Chiudi

Rispondi a: Esperimento di parapsicologia del pensiero.

#70205
Anonimo
Inattivo

Questi esperimenti sono molto difficili da attuare, sono d’accordo con Quandosioscuralaluna sul fatto che “la telepatia è una cosa veloce, o ce l’ hai o non ce l ‘hai”, ma forse sarebbe meglio dire che tutti noi siamo potenzialmente telepatici, la differenza sta nel grado di evoluzione di tale facoltà. Ovvio che per due o più soggetti che hanno questa peculiarità più evoluta il compito è agevolato…un po’ come l’ attenzione di cui parlo sempre, non tutti abbiamo lo stesso grado di concentrazione, ma lavorandoci su si ottengono buoni risultati. Anche per me è la prima volta che mi cimento, nella mia vita ho avuto a che fare con individui con i quali riuscivo a comunicare senza parlare, era un’ intesa cerebrale che ci accomunava…oggi sto riscontrando che di questi individui ce ne sono davvero pochissimi in proporzione. La visualizzazione e la localizzazione di un soggetto, e degli elementi che costituiscono l’ ambiente che lo circonda, è ben diversa della vera e propria comunicazione telepatica, ma se si riesce a combinare entrambi che ben venga. La telepatia non è interlocuzione verbale, anche se alcuni impulsi, alcune onde, possono venire trasdotte in frasi o parole a noi già familiari…quello che voglio dire è che teoricamente possiamo interagire mentalmente anche con soggetti di lingua e cultura diverse dalle nostre, perché la vera telepatia non è parola, ma trasmissione di intenzioni e sentimenti intrinsecamente radicati nella nostra natura.