Chiudi

Evoluzione cosmica.

  • Questo topic ha 1 risposta, 2 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 6 anni, 1 mese fa da Anonimo.
Stai visualizzando 2 post - dal 1 a 2 (di 2 totali)
  • Autore
    Post
  • #23018
    Anonimo
    Inattivo

    Può sembrare presuntuoso il voler accennare un argomento di cui nessuno conosce nulla,ma in virtù della legge di analogia si possono trarre deduzioni ( per chi ha interesse,ovvio… )tali da condurre in riflessioni interessanti.Considerata l’evoluzione dell’atomo fino ad includere l’intero sistema solare ( senza andare troppo lontano ) nel termine di << atomo >>.Studiando per sommi capi l’atomo nella sostanza e poi l’atomo umano,possiamo applicare le nostre conoscenze riguardo a questi due atomi ad una sfera o atomo ancora più vasta. : un pianeta,chiamandolo atomo planetario;quindi,estendendo l’idea al sistema solare,possiamo affermare che esso può considerarsi una unità ancora maggiore entro un ” più grande tutto “.

    Passando alle forme atomiche subumane si può osservare come le forme dei due regni della natura,il regno vegetale e il regno animale,dimostrino una <> della Divinità.Nel regno animale si può osservare anche un’altra qualità,quella cioè di una mente rudimentale che comincia a mostrarsi.
    Arrivando all’atomo umano troviamo tre aspetti che dimostrano intelligenza,amore e volontà centrale.

    Quando lo scienziato parla,ad esempio,di forza e di energia,quando il cristianesimo parla di Dio e gli Induisti usano espressioni come << io sono quello che sono >> o parlano del Sè,in realtà tutti parlano dell’unica grande vita.Ma si perde molto tempo nel tentativo di dimostrare ” l’errore “l’uno dell’altro e la giusta considerazione della propria interpretazione.

    Viviamo ora in un periodo in cui tutte le forme sembrano frantumarsi.La vita religiosa dei popoli non è più quella che era,dogmi e dottrine di ogni genere sono messi in discussione.
    Molte vecchie forme del pensiero scientifico stanno anch’esse disintegrandosi e le basi delle vecchie filosofie sembrano scosse.
    La nostra società è posta in uno dei periodi più difficili della storia del mondo;un periodo caratterizzato da profondi sconvolgimenti,dalla rovina dei vecchi metodi,legami e rapporti,dal delinearsi all’orizzonte della distruzione di una civiltà.

    Non faccio “catastrofismo “,ma dovremmo noi stessi incoraggiarci ricordandoci che tutto questo è necessario,proprio perchè la vita dentro quelle forme sta diventando così forte che trova in esse una prigione e una limitazione.
    La nostra ansietà è dovuta al fatto che siamo ancora troppo attaccati alla forma e troppo occupati della nostra prigione :se la distruzione avviene è soltanto perchè la vita possa costruire da se nuove forme e perciò evolvere.

    Concludendo,dovremmo sforzarci di comprendere che non vi è materia inorganica,ma che ogni atomo è una vita.Renderci conto che ogni forma è vivente ed è il veicolo d’espressione di qualche entità interiore…

    #65163
    Anonimo
    Inattivo

    Se non altro, anche nel mio periodo di “dubbio” totale, in cui ho cominciato a mettere in dubbio la religione, almeno nella forma in cui mi è stata presentata, e ho iniziato a rivalutare alcune ipotesi evoluzionistiche che un tempo consideravo impossibili, un aspetto continua a rimanere sempre valido: il fatto che il “creato”, se così vogliamo chiamarlo, oppure la natura e l’universo intero, fanno comunque parte di un tutto.
    Gli uomini sono fratelli, anche se non lo intendiamo in senso religioso, gli animali e le piante nascono e crescono utilizzando gli stessi elementi che usiamo noi. Hanno un DNA che codifica la loro crescita usando lo stsso linguaggio che usa il nostro DNA. Insomma, bisogna necessariamente ammettere che siamo parte di un tutto, qualunque sistema di credenze si voglia adottare.

Stai visualizzando 2 post - dal 1 a 2 (di 2 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.