Chiudi

Rispondi a: Sono pazza? Ho visto una persona svanire nel nulla.

Home Page Forum ESPERIENZE PERSONALI Parapsicologia Sono pazza? Ho visto una persona svanire nel nulla Rispondi a: Sono pazza? Ho visto una persona svanire nel nulla

#71805
Anonimo
Inattivo

scusatemi tanto, non sapevo bene cosa dover fare.
Ho 31 anni, credo che le cose un po’ strane siano iniziate durante la mia infanzia, nonostante non guardavo tv ne avevo telefoni e videogames spesso di notte avevo degli incubi terribili che si sono presentati già dall’età di 4-5 anni, persone decapitate, squartamenti, onde così alte da sovrastare un palazzo con migliaia di persone all’interno che fuggivano verso l’alto ma venivano inghiottite ed in ognuno di questi sogni io era come se fossi li, ma a parte il risveglio un pò impaurita non avevo alcuna conseguenza. Il primo sogno molto strano le feci su mio nonno, (da giovane gli diagnosticarono una malattia mentale ma dopo la mia nascita non so perché si dedicò in tutto e per tutto a me, la sua vita divenne in funzione della mia, passavamo insieme 24 ore al giorno ed ogni notte restava seduto accanto al mio letto fino a che non dormivo) subiva spesso operazioni alle gambe per via di una malattia ma ogni volta stava in ospedale due giorni e poi tornava, nulla di tragico. Poi una notte sognai lui sdraiato nel suo letto, intorno a lui solo tanta luce e tutto bianco e mia nonna al capezzale che piangeva, era morto. il giorno dopo doveva andare in ospedale e quella mattina corsi giù per le scale disperata, mi aggrappai alle sue gambe e lo supplicai di non andare dicendogli che questa volta non sarebbe più tornato da me, lui mi prendeva in giro e mi promise che sarebbe tornato il giorno dopo.
La sua morte venne catalogata come “morte bianca” dopo l’autopsia.
C’era un rapporto strettissimo tra di noi e ci misi tanto per superare la cosa, iniziai a frequentare brutte compagnie e bevevo parecchio, una notte lo sognai, eravamo tra due piscine, in mezzo un corridoio, i miei amici entravano nella piscina per giungere alla porta dalla parte opposta, alcuni uscivano, altri no, io stavo per entrare ma lui mi fermò e mi disse “quella è la strada che percorrono gli altri, non deve essere per forza anche la tua, non è per te, se entri non ne uscirai mai più, vieni qui” indicandomi la passerella al centro, io passai di li e quando mi voltai verso la piscina vidi che era piena di squali e pensai “sarei morta”.
Il giorno dopo mi sentii male bevendo troppo alcool e restai incosciente per quasi un’ora. Dal giorno dopo chiusi ogni rapporto con quelle persone e decisi di cambiare un po’ stile di vita.
Di sogni così ne ho avuti molti altri ma ce ne sono due che non dimenticherò mai perché sembravano così reali da avermi terrorizzata nonostante fossi già più che ventenne.
Sognai una bimba, sembrava una stracciona, cappellino di lana giacchetto stracciato, capelli biondo cenere tagliati a pezzi, dormivo su un letto a castello, sognai quella bimba davanti a me (sei o sette anni) i piedi sollevati da terra che mi fissava, non parlava, mi guardava solo ma sembrava così arrabbiata, aveva uno sguardo che mi fece rabbrividire. Sognai me stessa, nella mia camera, sul mio letto, sdraiata di lato con un braccio sotto la testa e davanti lei. Mi svegliai esattamente in quella posizione.
L’altro invece era molto simile ma fu ancor più realistico, avevo cambiato casa ed abitavo insieme ad una signora, avevo già 26 anni. Da una settimana sentivo di notte qualcuno entrare dalla porta della camera, avvicinarsi al letto, fermarsi e poi uscire. Un po’ l’intontimento del sonno un po’ la mia noncuranza di certe cose, pensai di averlo sognato o che la coinquilina entrasse in camera a riavviare il modem visto che si trovava proprio sul mio comodino. Un giorno mi chiamò per chiedermi come si riavviava ed io le risposi che era ridicola la domanda, lo aveva fatto così tante volte ma la sua risposta mi sconvolse, non era mai entrata in camera e non sapeva neanche come maneggiare quell’aggeggio.
Così cambiammo le serrature ma successe di nuovo, poi lei partì per le ferie e successe di nuovo. A quel punto avevo paura anche a girarmi e me ne restavo sotto le coperte dicendomi che era solo un impressione stupida.
Poi dopo due settimane sognai me stessa sul mio letto (era un letto matrimoniale ed io essendo un po’ tanto metodica dormivo sempre sulla destra con una fila di cuscini sulla sinistra).ero sulla destra, sdraiata come al solito, poi dalla porta entra un ombra, sembrava quasi gattonare o strisciare, si dirige ai piedi del letto ed inizia a tirare le coperte, sbucano due mani nere che sembrano avere unghie lunghe e squotono il letto, poi una figura bianca compare accanto a me, vedo il mio corpo che si alza leggermente e si sposta sulla desta, la figura bianca si stende sulla sinistra, al mio posto, il letto trema sempre più forte ed io guardo questa figura bianca che mi dice “stai tranquilla, vedi, ci sono io al tuo posto, non succederà nulla prenderà me non te, tu resta li ed andrò io” apro gli occhi spaventata. Mi guardo intorno e stavo dormendo nella parte sinistra del letto. Vi giuro che sembrava così reale quel tremolio che andai a cercare se ci fossero stati terremoti ma non trovai nulla.
Non so se sono cose che accadono a tutti o no, io superato il momento del “oddio cosa cavolo è successo” ho trovato delle spiegazioni logiche per queste cose. Questa volta io non so cosa pensare invece, ero sveglia e sono certa di cosa ho visto

Spero di non avervi tediato troppo ma credo sia la prima volta che racconto queste cose ad altri e forse un po’ mi sono anche liberata.