Chiudi

Rispondi a: Cervello radiante?.

#77207
Anonimo
Inattivo

Ma dovete sempre scomodare il soprannaturale, i poteri della mente, i poteri nascosti in ognuno di noi e quant’altro?

Si tratta solo di psicologia. Quando ti sei sentito meglio, hai visto il mondo e te stesso con occhi diversi. Liberato dalla depressione ti sei sentito carico di potenza, di possibilità, di energie. Anche la lingua che si scioglie coi conoscenti è un sintomo di libertà dalle inibizioni. In un certo senso è vero che modifichiamo la realtà a seconda di come la guardiamo, ma non si tratta di modifiche fisiche mediante le radiazioni magnetiche cerebrali (alé, mancano solo i raggi cosmici dagli occhi, i pugni perforanti e i siluri protonici, e potremmo dire di essere Mazinga). Le modifiche fisiche sono limitate a quello che decidiamo di fare (stringere amicizie, iniziare progetti, cimentarsi in eccitanti avventure ecc.), e quello che decidiamo di fare dipende dal morale, da come ci sentiamo mentalmente, da cui deriva appunto un modo particolare di vedere le cose.

Ti consiglio di leggere qualche testo sugli archetipi psicologici. Nel momento in cui hai visto il mondo a quel modo credo tu sia diventato per un attimo “il mago”. E intendiamoci non è il mago che spara scariche elettriche dalle mani o trasmuta la materia vile in oro… Il soprannaturale non ci azzecca niente.

Per il resto, la storia delle pulci e del navigatore non la commento neanche, possono essere stati solo un caso. Mi sembra però di capire che siano stati loro a innescare il tuo fissarti sui superpoteri… Torna coi piedi per terra e ascolta gli psicologi. Magari torna a quel momento speciale, con la memoria, e analizzalo. Potresti trovare la chiave per ripeterlo (magari andando a vedere un film migliore di Aladin) e trattenerlo, e diventare mago a vita. A quel punto sì che potrai fare cose stupende, realizzare i tuoi sogni, vivere felice…