Chiudi

Rispondi a: La vicina di casa, iettatrice inconsapevole?.

#73929
Anonimo
Inattivo

No ragazzi, non ci siamo. Qua non si tratta di dicerie, di voci di corridoio, e neanche come dice Valle del resoconto, dei pettegolezzi, dei vicini di casa. Se io ho la certezza di quanto ho riportato su questa persona, torno a ripetere che è perché l’ho sperimentato sulla mia pelle. Non una volta, ma diverse volte. Quando ho capito che avevo a che fare con una persona…diciamo particolare, allora ho iniziato a cercare a modo mio altre “prove” e ne ho trovate a decine. Alcune decine di persone molte delle quali non si conoscono tra di loro e che quindi non hanno potuto condizionarsi l’un l’altro, che a loro volta hanno avuto disavventure anche gravi, subito in seguito all’aver avuto a che fare con questa persona. Questa persona, che a sua volta, ha avuto da ridire sulle persone “colpite” giusto qualche ora, o al massimo qualche giorno, prima che si verificassero gli eventi negativi. Tanto che la sua stessa famiglia la tiene lontana il più possibile. E ripeto ancora, la simpatica vicina è lei stessa, per prima, a ribadire ogni volta che quando lei vuole, le basta aprire bocca per non far avere più bene a una determinata persona. Solo che secondo lei, questo accade perché lei è sempre nel giusto ed è “Dio” a fare giustizia.
Riporto un altro episodio dello scorso anno: Si trovava in casa mia, discuteva con mia madre di cose futili. Si affaccia un attimo alla finestra, e di fronte a noi, nel condominio di fronte, abita una donna anziana, sopra gli 80 anni, che vive sola. Ma si tratta di quelle persone sempre attive ed indipendenti. Lei la osserva per qualche secondo mentre la donna fa le pulizie, e poi spara: “guarda là, quella c’ha 80 anni e guarda come sale e scende dalla scala per pulire casa, e fa questo tutti i giorni, vorrei arrivarci anche io a 80 anni cosi in salute e attiva, che caspita ma come fa a stare sempre cosi in forma?”.
tre giorni dopo, ripeto tre, andando alla finestra noto questa signora seduta dietro la finestra, con una gamba completamente ingessata!
Ed è rimasta in quelle condizioni per almeno un mese.
Io avevo già le mie certezze sulla vicina, quindi appena la rivedo le dico: Avete visto, la vecchietta di fronte della quale parlavate pochi giorni fa, ha una gamba ingessata. Lei ride e risponde: “e vabbè, una volta tanto qualcosa di soldi in medicine dovrà spenderli anche lei”.
Ripeto, di eventi simili nel corso di questi quasi 20 anni che la conosco, ve ne potrei raccontare a decine e decine. Come si può parlare quindi di casualità, coincidenze?
Infine, per rispondere all’utente Nyma: Ciao a te. No, in un forum sul Paranormale non bisogna sempre appoggiare tutto, ma neanche si può ad ogni esperienza personale riportata rispondere con un: sono tutte suggestioni, casualità, superstizioni, e ancora “non bisogna parlarne cose se fossero cose vere”. Altrimenti non ci può essere alcun margine di ragionamento e il forum perde qualsiasi utilità in questo senso.