Chiudi

Rispondi a: Aiuto! Strani avvenimenti in casa.

#72932
Anonimo
Inattivo

Ciao

Prima di parlare di paranormale e pensare solo a capire “di quale entità si tratta” e se “ti vuol comunicare qualcosa”, bisognerebbe chiedersi “se si tratta di un’entità”. Se dovessimo dare per certo che svegliarsi con un livido o un graffio vuol dire che qualcosa ci ha toccato, allora chiunque (me compreso) è stato bersagliato da uno spirito. Non credo che sia così, i lividi ce li possiamo benissimo fare senza rendercene conto, sia durante il sonno sia ben prima ma uscire (o vederli) solo dopo, anche se in posti parecchio evidenti del nostro corpo. Non sarebbe certo la prima volta che una persona mi dice “che ti sei fatto al braccio” ed accorgermi solo in quel momento di avere un bel graffio, magari fatto ad inizio giornata. Ovvio, certezze che per il tuo livido sia andata così ed è tutto più che normale non ce ne sono, ma perché l’ipotesi del fantasma (e magari angosciarci per quello) dovrebbe essere più probabile? Su quali basi? Poi ovviamente nel dubbio è giusto che ognuno propenda per ciò che è più portato a credere e che si ponga le domande in merito, ma non dimentichiamoci dell’altra strada.

Premesso tutto questo quindi, se vogliamo invece percorrere la via paranormale e credere che ci sia un’entità in camera, davvero pensiamo che possa impostare la suoneria dello smartphone? Sono sempre stato parecchio perplesso dall’idea di un’interferenza di questo tipo, così come l’entrare nel televisore per farsi vedere. Parliamo piuttosto dei lividi o degli oggetti spostati (anche qui spostati, non scomparsi, non credo che un’entità dematerializzi delle ciabatte), che altro è successo?

Ad ogni modo se tu non hai alcun sentore o alcuna sensazione particolare, ne negativa ne positiva, dovrebbe essere un buon segno: o non c’è alcuna entità, o non ti tange. Il fatto che tua madre senta negatività può dipendere da molte cose che esulano dall’eventuale entità.