Chiudi

Rispondi a: Viaggi Astrali.

#74109
Anonimo
Inattivo

Allora, Emiliano, tu puoi trovare soddisfazione molto più facilmente perché è praticamente certo che “almeno” dentro la nostra psiche si possa viaggiare. “se” ed è soltanto un’ipotesi, ciò che hanno sempre fatto gli sciamani e ciò che fanno i viaggiatori “astrali” non ha riscontro in una realtà oggettiva, allora l’alternativa per spiegare il fenomeno è semplicemente una sorta di viaggio all’interno della propria psiche. Anche volerle definire “allucinazioni” non cambierebbe molto la natura della cosa perchè le allucinazioni, i sogni, le visioni indotte da sostanze o da farmaci (succede anche con gli anestetici come la chetamina) sono tutti prodotti della nostra mente. Quindi in un certo senso si viaggia, si naviga attraverso i meandri della propria mente, dove è possibile incontrare dei mostri oppure degli spiriti guida. Dei luighi di luce e di pace, così come luoghi infernali. Tutti questi contenuti esistono dentro di noi, quindi sì, viaggiare all’interno della nostra mente è un’esperienza affascinante senza ombra di dubbio.

Il tutto diventa ancora più affascinante se ci aggiungiamo l’ipotesi (Jung) dell’inconscio collettivo. In tal caso ciò che si incontra nel viaggio nella propria mente non è solo nostro, frutto della nostra esperienza. Ma è frutto dell’esperienza dei nostri avi, degli antichi, degli ominidi.
Vi rendete conto della vastità del tesoro che si può ritrovare nella mente di un solo uomo, se in questa mente può risiedere la conoscenza accumulata in tutto il corso della storia dagli uomini che ci hanno preceduti?

In questo senso parlare di oggettiva esistenza oppure no di uno spirito guida, come entità reale, non è completamente sensata né importante, perché se nella nostra psiche risiedono conoscenze che ereditiamo attraverso una sorta di inconscio collettivo dalla notte dei tempi, quegli spiriti in effetti sono in noi. Non sono vivi biologicamente parlando, non sono presenti oggi, ma presente è il loro spirito, nel senso di conoscenza, eredità.

Per me tutto ciò è incredibilmente affascinante.