Chiudi

Rispondi a: Tavola Ouija da soli….

#72669
Anonimo
Inattivo

Ecco, appunto MrKrueger, l’esempio che hai fatto del tuo amico calza proprio a pennello: a parte il fatto che non capisco perché abbiate dovuto “convincerlo” a fare qualcosa che non voleva; poi, come hai detto tu, lui già probabilmente non si accostava alla ouja perché in fondo la “temeva”, figuriamoci quando si è sentito “dire” (non si sa da chi) che correva un pericolo. Probabilmente, in quel momento ha riso ma inconsciamente si è comunque messo in uno stato d’animo negativo, di preoccupazione per se stesso, che ha favorito l’evento nefasto, ovvero l’incidente. Difatti, come certamente saprai, molto spesso noi finiamo proprio per “attirare” ciò che temiamo… Ciò rafforza la tesi degli effetti negativi che la suggestione legata alla ouja esercita sui più sensibili.

Per quanto mi riguarda, io non la “temo”, per il semplice fatto che non posso aver paura di qualcosa in cui non credo.E, comunque, come ho già detto, ritengo che dietro quest’oggetto vi sia un concetto di fondo sbagliato.

Non si capisce poi per quale motivo un presunto spirito che voleva “avvisarlo” non avrebbe dovuto dirgli: “Domani non prendere il motorino” anziché dirgli, molto genericamente, che “correva un pericolo”….

Io sarò anche inesperta e avrò “le idee confuse” come dici tu, ma non penso che sia giusto dire che chi la pensa diversamente da noi dovrebbe “resettare il cervello”, tu non credi? (abbi l’onestà intellettuale di ammettere che era esattamente questo il messaggio “tra le righe”). Un saluto