Chiudi

Rispondi a: presenza notturna femminile.

#71803
Anonimo
Inattivo

Il mondo dell’infanzia è densamente popolato di fate e gnomi… Con questi ci si può addentrare in un’area che sta a cavallo tra fantasia e realtà (una realtà ancora da “provare”). Infatti se secondo l’occultismo tradizionale l’esistenza degli gnomi è certa (considerati come “elementali”, cioè “spiriti degli elementi” con riferimento preciso alle favole di molti popoli), secondo certe acquisizioni della parapsicologia gli gnomi o elementali potrebbero essere la manifestazione abnorme di “entità spiritiche”, come del resto è già avvenuto in sedute medianiche storicamente accertate, oppure potrebbero consistere in proiezioni particolari, dalla vita breve, di immagini “covate” nella prima fantastica gioventù, ma anche in seguito, da soggetti sensitivi.

Per restare in zona napoletana, esiste tuttora una credenza popolare che si tramanda il nome di “o’munaciello”, il quale, vestito appunto da piccolo monaco con tanto di saio (ogni riferimento eventuale al saio dell’amico Valle è da considerarsi del tutto casuale), si aggirerebbe non visto nelle case (soprattutto antiche), lasciando doni anche in denaro agli abitanti, se essi riscuotono la sua simpatia, o facendo altrimenti scherzi poco piacevoli.
Un saluto