Essi hanno stabilito un “contatto” con il Divino,hanno” visto” una parte Divina,ma non sono ancora nel Divino…
    L’uomo Gesù ,per esempio,si è reincarnato ancora nel noto Apollonio da Tiana.

    Ecco che allora compare la tanto discussa e fraintesa parola :Illuminazione.

    L’Illuminazione è il conseguimento della 9.a iniziazione.Il Buddha .l’illuminato ,ne è un esempio.

    L’illuminato è connesso a Colui che Crea tutte le forme,dalla più grande alla più piccola manifestazione,diventando così uno Spirito Libero che si fonde nella Divinità,ritorna in Dio,suo Creatore,e fa parte di Esso.

    Questo è un ragionamento molto complicato apparentemente,forse,e complesso certamente.

    In ogni caso,non dimentichiamoci mai che ognuno di noi ha la possibilità di raggiungere l’Illuminazione anche in questa vita;

    Solo la nostra Anima conosce il nostro Spirito,non certo il nostro cervello !Ogni essere che incontriamo può essere un’Anima Evoluta incarnata.
    Per questa considerazione e possibilità,in India si usa salutarsi con la parola Namaskar che significa:Saluto la Parte Divina che è in te! !

    #56899
    Anonimo
    Inattivo

    Sul fatto di Gesù ed Apollonio c’è qualcosa da leggere, mi interessa

    #56912
    Anonimo
    Inattivo

    La successiva incarnazione dell’uomo- Gesù ,dimostra che nel corpo di Apollonio da Tiana,il Maestro svolse e compì altre nuove esperienze,anche se di alta esplicazione,ma nella personalità di Apollonio possiamo intravvedere tratti caratteriali del Maestro Gesù…

    Naturalmente è tutto studio,ricerca,apertura mentale e intuizione;nessuno pensi che la filosofia dell’incarnazione ai fini di Evoluzione sia fanatismo o tendenza a demolire e screditare una Fede…

    #56900
    Anonimo
    Inattivo

    Libero arbitrio
    È un concetto assai strano che varia da quale punto si osserva e dalla filosofia che si segue

    Ma ci sono assonanze

    Il karma, visto dal punto spiritistico, non è altro che il percorso che lo spirito ha scelto di seguire incarnandosi in quella determinata persona

    Il karma è dunque l’insieme delle esperienze importanti della vita di una persona terrena che servono allo spirito per elevarsi

    Questo è il limite poiché altre esperienze non si avranno

    Il Libero arbitrio, così diventa, La scelta dello spirito incarnato in modo da poter superare il karma a suo favore ovvero, la possibilità di agire a suo piacimento per potersi elevare o rimanere nel medesimo livello di elevazione spirituale
    Una volta finito il percorso

    #58535
    Anonimo
    Inattivo
    alceste wrote:
    Considerazione…

    Ricercare la Verita’ nella propria Vita, nel viaggio meraviglioso che ogni essere compie, significa iniziare a dissolvere la limitatezza umana, pervenendo alla Guarigione Interiore che svela cause ed effetti ed il significato simbolico di ogni evento che ciascuno vive.
    Infatti nella Sacra Danza della Vita, sono sempre presenti piu’ livelli relativi a diversi gradi di profondita’ e di verita’ che si svelano progressivamente a chi si impegna a vivere nel modo migliore, secondo le proprie capacita’, permettendo a Dio di dimorare in lui.

    Le vibrazioni del Quinto Raggio Cosmico, color di giada, avvolgono, come tutti gli altri Raggi, la Terra pervadendo i campi energetici degli esseri, aiutandoli a capire il perche’ della propria vita, facendo trovare le risposte al di la’ dell’illusione, nella luce radiosa della Verita’ di Dio.
    Guarigione Interiore significa comprendere che la Vita e’ dono d’Amore di Dio, il Sogno piu’ bello ed utile che Dio offre a ciascuno e che e’ quello ed il solo che serve a comprendere le chiavi che il Se’ deve vedere per progredire attraverso di voi, nel suo viaggio verso il Se’ Supremo.

    Questo vale per tutti gli esseri, anche per quelli gia’ realizzati che ritornano per insegnare poiche’ il rapporto allievo-maestro arricchisce entrambi.
    Il frutto sublime dell’intuizione della Verita’, e’ la Guarigione Interiore che e’ abbandono a Dio e comprensione profonda della propria vita, in relazione al compito da conseguire.
    In questo contesto le ferite spirituali e la malattia fisica non altro che strumenti per riflettere su se’ stessi, migliorarsi e trovare dentro di se’ le risposte che fanno dimorare nella Verita’ di Dio.

    Per questo motivo non esiste Guarigione Fisica senza quella interiore ma quando si e’ nella Guarigione Interiore, quella fisica puo’ perdere di importanza e diventare secondaria, poiche’ il veicolo e’ solo e sempre un mezzo e non il fine.
    Vivere nella Verita’ di Dio apporta energie cosi’ potenti che i benefici si possono constatare anche a livello fisico.

    Divini esseri, impegnatevi sempre a ricercare la Verita’ di Dio e tutta l’abbondanza, la pace e la gioia vi verranno donati nella vita!
    Se avete malattie fisiche o interiori, il Quinto Raggio, attraverso il suo Maestro Hilarion, vi puo’ aiutare a comprendere il significato e l’insegnamento nascosto, facendovi cosi’ andare oltre, proseguendo nella vostra via.

    Vi accompagnamo in questo lavoro.

Stai visualizzando 11 post - dal 1 a 11 (di 11 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.