Chiudi

Rispondi a: Considerazioni sulla morte.

#63744
Anonimo
Inattivo

@ Eterea

…Lo so che comprendi,hai già “intuito”da tempo che le “risposte”sono in noi e non all’esterno di noi.
E’ saggio non esporre le proprie intuizioni e deduzioni,anche perchè fanno parte della nostra sfera più intima,sono il frutto delle nostre meditazioni,sono il tramite con la nostra Essenza più importante,che non è certamente il piccolo e limitato ego mortale.

L’Anima non “muore”mai Eterea;spesso invece la Sua Voce è soffocata,ammutolita dall’arroganza dell’ego e dall’egoismo…
L’Anima però continua incessantemente nel suo naturale ed inevitabile intento di abbattere la barriera dell’ego,e prima o poi,in questa vita o in un’altra,avverrà il “contatto”con la mente cosciente,portando in manifestazione tutte le prerogative e qualità di un Ego Immortale.

Certamente dobbiamo fronteggiare la vita fisica,con i suoi impegni,i nostri doveri,le nostre aspirazioni e delusioni,gioie e sofferenze,speranze e preoccupazioni,malattie e salute…Ma noi non siamo questo corpo.
Più radioso del Sole
più puro della neve,
più sottile dell’etere
è il Sè,lo Spirito entro di me.