Chiudi

La vecchia strega di Monreale.

  • Questo topic ha 2 risposte, 3 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 10 anni, 5 mesi fa da Anonimo.
Stai visualizzando 3 post - dal 1 a 3 (di 3 totali)
  • Autore
    Post
  • #21107
    Anonimo
    Inattivo

    Buongiorno, vorrei raccontarvi oggi una storia vera che mi hanno raccontato tempo fà e che si svolge spesso inuna zona della Provincia di Palermo, pare infatti che appaia una donna anziana che, (si dice infatti fosse una strega) portandosi le mani tra i capelli, interrogherebbe i passanti chiedendo loro che cosa vanno cercando. Ho ricevuto di recente una segnalazione in merito e ve la propongoo volentieri per il Portale di CoseNascoste.Com. “Pioppo”, così si chiama questa frazione di Monreale: in contrada Coda di Caculla, seguendo la segnaletica, si arriva ad una serie di ville che salgono su lungo la strada. Un signore vi passava tutte le estati con la sua famiglia. Un pomeriggio di agosto, nel primo pomeriggio, andò a fare una passeggiata per digerire meglio il lauto pranzo del giorno: Cammina, cammina, cammina, quando si ritrovò all’incrocio che porta a Pioppo prendendo a destra, mentre a sinistra porta verso altre frazioni sperdute: prese a destra e pensò di riposarsi nella piazzetta per poi riprendere e tornare indietro. Si accorse però di una piccola stradina alla quale non aveva mai fatto caso e pensò bene di risalirla per vedere dove portava. Dopo un paio di minuti arrivò di fronte ad una casa diroccata e rovinata dal tempo: le finestre erano chiuse con delleassi di legno, l’ingresso era chiuso con un catenaccio arrugginito e a fianco di questo c’era un pozzo con ancora attaccata la cordicella e il secchio. L’atmosfera così cupa di quel luogo così nuovo per lui lo impaurì e cercò di ritornare sui suoi stessi passi, girandosi di spalle, quando ad un certo punto una voce rauca gli gridò: “Cosa cerchi? Cosa cerchi?”. Lui si voltò e vide a una ventina di metri di distanza una vecchia vestita completamente di nero con gli occhi neri, che si metteva le mani tra i capelli. Scappando, si lasciò andare a un urlo di terrore. Quando tornò poi a casa sua, inventò di sana pianta di essere stato inseguito da un cagnaccio. Ora. Non ho ancora approfondito su questa storia, né tantomeno ho ancora fatto delle ricerche su quella casina sperduta, né ho mai fatto domande a chi abita nella zona: ma comunque sia, questa è una storia che doveva essere raccontata.

    #52730
    Anonimo
    Inattivo

    Non so cosa pensare, di questa apparizione ne avevo già sentito parlare .. ma non ho mai avuto certezze sulla veracità .. d’altronde di legende metropolitane ne esistono tante e può essere una di quelle per fare in modo che i bambini non si avvicinano a questa casa probabilmente diroccata quindi pericolosa….

    #52731
    Anonimo
    Inattivo

    Una casa diroccata… Un luogo preciso… Una vecchia che da molti e molti anni infesta quel luogo… E perdipiù una strega… Mi chiedo se non sia un demone.

Stai visualizzando 3 post - dal 1 a 3 (di 3 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.