Chiudi

Rispondi a: Esistenza Di Un Dio Che Non Riesce a Comunicare Con L’ uomo.

#70774
Anonimo
Inattivo

Un problema è che in un utopistico mondo in cui – per grazia divina – i timorati di dio e le brave persone non finissero sotto i ponti, o non morissero per una assurda casualità o per un brutto male, ma solo di vecchiaia in vetusta età, in questo mondo cioè in cui i mali grossi non esistessero, una caduta accidentale, la puntura di un’ape, o un piccolo torto subito sarebbero motivo di sconforto e sufficiente per molti di noi per prendersela con Dio, i quali non sopporterebbero queste “brutte cose”, non conoscendone appunto di peggiori (come quelle che capitano nel mondo attuale). Pertanto il nostro rapporto con Dio non sarebbe migliore.

Il mondo, così com’è, è terribilmente imperfetto, sta a noi, se vogliamo e se riusciamo, cercare un rapporto con Dio — nonostante tutto il male e l’imperfezione e tutto quello che consideriamo ingiustizie.