Close

Rispondi a: Esperienze di trapassi.

#63820
Anonimo
Inattivo

Purtroppo mia madre è mancata qualche anno fa, come forse avevo già detto nel forum. Aveva un cancro ai polmoni, gli ultimi giorni li ha passati in casa, imbottita di morfina. Una pena che purtroppo vivono in molti. Uno degli ultimi giorni che era cosciente ci aveva detto di aver visto un prato verde, enorme, al posto della parete che le si parava davanti (tinteggiata bianca, quindi di un colore diverso da quello descritto).
Qualche giorno dopo, prima di entrare in stato comatoso, faceva dei sogni agitati, in cui riceveva la visita di suo padre e di altri parenti che le dicevano cose… Una volta mi sono sentito chiamare, sono andato nella sua stanza e le ho chiesto se avesse bisogno di qualcosa… Muoveva la testa durante il sogno, faceva una smorfia, è come se stesse ricevendo “informazioni” su di me, almeno questo mi pare di aver capito… Mentre le “riceveva” (biascicava nel sonno) sembrava turbata, ma appena ha aperto gli occhi e mi ha visto ha avuto un’espressione molto serena, insolita in quei giorni così terribili.
L’ultimo sogno/visione che ci ha raccontato riguardava una linea tracciata sul terreno, lei avrebbe voluto varcarla ma non ci riusciva ancora… Dopo poco perse conoscenza, per non riprenderla mai più. Ora, molto o tutto può dipendere dagli antidolorifici a base di morfina e dalla reazione della psiche di fronte al terribile male che non dà scampo… Ma forse qualcosa di più sottile può esistere.
Sono ricordi dolorosi, ma sono felice di scambiarli con voi, se possono servire a comprendere qualcosa sul momento più delicato che ci troviamo ad affrontare come esseri umani.