Chiudi

Rispondi a: esperienza personale.

#70106
Anonimo
Inattivo
dany wrote:
Quandosioscuralaluna

Credo che quel signore fosse tanto affezionato a quella casa perché ci aveva vissuto e cresciuto i figli per molti anni e quindi immagino che ad essa collegasse tanti piacevoli ricordi. Del resto un po’ tutte le persone anziane sono affezionate alla loro casa…
Poi devo dirti la verità: quando ripenso all’episodio, io non penso che se (e sottolineo “se”), “lui” sia passato di lì lo abbia fatto come forma di “protesta” oppure che fosse intrappolato. Non so io immagino più che ci sia passato un’ultima volta ma che di me non gliene fregasse niente, che forse di me neppure si sia “accorto”…
Che intendi quando dici “una presenza collegata al signore e non il signore in sé. Può essere qualsiasi cosa, anche un sentimento”. Te lo chiedo perché in quella casa mi sono successe anche altre cose, seppur di minore entità.

Per ” presenza collegata al signore ” intendo che forse questo anziano era legato alla casa, oltre ai scontati motivi familiari, anche per una sorta di attrazione spirituale d’interazione con una forma di energia presente in quella casa da parecchio tempo. Infatti non sappiamo se costui avesse percepito o meno, assistito o meno a fenomeni di natura fuori norma.
La mia sensazione è che durante il trapasso del signore, l’energia presente in quella casa, abbia semplicemente dato modo di esprimere un forte dispiacere.
Oppure qui siamo di fronte a fenomeni poltergeist, prodotti da te stessa.