Chiudi

Rispondi a: In modo ricorrente sento un peso su di me in piena notte.

#67349
Anonimo
Inattivo
ParanormalStudio Emiliano wrote:
Perché il fatto che ti capita spesso dovrebbe indirizzarti al fenomeno paranormale ed allontanarti da quello patologico? Che comunque non è un disturbo che indica una sofferenza fisica sia chiaro.

Perché ritengo che anche la frequenza di un fenomeno investe un ruolo importante….potrebbe essere perfettamente il contrario ma qui entra in scena la propensione dell’individuo ad indirizzare, fermo restando che potrei sbagliarmi… e anche di grosso. In ogni modo anche le “patologie dell’ anima” non comportano necessariamente malesseri fisici.

ParanormalStudio Emiliano wrote:
Io ti capisco seppur non condivido, dici che vivi la cosa in maniera lucia e sei certo non si tratta della tua mente addormentata… ma un’illusione è tale proprio perché chi la vive è certo che sia reale. E’ nella prerogativa dell’illusione sembrare in tutto e per tutto reale in modo da non essere distinguibile. E non mi stupisce che questo ti porti poi anche in una situazione di suggestione tale da sentire che c’è molto di più sopra, intorno e dentro di te.

Mi vedi concorde solo in parte su questo. Se così fosse, tutti quelli interessati non avremmo più la consapevolezza di noi stessi e perderemmo il senso della realtà oltre quello della ragione. Non è una questione decisionale: se dico di essere desto sono desto, e non può essere il contrario. Prova a pensare per un attimo se questo accadesse mentre uno guida o è al lavoro! la linea tra realtà e sogno è sottile, si sa, ma cè. Passa invece il fatto della suggestione che amplifica di molto l’ evento, ma anche qui cè un ma, e bisognerebbe ragionarci più approfonditamente.

ParanormalStudio Emiliano wrote:
Comunque sia chiaro che sebbene a mio parere è la spiegazione più probabile del tutto, non sto certo dicendo che è “di sicuro” così. Di prove a sostegno del mio pensiero non ne ho e credo non c’è modo di poterne avere mai :)

Ecco, invece la tua di propensione è quella di credere probabile la spiegazione patologica… e la rispetto. Ma tranquillo, neanche io ho prove inconfutabili del mio di pensiero.