Chiudi

Rispondi a: La vicina di casa, iettatrice inconsapevole?.

#73925
Anonimo
Inattivo

Se la “iettatura” diventa difficile da spiegare con semplici fenomeni suggestivi e autosuggestivi, ancora più difficile – se non impossibile allo stato attuale – diventa spiegarla con chiaroveggenza, telepatia, psicocinesi, precognizione ecc., fenomeni che, fino a prova contraria, non sono mai stati oggettivamente dimostrati, bensì solo soggettivamente sperimentati da singoli. E proprio qui, come il cacio sui maccheroni, ci starebbe il discorso dell’autosuggestione (che tra l’altro, al contrario, è facilmente sperimentabile da chiunque), appunto potendo ipotizzare che sia/diventi/ci sembri vero… proprio ciò che noi stessi riteniamo essere vero…

Il post di MrKrueger voleva essere soprattutto ironico, ma visto lo sviluppo che ha avuto vorrei solo dire – sempre rispettando le opinioni altrui – che comunque secondo me bisogna stare molto attenti ai messaggi che si fanno passare quando si scrive di certi argomenti. Si sa che ci sono tanti individui pronti ad approfittare – a scopo di lucro – delle persone più deboli, influenzabili o che, per ragioni diverse, si trovano in un momento di particolare fragilità e che allora, con ingenuità sorprendente, convincendosi di essere “vittime” di fatture, malocchi, sortilegi o chissà che altra cosa, possono cadere nelle mani di chi se ne approfitta senza farsi scrupoli.

Parlo genericamente, ma il discorso potrebbe allargarsi anche a situazioni molto serie, come ad es. una persona che si ammali e si convinca di essere vittima di un “sortilegio”, quindi decida di abbandonare le cure mediche e rivolgersi ad un “guaritore”…. Quante ne abbiamo sentite di queste storie in giro (finite tragicamente)?…

Perciò, caution… perché credo che nessuno qui voglia “fare un favore” a chi si guadagna da vivere sfruttando i problemi altrui, futili o gravi che siano.