Chiudi

Rispondi a: La liquefazione del sangue di San Gennaro.

#71380
Anonimo
Inattivo

Per quanto ne so in realtà penso:

Intanto non direi che la spettroscopia abbia dimostrato che dentro l’ampolla ci sia sangue: ha dimostrato che dentro l’ampolla c’è una sostanza che ha lo stesso comportamento dell’emoglobina (insieme a diversi altri pigmenti rossi… Quindi la certezza non direi che ci sia)… Studi tra l’altro non pubblicati su riviste scientifiche mi risulta, il che non depone molto a favore.
In secondo luogo ci sono stati esperimenti con altre sostanze che si comportano in modo molto simile al “sangue”… Certamente più di quanto farebbe del sangue normale. Quindi anche qui sembrerebbe esserci una spiegazione migliore.

In sostanza, ognuno può pensare quello che vuole.
Ma almeno fino alla prova “provata” del contenuto, dentro quell’ampolla ci può essere con la tessa probabilità il sangue di San Gennaro, di Giovannino da Norcia, di due pecore o qualche preparato alchemico (anzi questo con qualche probabilità in più).
Tutte le ipotesi sono buone.
Alla fine la fede si basa sempre su questo: facciamo finta che X (scritto, miracolo, visione ecc) sia vero… E da li ognuno trae le proprie conclusioni.
Mettere la fede sotto la lente d’ingrandimento della scienza è semplicemente un controsenso.