Chiudi

Fantasmi…Ma cosa sono ?.

  • Questo topic ha 14 risposte, 3 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 8 anni, 8 mesi fa da Anonimo.
Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 15 totali)
  • Autore
    Post
  • #21736
    Anonimo
    Inattivo

    Oggi,a differenza di qualche anno fa,si parla spesso,e a sproposito,di fantasmi…
    Intanto c’è da osservare che il termine “fantasma” è errato;manifestazione o apparizione sarebbe più esatto e appropriato.
    Ma,per convenienza comune in questo post mi adeguo al termine….

    Il fantasma è ,sostanzialmente l’emanazione del corpo astrale che, come dovremmo sapere,è il doppio del corpo fisico.
    Va da se che se una persona è coinvolta in una apparizione ,questa persona vedrà una figura con tutti i tratti anatomici perfetti e,particolare interessante,anche i capi d’abbigliamento e eventuali monili.
    Quindi da questo discorso è escluso a priori lo Spirito…

    Ora,il corpo astrale è destinato a “disgregarsi” con il passare del tempo,poichè l’energia con il quale è composto,è mantenuta compatta dalla permanenza in esso dell’Anima;ma l’Anima deve” risalire” verso la Luce,verso lo Spirito dalla quale si è staccata per incarnarsi.

    Quando questo avviene,rimane così un “guscio vuoto”,e possono occorrere secoli (secondo la stima del nostro tempo terreno ) prima che il corpo astrale si “disgreghi”

    [attachment=455]fantasma.jpg[/attachment]

    Ma nel caso di una apparizione a un familiare,l’Entità ,per farsi riconoscere,usa le fattezze di quando era in vita,ed essendo il corpo astrale il “doppione” del corpo ,il familiare non avrà difficoltà nel riconoscere il proprio congiunto.

    Può anche succedere che queste presenze si manifestino spontaneamente senza nessun motivo apparente;questo perchè essendo il corpo astrale imprigionato nella nostra atmosfera,questi è trattenuto nella nostra dimensione;quindi questi fantasmi quando appaiono non lo fanno volontariamente,per uno scopo,o per un preciso compito,ma spesso essi sono “assenti”da tutto quello che li circonda,si può dire che vagano in più luoghi senza una meta precisa.
    Lo stesso discorso si applica ai cosi detti fantasmi dei castelli o delle” case infestate”.

    [attachment=456]fantasmabimbo.jpg[/attachment]

    Bisognerebbe però accennare anche al preoccupante fatto delle allucinazioni inerenti presenze malvagie e persecutorie;l’allucinazione,in parapsicologia e nell’Esoterismo è più frequente di quanto si pensi.
    Leggo e sento di persone che “vedono mostri”,o persoe che vengono vessate fisicamente da fantasmi…Questi fatti accadono,certamente,ma non sono opera di questi “gusci vuoti” chiamati fantasmi.
    Già un’apparizione è un fenomeno da analizzare molto bene prima di considerarla” genuina”e non frutto della mente…

    [attachment=457]fantasma-stupidit.gif[/attachment]

    Le Entità,sia del Bene che del Male si manifestano,ma non sono fantasmi;Le Entità che ,ormai libere dai vincoli del corpo astrale,del corpo emotivo e del corpo mentale si manifestano,sono in grado di aggregare gli atomi per formare un’immagine;questo è un altro e più serio discorso….

    #56835
    Anonimo
    Inattivo

    alceste volendo riassumere, un essere incarnato chi deve temere come “contatto” ?

    A quanto ho capito moltissime presenze “paranormali” non le dobbiamo temere minimamente , quindi in generale chi può farci del male venendo da un altro piano di esistenza?

    Saranno pure sciocchezze ma se vedi le cose tipo film l’evocazione, il classico demone cattivo che va a disturbare una famiglia, o l’anima dannata molto cattiva che perseguita una persona, quelle se fossero vere sarebbero esperienze terribili, il punto è capire è se letteratura horror o è mai accaduto

    #56840
    Anonimo
    Inattivo

    @lechateau

    Coloro che ci ostacolano sono sempre le forze del Male…
    Anche in questo caso però,le manifestazioni che il Male usa per contrastarci sono molteplici;non necessariamente un’entità negativa
    si manifesta,anzi il più delle volte queste entità agiscono in modo invisibile e subdolo attaccando la nostra mente,insinuando dubbi,facendo leva sulle nostre debolezze e sui nostri sensi:l’odio,l’invidia,la cupidigia,l’orgoglio,la prevaricazione e la violenza sono l’espressioni più evidenti dell’azione negativa.

    Quando invece si manifestano,assumono le sembianze dettate dalle nostre paure più recondite;spesso il male è rappresentato da figure “mostruose”…
    Sai bene che alcune entità negative ,nel contrastare persone dalla forte Fede e dedite al bene,arrivano ad assumere le sembianze di Angeli o addirittura del Maestro…

    Certo,le entità negative possono colpire e ferire il nostro corpo fisico,mai però privarlo della vita!
    Comunque anche nel caso di questi attacchi negativi,bisogna sempre fare attenzione che non sia la nostra psiche a giocarci brutti scherzi;anche in questi casi,le allucinazioni e le nevrosi o i disturbi della personalità,come l’autolesionismo,vanno tenuti in seria considerazione !
    E questo contempla anche il caso delle “possessioni”,che,come insegnano gli esorcisti,sono molto rare.

    Gli attacchi fisici delle entità negative sono rare, ma hanno sempre un motivo;anche le entità negative non disperdono le energie inutilmente…
    La storia del misticismo Cristiano è esauriente riguardo ai fenomeni descritti…

    Dobbiamo però accettare e comprendere che vi sono delle Leggi Divine che separano la nostra dimensione terrena dalla dimensione dello Spirito.

    Comunque,da sempre,la letteratura horror prima e la cinematografia poi,con i suoi effetti elaborati,hanno sempre fatto presa sulla nostra fantasia,proprio perchè vanno a toccare le nostre paure ancestrali più recondite;per questo dovremmo imparare l’autocontrollo della nostra mente e cercare il contatto con il Divino che è in noi.

    Per il resto,in quanto Figli della Luce,quindi del Bene, in viaggio verso Essa,non dovremmo temere nulla,tranne forse la nostra stessa mente.

    #56836
    Anonimo
    Inattivo

    Alceste sono d’accordo sul fatto che chi è verso il Bene, chi cammina sul giusto sentiero ed ha Dio in lui non deve temere niente, ma ho letto più di una volta la più grande esperienza conos iuta di possessione, quella di annalisa michels, in Germania, qualcosa di sconvolgente, ancora più inquietante per l’assoluta innocenza e incolpevolezza della ragazza, usata da Dio per soffrire in espiazione.
    Io sono molto confuso, questi casi di possesione e soprattutto le interviste fatte dagli esorcisti fanno capire che ogni nostra ansia di conoscenza ulteriore la potremmo pagare carissimo, eppure la mente non può fermarsi al dogma e ai catechismi da prima comunione…..c’è qualcosa che non mi quadra

    #56841
    Anonimo
    Inattivo

    @lechateau

    Siamo o.t. ;speriamo che Enzo e FaCcO non ci tirino le orecchie…

    Riporto una spiegazione che si avvicina molto al mio “concetto”di possessione:

    “Esistono diverse modalità in cui il demonio può influire in modo straordinario su una persona: la prima è la vera e propria possessione, che è il caso più raro e grave. Esistono poi casi di vessazione, di ossessione e di infestazione diabolica.
    Venendo alla possessione, si tratta di un’influenza così forte del demonio su una persona, che questi arriva a utilizzarne il corpo per manifestarsi all’esterno. Insisto sul termine “influenza”: il demonio mai – e ripeto mai – può prendere possesso dell’anima dell’uomo, ma solo del suo corpo. In questo caso l’indemoniato solitamente va in trance e perde coscienza; lo spirito malvagio, da parte sua, usa la bocca della persona per parlare e le sue membra per mostrare una forza sovrumana o compiere gesti eclatanti come, ad esempio, vomitare chiodi, vetri o cose del genere. In questi casi non è la persona impossessata ad agire ma il demonio stesso.
    Vorrei anche sottolineare il fatto che questi non “entra” dentro una persona, ma agisce su di essa attraverso l’influsso della sua forza spirituale, che gli deriva dalla sua natura angelica. Durante la crisi il manifestarsi di fenomeni anomali avviene a tratti, senza continuità. Il soggetto perde coscienza all’improvviso. Negli altri momenti della giornata appare invece assolutamente normale. Le crisi possono essere provocate da motivi esterni, come la preghiera o l’esorcismo, ma più spesso dal demonio stesso, che agisce quando, come e dove vuole: di giorno, di notte o magari quando la persona è in compagnia di amici, perché tutti vedano.
    Aggiungo che il demonio non ci tiene particolarmente a “possedere” qualcuno e ad apparire esternamente, che è il suo modo “straordinario” di agire. Preferisce l’altro potere, quello “ordinario” a cui tutti siamo sottoposti: parliamo qui della tentazione a compiere il male, a peccare. Questa azione, se non adeguatamente combattuta da ciascuno di noi, allontana l’anima da Dio e la instrada verso l’inferno. Il diavolo, quindi, è contento quando comunemente non si crede alla sua esistenza o la si ritiene solo un retaggio medievale: lì può agire indisturbato. Gesù ci dice però come vincerla: vigilando e pregando. Vigilando, con la fuga dalle occasioni; pregando, perché senza l’aiuto di Dio non siamo capaci di vincere la seduzione del peccato. Anche alcuni santi hanno avuto tentazioni tremende fin sul letto di morte. Di qui sappiamo che, finché avremo respiro, non saremo liberi dall’azione ordinaria del demonio.
    Per concludere, solo straordinariamente Satana ricorre ai mali demoniaci. In questi casi ne approfitta per mostrare la sua forza e la sua potenza. Ma sa anche che, esponendosi, riduce il margine di incredulità della gente nei suoi confronti.”
    (Testo raccolto da Stefano Stimamiglio)

    Non sono invece d’accordo con quella parte di Esorcisti che affermano che se aneliamo alla Conoscenza e all’Evoluzione cadiamo vittime delle Entità negative e ne pagheremo le conseguenze !

    Ovviamente queste sono dichiarazioni di parte, cioè il pensiero della Chiesa Cattolica,che non accetta la Reincarnazione…

    Rispetto e non entro in merito.

    Ma non accennano però ai Santi e ai Mistici,alle loro lotte e vessazioni reali da parte delle entità negative,nel loro anelito di Ricerca di Dio; molti fatti sono tenuti nascosti;è una contraddizione,no?

    Ma ci siamo reincarnati apposta per accrescere la Conoscenza;Dio va cercato e conosciuto,in ogni sua forma di manifestazione,nel creato e così in noi;Dio non va accettato solo come Fede ,Ideologia o Teologia,ma conosciuto,anzi,ri-conosciuto!
    E no può essere sufficiente una vita.

    Lo so,lechateau,conosco quello che ti impedisce di “andare oltre”:è il limite derivato da una Fede” imposta”,forse…
    Noi però siamo Liberi anche incatenati,perchè nulla e nessuno può fermare il volo dell’Anima verso il Suo Creatore.

    #56837
    Anonimo
    Inattivo

    [attachment=458]annelieseok.jpg[/attachment]

    #56838
    Anonimo
    Inattivo

    alceste io sono in cammino sul tuo sentiero…a modo mio, con il freno a mano tirato, perchè ho paura di perdere l’amicizia del Creatore, e di perderlo….ma so che la conoscenza non è diabolica come millenni di paure religiose hanno voluto farci credere.

    Ma sento dentro che c’è un limite, non è vero che tutto è lecito all’uomo, io sento che c’è un sottilissimo filo che divide il lecito dall’illecito (per ciò che concerne la conoscenza umana), è un filo pericolosissimo. Per esempio evocare i defunti per me è pericolosissimo (tranne che non siano loro a contattarci), anche cercare di influire sulla materia con l’energia mentale o spirituale può essere pericolosissimo, perchè poi potresti usare questo per avere più di ciò che ti è consentito come essere umano e non va bene, o cercare di riprodurre la vita umana senza la naturale procreazione può essere pericoloso o cercare di sfuggire alla morte fisica o cercare di conoscere il futuro.

    Cosa è naturale e cosa non lo è ? Ecco un argomento bello per aprirci un topic….io su ciò che non è naturale, come appartenente alla natura dell’essere incarnato, non vorrei andarci, lo sento pericoloso, sento che chi ha organizzato tutto e messo i suoi paletti potrebbe risentirsi. Mi piacerebbe sapere che ne pensi, anche se siamo ot :)

    #56842
    Anonimo
    Inattivo

    @lechateau

    Esiste un detto che dice”Il Saggio si ferma la dove l’incosciente si avventura”…

    Questo detto riflette un poco quello che hai scritto;e sono d’accordo con te su quanto affermi.
    L’unica cosa che non credo è che Dio possa risentirsi,poichè questo la considero una reazione prettamente umana .

    Penso che il più alto esempio di cosa sia naturale,l’abbia dato Francesco d’Assisi.
    Non per niente in India è conosciuto e rispettato come uno Yogi Illuminato…

    Cercava e ha trovato Dio nella natura e negli esseri viventi,rifiutando la cultura che spesso annebbia la mente e distorce le Verità.

    Il suo esempio di ricerca è valido e vivo ancora oggi;con la sua apparente e disarmante semplice umiltà è andato incontro al Suo Creatore nutrendosi del Suo Amore.

    Ecco,per me la sua Via è naturale e fatta apposta per l’uomo,perchè non esistono compromessi e ipocrisie quando si “cerca” Dio…

    #56843
    Anonimo
    Inattivo
    alceste wrote:
    L’unica cosa che non credo è che Dio possa risentirsi,poichè questo la considero una reazione prettamente umana .

    E come lo chiami il Diluvio Universale? O la scacciata dall’Eden?

    #56849
    Anonimo
    Inattivo

    Perchè,tu credi ancora nelle favole della Bibbia?
    Ti sei dimenticato la creazione di Eva da una costola di Adamo…

    #56850
    Anonimo
    Inattivo

    <

    La vendetta di un padre- padrone che punisce i propri figli perchè non fanno quello che dice…

    Tipico comportamento umano,non da Creatore.

    #56851
    Anonimo
    Inattivo
    alceste wrote:
    Perchè,tu credi ancora nelle favole della Bibbia?
    Ti sei dimenticato la creazione di Eva da una costola di Adamo…

    Veramente no, né l’una né l’altra.

    Era solo curiosità in quanto mi era parso ci credessi tu :P

    #56852
    Anonimo
    Inattivo

    Evidentemente non hai letto quel che scrivo…Succede… ;)

    #56839
    Anonimo
    Inattivo

    secondo me l’attitudine giusta è quella di non escludere nulla a priori, certo le storie dell’AT sembrano favolette, al più allegorie, ma se fosse tutto vero ? :)

    Nessuno di noi può dire, quello è sbagliato e quello è giusto, questa è la grandezza di Dio, ci illudiamo tutti di aver capito cosa è giusto e cosa è vero, alla fine tutto è giusto e tutto è sbagliato, non esistono prove

    Io scopro la grandezza di Dio in mille cose , una di queste è che tutto è giusto e tutto è sbagliato, abbiamo tutti ragione, ha torto solo chi fa del male agli altri, chi fa del male ha torto oggettivamente, tutti gli altri hanno sempre ragione, Dio non se ne può fregare di meno ;)

    #56853
    Anonimo
    Inattivo

    Sono d’accordo con te al 100×100.

Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 15 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.