Chiudi

Rispondi a: Un amico satanista.

#65871
Anonimo
Inattivo

Diciamo che il veemente anti-cristianesimo di Crowley, (considera anche che si parla della fine dell’800 e della prima metà del ‘900….), unito all’immagine di sè che amava coltivare, unito alle pratiche scandalose di magia sessuale, hanno probabilmente creato il mito del Crowley satanista… in realtà a parte forse qualche verso nelle sue opere e nei suoi diari, scritti con ogni probabilità sotto l’influenza di sostanze stupefacenti (Crowley fu dipendente dall’eroina, dalla cocaina e dalla morfina per buona parte della sua vita) non c’è molto di “satanico” in Crowley, se non forse, in senso lato, il rifiuto del Cristianesimo, gli eccessi e la sua vita sregolata, ma anche unica e per certi versi irripetibile…. chiudo qua perchè non è mia intenzione scrivere un trattato su Crowley, già ce ne sono a dozzine…. Ciao