Chiudi

Rispondi a: Come registrare EVP??.

#70860
Anonimo
Inattivo

Vedete, secondo il mio punto di vista non è tanto se una cosa sia teoricamente possibile oppure no. Il punto dal quale bisognerebbe partire è “perché” dovrebbe verificarsi una cosa simile e “chi ha ideato questo meccanismo”?
Con queste domande è più facile farsi un’opinione sull’argomento. Ed in questo caso le risposte sono che il meccanismo è stato ideato da qualcuno che ha costruito questo strumento ed ha deciso di chiamarlo “spirit box” senza che ci fosse alcun motivo al mondo per fare un’ipotesi di una comunicazione complessa di questo tipo.

Certo che se volessimo immaginare un modo in cui tale comunicazione possa avvenire, pur con tutte le difficoltà tecniche, allora un sostenitore dello spirit box potrebbe rispondere a Emiliano dicendo: “l’uomo o la macchina non possono sapere quale sequenza di salti nelle frequenze radio lo spirito utilizzerà per comunicare, però lo spirito è in grado di influenzare lo spirit box stesso e la sua tecnologia, forzando la scansione nel modo in cui gli torna più utile.”
Oppure si può affermare che lo spirito conosca in anticipo le trasmissioni radio e possa pianificare il tutto. Insomma si può inventare qualunque follia, se si vuole.

Se cerchiamo di proseguire sulla via del “perché” ci rendiamo conto che il “perché” più semplice sta in realtà nella convenienza dell’inventore dello spirit box, nell’aver trovato uno stratagemma per captare messaggi il più possibile ambigui e quindi passibili di essere interpretati in vari modi. Questo perché i messaggi non sono frutto di una comunicazione radio completa e coerente, come una stazione di boadcasting commerciale, ma sono composti a casaccio prendendo pezzi qua e là.

Se la mettiamo sul piano di “gli spiriti hanno la capacità ed il potere di indirizzare le scansioni nella sequenza giusta per…”, allora potrei anch’io inventare uno strumento simile.
Per esempio potrei fare un programma per computer che pesca parole sulla base, non so, dei movimenti del mouse dell’utente: con un algoritmo che parte dalla posizione del mouse e poi applica dei calcoli per tradurli in lettere e poi adattarli a parole simili prese dal vocabolario e pretendere che gli spiriti siano in grado di vedere i movimenti del mio mouse e influenzarne lo spostamento per comporre le parole giuste. Vedete quanto spazio c’è per discorsi di questo genere?
Anzi, adesso che l’ho pensato, quasi quasi ci provo davvero a farlo, un programma simile. Vi assicuro che nell’uso potreste trovare un senso alle parole e frasi sconnesse che verranno fuori.