Chiudi

Rispondi a: E se noi fossimo solo (si fa per dire) una creatura di una AI dotata di enorme potenza di calcolo ?.

#74172
Anonimo
Inattivo
ParanormalStudio Emiliano wrote:
Guida galattica per autostoppisti?

La fantascienza è fantastica ma non risponde alle domande che l’ uomo si pone da sempre, essa suggerisce mondi possibili, e, se ci badate bene, mondi dove la trascendenza non è mai presente. Altrimenti entriamo nel genere fantasy, che è anch’esso fantastico ma non plausibile. I fenomeni paranormali sono fantasy ,ma tutti noi o quasi possiamo testimoniare di aver avuto qualche esperienza paranormale. Un grande intellettuale e poeta del secolo scorso, Eugenio Montale (1896-1981) affermava nelle sue poesie che questi momenti magici potevano essere (metaforicamente) l’ anello che non tiene, il buco nella rete della realtà ; I limoni, per esempio, quelli della omonima poesia, essi, si chiedeva Montale, non potevano metterci in contatto con la trascendenza? Oppure i fari della petroliera ne “La casa dei doganieri”? Ci sono anche altri esempi. Ecco che, se eliminiamo la trascendenza ,possiamo anche identificare questi momenti come il segnale che tutto sia artificiale, come Truman in Truman Show il film (1998) aveva intuito. vi ricordate? Più si avvicinava a comprendere la realtà più era bloccato, dapprima mentalmente con la fobia dell’ acqua ma poi anche fisicamente con il finto incendio e poi anche la finta Chernobil, cose estremamente improbabili. La scienza è uguale, più vediamo l’ infinitamente piccolo più tutto diventa assurdo, anche l’ immensamente grande, infiniti universi con infiniti noi stessi che facciamo le stesse cose una infinità di volte. E’ alquanto strano, se io per esempio vedo una figura lontana che assomiglia al mio amico Matteo, più mi avvicino più comprendo che ; o e lui o non è lui. Nella scienza invece è il contrario, addirittura esiste il dogma chiamato interpretazione di Copenaghen (Wikipedia) che afferma che se portiamo i risultati dell’ indagine in campo quantistico ad un livello macroscopico tutto diventa paradossale. Secondo me questo dogma non ha ragione di esistere. E’ un po’ come la dialettica di Hegel, una cosa da superare. Dite la vostra..comunque possiamo anche credere nella trascendenza, in fondo quello che ho immaginato e scritto nel topic deriva da una ipotesi piuttosto comune, una creazione senza elementi della trascendenza. Quindi : o alieni o AI.. oppure..chi altri??