Chiudi

Rispondi a: Esistenza Di Un Dio Che Non Riesce a Comunicare Con L’ uomo.

#70729
Anonimo
Inattivo

Personalmente mi sembra evidente che, come già detto in altri post, il dio a noi raccontato è il racconto di uomini. Avete detto “perché Dio avrebbe fatto questo?”, “perché Dio avrebbe fatto quello?”. Si è già discusso della sua “bipolarità”, sulla perplessità delle sue contraddizioni; come è possibile che nel Vecchio Testamento avrebbe fatto certe cose, un Dio severo e giustizialista, mentre nel Nuovo ne avrebbe fatte altre, come entità misericordiosa. Anche questo dovrebbe far nascere domande su perché ha fatto una cosa per poi farne un’altra ideologicamente così distante. Il punto è sempre quello, il fatto che la “storia” è scritta dagli uomini e a mio avviso quando c’era necessità di raggruppare le genti serviva ordine e disciplina (e paura), una volta raggruppati serviva speranza, forza e misericordia per costruire tutto ciò che è stato costruito.

Io nelle mie due parabole ho portato Dio. Il credente ci vede un’entità quasi fisica, io ci vedo un’ideale. Alla prima si possono porre le domande di Qsoll, “perché avrebbe fatto questa cosa?”. Ma la domanda non si può porre ad un’ideale. :) Dunque a quelle domande lascio rispondere a chi vede la prima cosa, esempio Orazio.