Chiudi

Karma come retribuzione.

  • Questo topic ha 2 risposte, 3 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 10 anni, 4 mesi fa da Anonimo.
Stai visualizzando 3 post - dal 1 a 3 (di 3 totali)
  • Autore
    Post
  • #21151
    Anonimo
    Inattivo

    La parola Karma,dal termine Sanscrito Kry,significa creare,fare,agire,per indicare l’effetto che segue alle azioni da noi compiute.Azioni ed effetti sono strettamente uniti;si tratta di due parti di uno stesso fatto,una visibile,l’altra invisibile.

    La Legge del Karma adegua l’effetto alla causa,sul piano fisico,mentale e Spirituale.
    Secondo questa Legge,il male è un’infrazione alle leggi dell’armonia che governano l’universo..Il violatore di questa legge deve sopportane le conseguenze.

    Ciascuno di noi oggi è causa delle esperienze vissute nel passato,i cui effetti sono impressi nella struttura del carattere.Esperienze che,quantunque non ricordate dalla memoria,non sono andate perdute,perchè esse vanno a far parte del materiale di cui la ns.mente
    è composta e che esistono sotto forma di caratteristiche,sentimenti,inclinazioni piacevoli o spiacevoli,attrazioni,repulsioni ecc.ecc.
    L’Anima,passando da una vita ad un’altra,apprende nuove lezioni,raccoglie nuove esperienze e impara a riconoscere la pena che deriva
    dalle azioni non rette e la felicità che accompagna invece,le azioni buone e corrette.

    Gli eventi sono tutti collegati fra loro e congiunti in una serie ininterrotta di cause ed effetto.
    La scienza e la religione non sanno spiegare il perchè di certi oscuri destini che sembrano senza speranza,magari in esseri puri e innocenti;destini di condanna che sembrano accusare l’ingiustizia Divina;Non ci sanno spiegare il perchè del dolore umano.
    Si dice “è destino”…
    L’attività del Karma,diventa un processo che governa tutte le forze,ci spiega tante condizioni apparentemente ingiuste come la povertà ,la ricchezza,la salute,la malattia ecc.

    Il karma permette all’uomo di guardare nell’abisso del proprio destino in modo di poter agire.
    L’uomo è il giudice di se stesso ,nonchè legistratore,arbitro della propria vita,il distributore della propria ricompensa e del proprio castigo.

    Il Karma presenta tanti aspetti occulti,una cosa però è certa:nessuno soffre senza averlo meritato.

    Bisogna comprendere bene il vero significato del termine Karma;la maggior parte dell’umanità lo considera un castigo,una serie di punizioni;in realtà è un altro mezzo per poter affermare la propria Coscienza,correggendo i propri errori…

    #53148
    Anonimo
    Inattivo

    Karma
    detto così assomiglia all’altra parola che hai citato : “destino”.
    Poichè il destino non è, invece come molti credono, scritto. Di fatto è molto frequente la rappresentazione d’esso attraverso un nano con un grosso libro, in molte letterature viene citato, che è pieno di pagine bianche che lentamente si colmano. Certo che al “destino” si può dare una rotta. Questo inducendo a pensare ed agire in un determinato modo una persona.
    “Nessuno soffre senza averlo meritato”
    o forse non è l’unico modo che un corpo fisico di aumentare la sua ricerca interiore?
    ne consegue che bisogna superare difficoltà e sofferenze per potersi, prima di tutto, accorgersi di se, poi ascoltarsi e accrescere se stessi.
    Ci sono molte cose inspiegabili, ma che non DEVONO essere spiegate, ma moto spesso accettate ed è questa mancanza d’accetazione nelle persone che limita la conoscenza.
    Debbo dire … cè qualcosa di strano nella vita … e qui forse si esaurisce in modo semplice e pratico il concetto di karma …
    sembra che eventi si ripetano temporalmente, finchè non troviamo la via di affrontarli nella maniera corretta … se così accade l’evento non si ripete e si
    procede alla successiva “prova” di crescita … altrimenti si rimane al palo finchè non si ha la consapevolezza necessaria …
    la vita temporale in se, quando se ne comprende il funzinamento, non è un granchè, fortunatamente prima di avere questa comprensione se ne hanno altre che permettono di comprendere che quel “non un granchè” , è solo un mezzo per la vera piacevole sensazione che si può avere sentendosi parte di questa realtà “materiale” conscì delle tre entità che in noi risiedono … a volte è doloroso … a volte è lacerante … a volte è straziante … ma nonostante tutto accresce la propria radiosità … anche se ci sono periodi dove l’anima viene spezzata e donata e questo non è mai una piacevole sensazione …

    Karma o destino o il suo cugino caso … determiano la via in base a quanto spazio loro doniamo … e in base a quanto si è coscienti di se per adattare il più velocemente, anima mente e corpo … a quello che ci si para davanti …

    Dici bene

    causa – effetto
    azione – reazione

    chi compie un’azione sa che reazione genera
    si tratta di responsabilizzare se stessi coscientemente … accettando che se agiamo in un modo ci saranno effetti al quel modo di agire … con conseguenze che devono essere consapevolmente accettate …

    #53153
    Anonimo
    Inattivo

    Il KARMA per me è la classica frase tutti i nodi vengono al pettine, mi spiego ad ogni azione c’è una reazione nel tempo..quindi il KARMA ripaga un male fatto o un bene fatto con un equilibrio da distribuirsi nel tempo…
    Quello che non comprendo se il KARMA ripaga un male subito con una cosa bella. Oppure il KARMA è SOLO VENDICATIVO CIOE’ SE HAI FATTO DEL MALE SUBIRAI DEL MALE SE HAI FATTO DEL BENE AVRAI DEL BENE…

Stai visualizzando 3 post - dal 1 a 3 (di 3 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.