Chiudi

Rispondi a: Tavola Ouija da soli….

#72656
Anonimo
Inattivo
dany wrote:
Conclusione: per me, tarocchi, tavolette e pendolini sono inutili, perché tutto quello che ci “serve” per “aprirci” a nuove consapevolezze si trova già dentro noi stessi e – quando e se siamo pronti – ci si palesa in maniera spontanea, magari inaspettata, senza bisogno di “chiedere” e, soprattutto, senza bisogno di “intermediari”… che siano oggetti o “maestri”…

Dany, se esiste una tradizione esoterica ed iniziatica occidentale – lasciando stare quella orientale per il momento, altrimenti ci si aprirebbe un altro mondo, troppo vasto (per sua natura quindi “occulta”) avente come fine l’evoluzione spirituale dell’individuo, allora dobbiamo prenderne atto e considerare anche gli strumenti che essa ci offre, ed anche che certi individui possono essere inevitabilmente più avanti di noi in questo cammino, e pertanto, se onesti e sinceri, possiamo anche ammettere che possano essere nostri maestri. Non parlo di paranormale qua.

Ed è così in tutti i campi e le discipline, dall’arte alla scienza. “Con chi hai studiato pittura o pianoforte?” “Chi è stato il tuo maestro di Karate?” “Sei allieva dell’insigne premio Nobel?” etc. etc.”

Se invece sostieni che in campo spirituale non ci sono maestri e che lo sviluppo spirituale dell’individuo è cosa puramente personale, ben venga, la tua opinione èrispettabilissima, ma considera che anche aprendo un libro su questi argomenti ti poni inevitabilmente nella posizione di chi apprende qualcosa scritto da qualcun altro, quindi sei pur sempre, in senso lato, l’ “allieva” nei confronti di un “maestro”. Certo il rapporto è diverso ma la sostanza non è poi così diversa.

Saluti.