Chiudi

Rispondi a: Un amico satanista.

#65503
Anonimo
Inattivo

Lungi da me Valle ‘pubblicizzare’ il satanismo né cercare di convincere chicchessia….
Volevo solamente dire che non bisogna giudicare dalle apparenze. Ho citato esempio Jennifer Crepuscolo che è la fondatrice dei satanisti spirituali e pur non condividendo nessuno dei suoi ragionamenti od ideali,come già spiegato, riesce nella sua contraddizione a dire il giusto. Esempio in un articolo lessi una sua aperta critica e condanna per “le bestie di satana” che sotto l’influsso di droga e problemi vari hanno inneggiato a satana, e questo non è il vero culto e lo chiamo ‘culto’ cercando di entrare nella loro ottica. Anche se è pur vero che Satana viene raffigurato come il distruttore si legga la bibbia cristiana.
Di tutti gli omicidi, violenze immani, e di tutto il sangue innocente ne è responsabile Dio, secondo la bibbia ovviamente (interpretazione comoda teologica a parte) non satana che sembra avere solo il ruolo di tentatore.
Si legga in particolare la tentazione di Giobbe. Il diavolo chiese permesso a dio di tentarlo, e la sua ‘preghiera’ fu prontamente esaudita.
E non è il primo caso. Ve ne sono innumerevoli dove dio stesso comanda al demonio di agire.
Un dio così non risulta certamente simpatico ai satanisti e perfino ai credenti che si lamentano spesso di questa sua divina ambiguità.
“Mio figlio ha il cancro, ho chiesto a dio di guarirlo ma non sono stata esaudita. Forse dio vuole saggiare la mia fedeltà e la mia fede, si faccia secondo la sua volontà”
E poi arriva satana che chiede di poter tentare e dio lo ascolta come niente fosse esasperando ancor di più la creatura nel dolore.
In questo caso a me il vero male pare dio stesso per questo preferisco restare sulla linea atea…e in un certo qual senso riesco a capire l’ottica dei satanisti spirituali, almeno in superficie.