Chiudi

Capire il Karma, amare la provvidenza.

  • Questo topic ha 1 risposta, 2 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 6 anni, 10 mesi fa da Anonimo.
Stai visualizzando 2 post - dal 1 a 2 (di 2 totali)
  • Autore
    Post
  • #22518
    Anonimo
    Inattivo

    [attachment=936]CapireilKarma,Amarelaprovvidenza.pdf[/attachment]

    Recentemente ho letto questo breve PDF di 35 pagine sul concetto di Karma che è un punto fondamentale della filosofia esoterica.
    In una parte l’ho trovato persino un po’ commuovente. Cito alcuni dei passaggi che mi hanno colpita di più:

    “Karma” significa interazione tra una forza superiore e la libera autodeterminazione dell’uomo. Significa: ogni uomo è oggi ciò che ha fatto di se stesso nel corso di un lungo passato.
    Per il karma il “caso” non esiste, è soltanto un vuoto di pensiero.

    La natura conserva se stessa intera, e la propria immagine integra, nell’esperienza di ogni mente. […]
    Tutti gli esseri umani, tutte le cose che abbiamo conosciuto sono qui presenti, e molti di più di quanti ne vediamo. Il mondo è pieno. Come dicevano gli antichi: il mondo è un pieno solido; e se vedessimo tutte le cose che effettivamente ci circondano, ci sentiremmo imprigionati e incapaci di muoverci.
    Nulla è morto; gli uomini si fingono morti, tollerano falsi funerali e dolenti necrologi mentre stanno lì a guardare dalla finestra, sereni e in buona salute, in un nuovo e strano travestimento.

    Il “Karma” è sempre positivo, perché ci fa vivere sempre quelle cose che ci fanno progredire.
    La sofferenza, una malattia, si fonda sì sul passato sul passato di chi la subisce, ma non è mai pensata come una punizione, bensì sempre come un’opportunità di imparare anche dagli errori, di ricavare il meglio da ogni situazione.

    Tramite la successione delle incarnazioni diventiamo non solo più perfetti, ma in un certo modo anche più imperfetti. Non siamo forse più imperfetti di prima dopo aver insultato o danneggiato qualcuno? Dobbiamo quindi pareggiare il torto mettendo al mondo un’azione che lo compensi.
    Quando superiamo i nostri dolori e sofferenze, superiamo anche le nostre imperfezioni. I dolori sono in grado di farci guadagnare in forza, possiamo diventare più perfetti attraverso le sofferenze. Nella vita, ogni dolore, ogni sofferenza, ogni ostacolo deve ricordarci che abbiamo dentro di noi un uomo più saggio di noi.

    #61341
    Anonimo
    Inattivo

    questo è il limite del karma per la mia debole mente. Accettare che un bambino/a abbia scelto di vivere l’orrore per compensare errori del passato e migliorarsi

Stai visualizzando 2 post - dal 1 a 2 (di 2 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.