Chiudi

Eclatanti fenomeni in una casa infestata in Russia.

  • Questo topic ha 27 risposte, 9 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 4 anni, 11 mesi fa da Anonimo.
Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 28 totali)
  • Autore
    Post
  • #23455
    Anonimo
    Inattivo

    Oggetti che cadono, stoviglie che volano… e la causa scatenante pare sia un rituale pagano o esoterico svolto dai proprietari dell’abitazione.
    La polizia, dopo aver assistito ai fenomeni, non ha potuto far altro che chiamare un sacerdote esorcista.

    Si tratta di una notizia recente. Se fate una ricerca scrivendo “casa infestata in Russia” si trovano diversi articoli.
    Qui uno: Mosca, la casa è infestata dai fantasmi: la polizia a caccia di sacerdoti esorcisti

    #69646
    Anonimo
    Inattivo

    Escludendo ovviamente la solita fake news è evidente che si sia trattato di un rituale di evocazione che è sfuggito al controllo degli operatori trasformandosi in una infestazione.
    C’è da osservare e puntualizzare che in questi casi l’intervento delle “autorità”religiose e in particolare degli esorcisti non sono di nessun aiuto risolutivo:questo perchè la tradizione degli esorcismi e delle benedizioni si limita solamente ad allontanare eventuali entità basse…Ovviamente queste ritornano.
    Per essere risolutivo,un esorcista o un sacerdote deve essere in grado di “chiudere”il portale d’accesso alla dimensione locale dopo aver disperso le energie delle suddette entità basse.

    #69647
    Anonimo
    Inattivo

    Quando accadono certi fenomeni, i cosidetti poltergeist, non è una sola presenza a provocarli, come spesso si crede. Ho assistito ad una cosa analoga, diversi anni fa, ad Amalfi, dove eravamo ospiti per un week end a casa di una zia di mia moglie.Pare che i cugini della mia consorte avevano svolto una sorta di seduta spiritica molto improvvisata, e da li, per alcune settimane, successero cose davvero raccapriccianti….come resti di animali trovati in casa e sbucati dal nulla, oppure di casa a soqquadro al rientro da un’ uscita, voci sia diurne che notturne e piatti che andavano in frantumi da soli nel colapiatti, sciacquone del water che scaricava da solo nel bel mezzo della notte etc. Durante il pernottamento, in quel week end, personalmente sentivo solo come un’ oppressione non spiegabile a parole, ma per non far impressionare mia moglie non dicevo nulla… sapevo che nella stanza non eravamo da soli, avevamo compagnia..ne sentivo almeno 4, non ostili, ma neanche definibili benevole. Da tener conto che sia io che mia moglie eravamo allo scuro di tutti i fenomeni che nel frattempo stavano accadendo, solo dopo aver assistito ad uno di essi, in pieno pomeriggio, la zia sputò fuori il rospo. Eravamo a tavola e stavamo organizzandoci per scendere in spiaggia, quando ad un tratto tutti i libri ed enciclopedie contenuti in una vecchia libreria caddero a terra ed un piatto nel lavabo si spaccò a metà da solo senza che nessuno lo toccasse. Inutile spiegare lo spavento generale, nel frattempo io avevo già collegato ed attribuito il tutto a quello avvertito nelle notti precedenti. Fu così che la zia vuotò il sacco, maledicendo i figli che si accingevano spesso nell’ inoltrarsi in certe pratiche che lei non approvava. A quanto pare a nulla servirono l’ intervento di alcuni preti della zona…i fenomeni si placarono da soli dopo un po’ di tempo fino a scomparire del tutto così come erano iniziati.

    #69654
    Anonimo
    Inattivo

    Cioè hai visto personalmente i libri cadere dalla libreria? Cadere proprio fuori? In maniera violenta? Ci spieghi un po’ meglio?

    #69662
    Anonimo
    Inattivo
    valle wrote:
    Cioè hai visto personalmente i libri cadere dalla libreria? Cadere proprio fuori? In maniera violenta? Ci spieghi un po’ meglio?

    Si Valle hai capito perfettamente, davanti agli occhi miei e dei restanti presenti, in tutto 6-7 persone. I libri sono cascati a terra cone se qualcuno ci avesse nesso un braccio dietro e li abbia spinti fuori dalla mensola dove erano riposti…inoltre la zia di mia moglie aveva tolto dalla tavola dei piatti dove avevamo consumata della frutta e poi riposti nel lavabo…l’ ultimo piatto in cima alla pila si è diviso in due quasi di netto emettendo un rumore sordo. Io non mi son sentito tanto bene, ho avuto un leggerissimo malore. Dopo la zia di mia moglie ha iniziato ad inveire contro i 3 figli, una femmina e un maschio (l’ altro maschio non aveva partecipato alle sedute) presenti al momento, e a prenderli a male parole per quello che avevano provocato dopo quelle pratiche che avevano inolrato insieme ad altri amici loro coetanei.

    #69648
    Anonimo
    Inattivo

    Ma tu Gemini dopo quell’esperienza hai ancora dei dubbi sull’esistenza di un’altra dimensione o sei giunto alla certezza totale? Mi pare un episodio mica da nulla…

    Inviato dal mio SM-A300FU utilizzando Tapatalk

    #69663
    Anonimo
    Inattivo

    I libri che cadono dalla libreria come spinti verso l’esterno è sicuramente un evento rilevante che deve fare pensare.
    Il piatto che si spezza in due, a mio avviso no. Questo perché sia piatti che bicchieri possono rompersi all’improvviso, con un colpo secco, anche quando non vengono toccati. E’ capitato anche a me di sentire un bicchiere rompersi con un TOC secco diversi minuti dopo averlo messo nel lavandino.
    E’ vero che i due eventi, libri più piatto, messi insieme fanno pensare.
    Resterebbe da capire, ma per questo bisognerebbe trovarsi sul posto mentre accade, se i libri sono espulsi con forza verso l’esterno oppure sono scivolati, magari con una sorta di “effetto domino” uno contro l’altro e poi sono caduti. Il che potrebbe significare che il primo libro a muoversi può provocare una sequenza a catena che ne butta giù diversi. Li hai visti solo quando erano finiti a terra oppure li hai visti mentre erano espulsi con forza durante il movimento?

    #69655
    Anonimo
    Inattivo

    Gemini, mi hai fatto venire la pelle d’oca

    #69668
    Anonimo
    Inattivo

    @Lunablu
    Non ho mai avuto dubbi su altre dimensioni, dall’ adolescenza ad oggi ho avuto molti riscontri…troppi per mandarli a giudizio o ignorarli.

    @Valle
    No non è stato un’ effetto domino, i testi ed alcune vecchie enciclopedie erano disposti in quei vani appositi delle librerie, potevano venir fuori soltanto sfilandoli. Quando saltarono fuori io mi trovavo di lato a 3-4 metri…li ho visti cascare a terra a gruppi. Per quanto riguarda il piatto, beh lo so che spesso anche una brusca escursione termica può causarne la rottura specie se cè già una lesione, ma in quel caso non è stato così…i piatti furono riposti nel lavabo per toglierli dalla tavola…dovevamo scendere in spiaggia quindi non sono neanche stati lavati o altro. Quella cosa l’ ho sognata per diversi anni successivamente, talmente che ne rimasi impressionato. Credo che qualunque forza abbia agito ha attinto molto dalla mia energia vitale tanto da provocarmi una specie di abbassamento di pressione.

    @Gingia
    Ciao bentrovata, era da parecchio! Beh si, immagina che io tornavo dal viaggio di nozze, era luglio del 1999, e come estensione della luna di miele ci concedemmo ulteriore svago in Costiera Amalfitana…ma sarebbe stato meglio evitare…a saperlo.

    #69649
    Anonimo
    Inattivo

    @Gemini
    Come ti invidio…cosa darei per avere la certezza che non si riduce tutto a questa squallida realta’ della quale siamo prigionieri…sarebbe bello che raccontassi ancora qualche episodio che ti e’ successo, per infondere un po’ di speranza a chi l’ha quasi persa…

    Inviato dal mio SM-A300FU utilizzando Tapatalk

    #69670
    Anonimo
    Inattivo

    @Lunablu
    Non so se è il caso di invidiarmi, credimi, non parlo spesso di me e delle cose che mi accadono in genere, diciamo che prediliggo più ascoltare gli altri. La certezza che tutto non finisce con la morte biologica costa caro, lunablu, molto caro…

    #69650
    Anonimo
    Inattivo

    @Gemini
    Va bene, rispetto il tuo voler mantenere la privacy, ciononostante rimango della mia idea, darei oro per essere al tuo posto, perche’ tu sai cosa c’e’ al di la del velo, io permango nella mia non beata ignoranza senza poter intravedere nulla…

    Inviato dal mio SM-A300FU utilizzando Tapatalk

    #69672
    Anonimo
    Inattivo

    Lunablu, non è una questione di privacy…è solo che certe esperienze evocano dei brutti ricordi, cose del calibro che mentre a stento e a fatica stavo togliendo appena in tempo il cappio dal collo ad una persona che aveva deciso di farla finita, mentre quest’ ultima mi urina a dosso per l’ effetto della strangolazione sentivo chiaramente incitarmi alle spalle ad appendermici alle gambe per favorire l’ effetto strozzo, ed ero solo un ragazzo di 19 anni…quindi quando mi sento in vena e moralmente in frequenza qualcosa la vuoto. Non sottovalutarti mai, non puoi essere ignorante in queste cose, la natura non ti permette di esserlo…e non cè nessun velo. Sfrutta l’ attenzione, per me è un senso extra, sii attenta, impegnati ad esserlo se di natura sei sottotono in tal senso, poi vedrai… e magari mi dirai.

    #69669
    Anonimo
    Inattivo
    Gemini wrote:
    No non è stato un’ effetto domino, i testi ed alcune vecchie enciclopedie erano disposti in quei vani appositi delle librerie, potevano venir fuori soltanto sfilandoli. Quando saltarono fuori io mi trovavo di lato a 3-4 metri…li ho visti cascare a terra a gruppi.

    Non metto in dubbio che ciò che è accaduto è anomalo. Impossibile o meglio improbabile dato che è successo. Ma… non credo che per quanto foste nei pressi della libreria, stavate parlando guardando i libri. Dico bene? Non credo che eravate a 3-4 metri di distanza come dici tu, parlavate tra voi, ma lo facevate mentre avevate lo sguardo fisso su quei libri nel contempo. Sarebbe un modo strano di parlarsi. Non è che forse sei sicuro di aver visto tutto il movimento del libro, ma in realtà ne hai visto solo buona parte (quella evidente non c’è dubbio) ricostruendo per logica ed immaginazione la fase mancante essendotene poi abbastanza convinto per darla come certa? Con queste domande non sto assolutamente negando che la cosa è molto strana, sto solo portando sul tavolo altre considerazioni. Perché se si vuole essere obiettivi, a mio parere, a meno che non stavate parlando di quanto erano ben rilegati quei libri da avere la vostra attenzione, il fatto che in quel momento hai visto il libro spinto fuori dalla sua sede è strano tanto quanto l’essere spinto stesso.

    #69677
    Anonimo
    Inattivo

    @Emiliano
    Beh, credo di dover fare ulteriore chiarezza. Essendo un’ unico grande ambiente aperto sia la cucina che il soggiorno, il tavolo dove eravamo seduti si trovava parallelamente alla libreria ma a distanza di, se ricordo bene, circa 3/4 metri non di più. Alcune persone che erano sedute su un lato del tavolo avevano la libreria di fronte ma con parallasse spostato, tuttavia sedendo li si aveva piena visuale del mobile… io invece sedevo al lato opposto e all’ angolo del tavolo più vicino alla libreria quindi dando le spalle alla stessa parete dove era accostato il mobile…anche in questo caso, girando la testa verso destra si poteva osservare il mobile nella sua interezza e la lunga fila di libri. Quando iniziarono a cadere i testi (60, forse 70 in toto) non lo fecero all’ unisono, bensì alcuni alla volta, il rumore dei primi caduti a terra fece si che la nostra attenzione si rivolgesse tutta in quella direzione, e fu li che ho visto (abbiamo visto) che i libri venivano fuori come se qualcuno li prendesse e li sfilasse via, oppure li spingesse da dietro, poi abbiamo avvertito il rumore del piatto provenire dal lavandino. Il tutto è durato alcuni secondi.

Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 28 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.