Chiudi

disturbi del sonno e collegamenti.

Home Page Forum ESPERIENZE PERSONALI Altro disturbi del sonno e collegamenti

  • Questo topic ha 7 risposte, 3 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 12 anni, 3 mesi fa da Anonimo.
Stai visualizzando 8 post - dal 1 a 8 (di 8 totali)
  • Autore
    Post
  • #20493
    Anonimo
    Inattivo

    Ciao a tutti

    eccomi qua con la prima domanda e osservazione. Navigando un pò in rete, leggendo varie esperienze nel campo del paranormale, ascoltando anche racconti di persone che conosco, ho riscontrato che, nella maggior parte dei casi, le persone che sono più sensibili a determinate percezioni spesso soffrono di disturbi del sonno sin dall’infanzia (sonnambulismo, insonnia, parvor etc etc). Avete avuto anche voi gli stessi riscontri? Se si come credete che tutto ciò possa essere collegato con il “sentire”?
    Io è da molto che ci rifletto su e non mi sono ancora fatta un’idea precisa, forse chi soffre di queste patologie riesce, soprattutto durante la notte momento in cui certe situazioni sono più acuite ed esasperate, ad entrare in uno stato tale che gli permettere di stabilire un collegamento.
    Un saluto a tutti

    #44972
    Anonimo
    Inattivo

    … mi domando

    se non può essere il contrario, ovvero, che avere questi accadimenti, nella maggior parte dei casi, genera angoscie che poi rendono difficile il sonno …

    potrebbe essere letta così la cosa …
    e devo dire che per la maggior parte delle persone che ho conosciuto è stato così …

    di fatto la notte, a mio avviso, è più conciliante per determinate cose poichè la vita si spegne, i rumori si assentano e si acquisisce maggiore attenzione a ciò che ci sta attorno …

    #44978
    Anonimo
    Inattivo

    Si potebbe anche essere il contrario effettivamente, ma non so perchè non mi convince, propendo più a pensare che il legame sia Disturbo/evento e non viceversa! Credo che nel momento un cui scatta il disturbo, si attivi un “qualcosa”

    #44973
    Anonimo
    Inattivo

    probabilmente potrebbe essere entrambe le cose …
    di fatto accadono eventi, a volte molto intensi, sia a chi soffre di disturbi del sonno sia prima dell’evento stesso che dopo.

    di fatto ci deve essere una predisposizione di altro genere …
    ad esempio ho notato che molte persone che hanno questi tipi di esperienze hanno
    avuto qualcosa di tragico nella vita o hanno subito forti condizionamenti con conseguenziali blochi emotivi che una volti sbloccati per mezzo di diverse pratiche portano a determinate situiazioni …

    tu che indicazioni hai basate sulle tue osservazioni?

    #44979
    Anonimo
    Inattivo

    De Bergerac ha scritto:

    Quote:
    probabilmente potrebbe essere entrambe le cose …
    di fatto accadono eventi, a volte molto intensi, sia a chi soffre di disturbi del sonno sia prima dell’evento stesso che dopo.

    tu che indicazioni hai basate sulle tue osservazioni?

    Non ho ovviamente basi solide per affermare ciò che dico, è tutto dettato dall’esperienza e da racconti “sentiti” in giro.
    Nel senso che ho notato che tutti coloro che mi hanno raccontato di aver vissuto situazioni particolari, ho poi scoperto che hanno anche avuto o hanno ancora disturbi del sonno. Non sempre il disturbo persiste, spesso ne hanno sofferto solo in tenera età e poi è sparito ed è per questo che non credo che il fenomeno crei il disturbo, altrimenti persisterebbe nel tempo. Ma ovviamente è solo una mia opinione tranquillamente confutabile.

    #44974
    Anonimo
    Inattivo

    un legame di qualche genere cè
    poichè solitamente queste cose accadono nel rilassamento presonno e nellostato di semi coscenza prima del risveglio …
    potrebbe essere che le persone con disturbo del sonno abbiamo queste due fasi molto più dilatate e quindi hanno fenomeni, che per il lungo tempo che la fase dura, sentono vividi e li percepiscono come reali

    #44975
    Anonimo
    Inattivo

    C’è indubbiamente un legame di qualche tipo.
    Ma c’è anche da dire che episodi di questo genere portano a circoli viziosi pericolosi; può essere vero che persone particolarmente sensibili possono essere soggette a disturbi del sonno, ma a volte è vero anche il contrario: disturbi del sonno posso portare le persone a pensare di essere particolarmente sensibili.
    Un esempio può essere l’ allucinazione ipnagogica: è un disturbo abbastanza comune e innocuo, ma che porta a una distorsione tremenda della realtà.
    Un l’altro esempio è la paralisi ipnagogica dove pur essendo coscienti, non si ha il controllo del corpo (detta in breve, il cervello è sveglio, il corpo no).
    Un’altra ancora è la sensazione vivissima che si prova nello stato ipnopompico, dove si “vedeno” delle presenze attorno noi.

    #44976
    Anonimo
    Inattivo

    stamattina, in viaggio verso il lavoro, facevo una cdonsiderazione
    più che legata a stati del disturbo del sonno sembra che queste cose accadano molto più spesso a persone che hanno una fragilità mentale ed emotiva molto ampia

Stai visualizzando 8 post - dal 1 a 8 (di 8 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.