Chiudi

Rispondi a: Orologi che si fermano, si rompono, o non funzionano.

#71316
Anonimo
Inattivo
KitCarson1971 wrote:
Ciao Stefano, belle domande…. Orologi che si fermano al momento di un decesso. Perchè?? é successo anche a distanza. Spesso infatti l’orologio che si ferma, al momento esatto della sua dipartita, apparteneva al morente o da questi era stato regalato. Spiegazioni certe non ve ne sono. Si potrebbe comunque avanzare l’ipotesi che come più o meno inconsciamente noi sentiamo i battiti del nostro cuore (60/70 pulsazioni al minuto) scandiamo il tempo della nostra vita, forse noi facciamo un perenne parallelismo (sempre a livello inconscio) fra lo scandire dei battiti del cuore e quello dei secondi dell’orologio.

E’ interessante pensare che questo parallelismo, che dura tutta una vita (l’orologio è uno dei primi oggetti che ci mettiamo al mattino, e forse l’ultimo che ci togliamo prima di dormire…), possa culminare nella crisi della morte con una manifestazione psicocinetica, quando uno dei due battiti (quello del cuore) viene a cessare. Noir e romantico nello stesso tempo. D’altra parte, anche nella letteratura e nell’arte, il fluire del tempo porta ad un naturale parallelo col fluire della vita.
Un saluto :thumright:

Grazie 1000, condivido… Ma se parlassimo di orologi da tavolo mai portati al polso da nessuno??? Che si fermano a migliaia di chilometri di distanza?
La teoria battito del cuore spostamento delle lancette non mi risulta più così logica come nei casi da te esposti… Un saluto Grazie.