Chiudi

Rispondi a: Alcune argomentazioni a sostegno del fatto che gli psichedelici ( se usati bene ) sono positivi.

#74318
Anonimo
Inattivo

Yamuna, ogni persona è libera di scegliere in autonomia. Si spera che poi uno non debba dire “ma chi me l’ha fatto fare ad infilarmi in questa situazione?”. Come ha detto Emiliano circa la consapevolezza dei propri limiti, nessuno è in grado di sapere in anticipo come reagirà con una determinata sostanza, soprattutto se parliamo di psichedelici, enteogeni, dissociativi e così via.

Tanto per dare un’idea della potenza di tali sostanze, nel caso dell’LSD, per esempio, non si ragiona nemmeno in termini di milligrammi (millesima parte di un grammo), come per gran parte delle sostanze, ma di microgrammi di principio attivo, cioè milionesimi di un grammo! Dato che non stiamo parlando di dosi titolate da case farmaceutiche, ma prodotte in maniera clandestina, non hai assolutamente la possibilità di accertarti della concentrazione del principio attivo contenuto nel prodotto. “Francobolli”, “carte”, e così via hanno di volta in volta concentrazioni variabili e quindi potenza sconosciuta. Visto che 30 µg di LSD cominciano a dare effetti evidenti e 150 µg possono già spingere una persona non pronta a rivolgersi al pronto soccorso in preda al panico puro, direi che il margine non sia così sicuro per una sostanza da mercato nero.

Il tutto potrebbe essere accettabile se il problema fosse rappresentato solo dalla durata dell’effetto immediato, ma purtroppo esiste un’altra possibilità, quella del cosddetto disturbo persistente della percezione da allucinogeno, che più comunemente è conosciuto come flashback, e si può verificare anche giorni, settimane e mesi dopo l’assunzione.

Ti piacerebbe essere nell’ufficio del tuo direttore, mesi dopo la tua sperimentazione, per parlare di un progetto, e all’improvviso sgranare gli occhi e spalancare la bocca perché invece del tuo direttore stai vedendo un grande lucertolone con la lingua biforcuta? :hahahaha:
Di testa ne abbiamo soltanto una. Conserviamola bene.