Chiudi

Rispondi a: La vita dopo la morte.

#72152
Anonimo
Inattivo
Nyma wrote:
roland wrote:
la mia idea,sperando vivamente di essere in errore,è che quando si muore,quello che siamo durante la vita,compresa la nostra personalità,i pensieri,probabilmente anche la coscienza di”essere”scompaiono con la morte del cervello,poichè è da lì che parte la nostra convinzione di esistere.

Anch’io tendo a pensarla così, e anch’io sarei felice di scoprire che mi sbaglio.

Detto questo, se vogliamo proprio parlare di vita dopo la morte in un senso scientifico, da ciò che ho letto in giro, è possibile. Il nostro corpo è formato da atomi e quando uno è morto da parecchio tempo è possibile che atomi che componevano il suo corpo ora formino il corpo di un altro essere vivente. Dentro di noi potrebbe esserci un atomo appartenuto a Leonardo da Vinci, per fare un esempio. Dunque quella parte di Leonardo da Vinci vive oggi in un’altra persona.

Tra l’altro, gli atomi costituiscono le molecole che sono alla base di tutte le strutture dell’uomo.
Credo che non esista molecola nell’organismo che fa parte di noi dalla nascita alla morte, anzi credo che ogni molecola venga assunta (o formata) ed escreta (o scissa) continuamente.
Questo per dire che magari atomi che hanno fatto parte di Da Vinci (per un periodo più o meno lungo) ci attraversano costantemente insieme a quelli di praticamente ogni altra persona e atomi che hanno fatto parte di noi in un qualunque momento della nostra vita possono ora far parte di qualcun altro.

Chissà, magari in questo momento nel corpo ho un atomo appartenuto a te Nyma (o viceversa).