Chiudi

Rispondi a: Un amico satanista.

#65540
Anonimo
Inattivo

Quello che non comprendo, in ultima analisi, di queste persone, (perchè sicuramente ce ne sono), è a quali giovamenti porti (o debbano portare, secondo lui) questo culto a Satana, se, come dici tu, l’amico in questione possiede già tutte le qualità desiderabili: intelligenza, bontà, comprensione, principi morali, etc. etc. Forse sono queste un dono di Satana, nemico e oppositore del Dio castigatore della Bibbia? Ma mi sembra che esistano anche dei Cristiani che sono belli, bravi, intelligenti, di solidi principi morali, etc. etc. Quindi?

Inoltre, se crede al Satana della Bibbia, deve inevitabilmente credere al (pur se non nutrendo fede nel) Dio della Bibbia, e al racconto della Bibbia… e quindi è condannato all’inferno e inoltre alla fine Satana perde la battaglia finale, sempre secondo la Bibbia.

Quindi posso apprezzare paradossalmente chi idealizza Satana perchè è un ribelle, originale, anticonformista, etc. etc. ma come figura *ideale* e *filosofica*, ma se la mettiamo invece sul culto e sulla fede vera e propria, con tanto di riti e cerimonie, (per quanto legali, “senza far male a nessuno” etc. etc.) non vi seguo più….