Close

FOTO.

  • Questo topic ha 82 risposte, 10 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 8 anni fa da Anonimo.
Stai visualizzando 8 post - dal 76 a 83 (di 83 totali)
  • Autore
    Post
  • #58766
    Anonimo
    Inattivo

    Al di là di cosa è per te un demone e del suo aspetto che rientra in un discorso soggettivo…si potrebbe sapere cosa ti dicono e chi e’che ti parla durante i VA?
    Potremmo aiutarti a capire …

    #58496
    Anonimo
    Inattivo

    No no !
    Garantisco che i demoni esistono OGGETTIVAMENTE.
    Io ne ho visto uno chiaro e nitido, sovrapposto alla faccia di una persona a me carissima, in un autoscatto con cellulare fatto allo specchio.
    MAI e poi mai dimenticherò quelle fattezze e soprattutto quegli occhi, così neri, profondi, grandi e sovrumani. Testa “leonina”… e per essere più precisa …a metà tra un viso d’uomo e un muso di leone.
    Non bevo e non faccio uso di droghe.
    E non mi interessa che mi si creda, non ho niente da guadagnare né da perdere. La mia è una testimonianaza fine a sé stessa, se così si può dire, perchè non avrò mai modo di far vedere quella foto, di dimostrare quello che ho visto, perchè la persona l’ha cancellata terrorizzata, dopo averla fatta vedere solo a me.
    So solo che da quel periodo quella persona si è persa, che la sua vita affettiva è un disastro, che la sua salute pure, che i suoi rapporti interpersonali sono inesistenti, che litiga con tutti, che è sempre perennemente triste e depressa, pur essendo una donna molto bella.
    Io ho rinunciato ad aiutarla perchè si può aiutare qualcuno solamente se ha voglia di farsi aiutare, ma posso dire di aver lottato molto, inutilmente.

    #58767
    Anonimo
    Inattivo
    MaryMoon wrote:
    No no !
    Garantisco che i demoni esistono OGGETTIVAMENTE.
    Io ne ho visto uno chiaro e nitido, sovrapposto alla faccia di una persona a me carissima, in un autoscatto con cellulare fatto allo specchio.
    MAI e poi mai dimenticherò quelle fattezze e soprattutto quegli occhi, così neri, profondi, grandi e sovrumani. Testa “leonina”… e per essere più precisa …a metà tra un viso d’uomo e un muso di leone.
    Non bevo e non faccio uso di droghe.
    E non mi interessa che mi si creda, non ho niente da guadagnare né da perdere. La mia è una testimonianaza fine a sé stessa, se così si può dire, perchè non avrò mai modo di far vedere quella foto, di dimostrare quello che ho visto, perchè la persona l’ha cancellata terrorizzata, dopo averla fatta vedere solo a me.
    So solo che da quel periodo quella persona si è persa, che la sua vita affettiva è un disastro, che la sua salute pure, che i suoi rapporti interpersonali sono inesistenti, che litiga con tutti, che è sempre perennemente triste e depressa, pur essendo una donna molto bella.
    Io ho rinunciato ad aiutarla perchè si può aiutare qualcuno solamente se ha voglia di farsi aiutare, ma posso dire di aver lottato molto, inutilmente.

    MaryMoon, per definizione non può un singolo soggetto (tu in questo caso) garantire qualcosa di ogettivo (ne un insieme di soggetti concordi se per questo, possono bastare).

    Partiamo dal presupposto che l’oggettività pura è qualcosa di estraneo all’essere umano, poichè senza volere ognuno aggiungerà un filtro soggetivo alla propria esperienza quale che essa sia;

    Quindi si, esistono delle cose oggettive, ma l’essere umano non può percepire l’oggettività, per farlo dovrebbe non pensare e non prvoare stimoli umani, cosa che contraddirebbe la sua stessa natura.

    Quel che possiamo fare è, consci di questo limite, tentare di mediare con il ragionamento, ciò che accade all’esterno di noi e ciò che noi pensiamo che accada, con raffronti, tesi e controtesi, per avicinarci il più possibile ad una soluzione oggettiva.

    Ovviamente più un argomento è analizzabile e studiabile, più ci si potrà avvicinare ad una sorta di definizione oggettiva, ciò diminuisce proporzionalmente con il livello di conoscienza globale di un dato argomento in analisi.

    Il campi del paranormale, essendo difficilmente misurabili rientrano, anche quando affrontati in maniera scientifica, nelle categorie delle “pseudoscienze” proprio per questa difficoltà di misurazione. Ciò non toglie che si possa arrivare a scoprire/comprendere certi fattori e meccanismi, proprio come è accaduto in passato in certi rami della scienza…fa parte del progresso.

    Detto questo, nel tuo caso ti vorrei far notare che tu “soggetto” affermi di aver visto un Demone in foto, e poi dai una descrizione; ora a meno che non vi fosse anche una legenda con scritto “faccia di demone tipica” già di per se la tua affermazione è scorretta o comunque soggettiva: tu hai arbitrariamente deciso che quei lineamenti corrispondevano all’immagine di un demone, poichè alieni e deformati rispetto ad un tipico volto umano. Poteva essere un Angelo, un alieno, un uomo leone di un altra dimenzione, un effetto speciale, un errore digitale causato da un bug della macchina fotografica…insomma per affermare con certezza che si trattasse di un Demone, prima devi darmi una “matrice” con cui fare il confronto.

    Quando sapremo con certezza:

    1. che i demoni esistono;
    2. che i demoni hanno un certo aspetto;
    3. che i demoni possono sovrapporsi ai volti delle persone nelle foto fatte allo specchio;

    ci saranno delle ragioni in più per poter affermare quello che scrivi…non pensi?

    #58497
    Anonimo
    Inattivo

    no! Dovevi vedere quegli occhi e avresti capito

    #58768
    Anonimo
    Inattivo
    ?Mystery! wrote:
    MaryMoon wrote:
    No no !
    Garantisco che i demoni esistono OGGETTIVAMENTE.
    Io ne ho visto uno chiaro e nitido, sovrapposto alla faccia di una persona a me carissima, in un autoscatto con cellulare fatto allo specchio.
    MAI e poi mai dimenticherò quelle fattezze e soprattutto quegli occhi, così neri, profondi, grandi e sovrumani. Testa “leonina”… e per essere più precisa …a metà tra un viso d’uomo e un muso di leone.
    Non bevo e non faccio uso di droghe.
    E non mi interessa che mi si creda, non ho niente da guadagnare né da perdere. La mia è una testimonianaza fine a sé stessa, se così si può dire, perchè non avrò mai modo di far vedere quella foto, di dimostrare quello che ho visto, perchè la persona l’ha cancellata terrorizzata, dopo averla fatta vedere solo a me.
    So solo che da quel periodo quella persona si è persa, che la sua vita affettiva è un disastro, che la sua salute pure, che i suoi rapporti interpersonali sono inesistenti, che litiga con tutti, che è sempre perennemente triste e depressa, pur essendo una donna molto bella.
    Io ho rinunciato ad aiutarla perchè si può aiutare qualcuno solamente se ha voglia di farsi aiutare, ma posso dire di aver lottato molto, inutilmente.

    MaryMoon, per definizione non può un singolo soggetto (tu in questo caso) garantire qualcosa di ogettivo (ne un insieme di soggetti concordi se per questo, possono bastare).

    Partiamo dal presupposto che l’oggettività pura è qualcosa di estraneo all’essere umano, poichè senza volere ognuno aggiungerà un filtro soggetivo alla propria esperienza quale che essa sia;

    Quindi si, esistono delle cose oggettive, ma l’essere umano non può percepire l’oggettività, per farlo dovrebbe non pensare e non prvoare stimoli umani, cosa che contraddirebbe la sua stessa natura.

    Quel che possiamo fare è, consci di questo limite, tentare di mediare con il ragionamento, ciò che accade all’esterno di noi e ciò che noi pensiamo che accada, con raffronti, tesi e controtesi, per avicinarci il più possibile ad una soluzione oggettiva.

    Ovviamente più un argomento è analizzabile e studiabile, più ci si potrà avvicinare ad una sorta di definizione oggettiva, ciò diminuisce proporzionalmente con il livello di conoscienza globale di un dato argomento in analisi.

    Il campi del paranormale, essendo difficilmente misurabili rientrano, anche quando affrontati in maniera scientifica, nelle categorie delle “pseudoscienze” proprio per questa difficoltà di misurazione. Ciò non toglie che si possa arrivare a scoprire/comprendere certi fattori e meccanismi, proprio come è accaduto in passato in certi rami della scienza…fa parte del progresso.

    Detto questo, nel tuo caso ti vorrei far notare che tu “soggetto” affermi di aver visto un Demone in foto, e poi dai una descrizione; ora a meno che non vi fosse anche una legenda con scritto “faccia di demone tipica” già di per se la tua affermazione è scorretta o comunque soggettiva: tu hai arbitrariamente deciso che quei lineamenti corrispondevano all’immagine di un demone, poichè alieni e deformati rispetto ad un tipico volto umano. Poteva essere un Angelo, un alieno, un uomo leone di un altra dimenzione, un effetto speciale, un errore digitale causato da un bug della macchina fotografica…insomma per affermare con certezza che si trattasse di un Demone, prima devi darmi una “matrice” con cui fare il confronto.

    Quando sapremo con certezza:

    1. che i demoni esistono;
    2. che i demoni hanno un certo aspetto;
    3. che i demoni possono sovrapporsi ai volti delle persone nelle foto fatte allo specchio;

    ci saranno delle ragioni in più per poter affermare quello che scrivi…non pensi?

    Condivido pienamente.
    Anche dal mio punto di vista posso parlare di oggettività (e sempre con un certo margine di flessibilità) solo per tutte quelle cose spiegabili secondo il metodo scientifico, dimostrabili e ripetibili.
    Purtroppo (e non per mancanza di fiducia, dato che anche a me è capitato in alcuni casi di avere esperienze simili alle tue, fortunatamente non con entità “demoniache” secondo la mia interpretazione) vedere una foto e descrivere una persona con dei sintomi che potrebbero essere tranquillamente quelli di una delle tantissime malattie psichiatriche che esistono non è una prova sufficiente per dire che “oggettivamente” esistono i Demoni.
    Se poi tu credi che si tratti di un Demone, beh questa è tutta un’altra questione e rispetto ogni forma di credenza.

    Però dico in generale che bisogna stare sempre molto attenti quando si parla di Demoni, si tratta di un argomento serio e complesso… Anche troppo per poterne discutere apertamente su un forum secondo me.

    #58783
    Anonimo
    Inattivo

    Io invece penso che sia il posto giusto per parlarne..anzi il solo…
    Pensa se parlassimo di presenze in casa a persone comuni,ti arrivano come minimo con l’acqua santa ..come è capitato a me..Se poi fosse un demone. ..

    #58785
    Anonimo
    Inattivo

    E comunque nel dubbio è buona precauzione bruciare della salvia bianca e spargerne i fumi all’interno di ogni stanza della casa, ove si pensi che qualcosa di strano ed inspiegabile stia avvenendo.

    Poi il riuscire con esattezza a determinare l’evento è ben altra cosa.

    La cosa che ho capito negli anni è che in qualche modo si tratta di entità fisiche, tangibili, che seppur pradossalmente rispondono a delle regole fisiche e chimiche (motivo per cui la preghiera è del tutto inefficace, se non per aumentare, nel caso si sia credenti, la forza di volontà propria nell’affrontare il “problema”).

    Tornando alle foto, io sono del parere che il 90 % delle immagini che tratterebbero il tema paranormale siano o spiegabili in altro modo, o falsi. Rimane un 10 % (percentuale ALTA per un campo come questo) che difficilmente è spiegabile con i mezzi e le conoscenze attuali.

    Si tratta di trovare il giusto metodo ed il giusto approccio.

    #58784
    Anonimo
    Inattivo
    Anathema wrote:
    ?Mystery! wrote:
    MaryMoon wrote:
    No no !
    Garantisco che i demoni esistono OGGETTIVAMENTE.
    Io ne ho visto uno chiaro e nitido, sovrapposto alla faccia di una persona a me carissima, in un autoscatto con cellulare fatto allo specchio.
    MAI e poi mai dimenticherò quelle fattezze e soprattutto quegli occhi, così neri, profondi, grandi e sovrumani. Testa “leonina”… e per essere più precisa …a metà tra un viso d’uomo e un muso di leone.
    Non bevo e non faccio uso di droghe.
    E non mi interessa che mi si creda, non ho niente da guadagnare né da perdere. La mia è una testimonianaza fine a sé stessa, se così si può dire, perchè non avrò mai modo di far vedere quella foto, di dimostrare quello che ho visto, perchè la persona l’ha cancellata terrorizzata, dopo averla fatta vedere solo a me.
    So solo che da quel periodo quella persona si è persa, che la sua vita affettiva è un disastro, che la sua salute pure, che i suoi rapporti interpersonali sono inesistenti, che litiga con tutti, che è sempre perennemente triste e depressa, pur essendo una donna molto bella.
    Io ho rinunciato ad aiutarla perchè si può aiutare qualcuno solamente se ha voglia di farsi aiutare, ma posso dire di aver lottato molto, inutilmente.

    MaryMoon, per definizione non può un singolo soggetto (tu in questo caso) garantire qualcosa di ogettivo (ne un insieme di soggetti concordi se per questo, possono bastare).

    Partiamo dal presupposto che l’oggettività pura è qualcosa di estraneo all’essere umano, poichè senza volere ognuno aggiungerà un filtro soggetivo alla propria esperienza quale che essa sia;

    Quindi si, esistono delle cose oggettive, ma l’essere umano non può percepire l’oggettività, per farlo dovrebbe non pensare e non prvoare stimoli umani, cosa che contraddirebbe la sua stessa natura.

    Quel che possiamo fare è, consci di questo limite, tentare di mediare con il ragionamento, ciò che accade all’esterno di noi e ciò che noi pensiamo che accada, con raffronti, tesi e controtesi, per avicinarci il più possibile ad una soluzione oggettiva.

    Ovviamente più un argomento è analizzabile e studiabile, più ci si potrà avvicinare ad una sorta di definizione oggettiva, ciò diminuisce proporzionalmente con il livello di conoscienza globale di un dato argomento in analisi.

    Il campi del paranormale, essendo difficilmente misurabili rientrano, anche quando affrontati in maniera scientifica, nelle categorie delle “pseudoscienze” proprio per questa difficoltà di misurazione. Ciò non toglie che si possa arrivare a scoprire/comprendere certi fattori e meccanismi, proprio come è accaduto in passato in certi rami della scienza…fa parte del progresso.

    Detto questo, nel tuo caso ti vorrei far notare che tu “soggetto” affermi di aver visto un Demone in foto, e poi dai una descrizione; ora a meno che non vi fosse anche una legenda con scritto “faccia di demone tipica” già di per se la tua affermazione è scorretta o comunque soggettiva: tu hai arbitrariamente deciso che quei lineamenti corrispondevano all’immagine di un demone, poichè alieni e deformati rispetto ad un tipico volto umano. Poteva essere un Angelo, un alieno, un uomo leone di un altra dimenzione, un effetto speciale, un errore digitale causato da un bug della macchina fotografica…insomma per affermare con certezza che si trattasse di un Demone, prima devi darmi una “matrice” con cui fare il confronto.

    Quando sapremo con certezza:

    1. che i demoni esistono;
    2. che i demoni hanno un certo aspetto;
    3. che i demoni possono sovrapporsi ai volti delle persone nelle foto fatte allo specchio;

    ci saranno delle ragioni in più per poter affermare quello che scrivi…non pensi?

    Condivido pienamente.
    Anche dal mio punto di vista posso parlare di oggettività (e sempre con un certo margine di flessibilità) solo per tutte quelle cose spiegabili secondo il metodo scientifico, dimostrabili e ripetibili.
    Purtroppo (e non per mancanza di fiducia, dato che anche a me è capitato in alcuni casi di avere esperienze simili alle tue, fortunatamente non con entità “demoniache” secondo la mia interpretazione) vedere una foto e descrivere una persona con dei sintomi che potrebbero essere tranquillamente quelli di una delle tantissime malattie psichiatriche che esistono non è una prova sufficiente per dire che “oggettivamente” esistono i Demoni.
    Se poi tu credi che si tratti di un Demone, beh questa è tutta un’altra questione e rispetto ogni forma di credenza.

    Però dico in generale che bisogna stare sempre molto attenti quando si parla di Demoni, si tratta di un argomento serio e complesso… Anche troppo per poterne discutere apertamente su un forum secondo me.

    Ecco, l’ultima frase la condivido.
    C’è un universo che non conosciamo, c’è un’altra (tante forse) dimensione di cui parliamo e cerchiamo di carpirne qualche segreto, che invece ci sarà svelato, per chi Crede, quando la nostra vita terrena sarà finita; cerchiamo di capire soprattutto in forum come questi, cos’è ….. il paranormale, cosa nasconde, cosa ci trasmette.
    Ci sono molte esperienze, e molto soggettive eppure reali;
    io ho avuto questa, e come giustamente dici tu, è meglio non addentrarsi troppo in questo argomento.
    D’altronde come esiste il male esiste anche il bene, e gli esorcisti esistono in tutte le religioni e filosofie, mascherati da altri nomi che li qualificano, eppure sempre loro…e continuano a fare sempre il loro “sporco” lavoro ;)
    Conosciamo troppo poco per dare giudizi ad esperienze altrui…

Stai visualizzando 8 post - dal 76 a 83 (di 83 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.