Chiudi

Rispondi a: Catalizzatore medianico o porta medianica, la mia esperienza..

#63173
Anonimo
Inattivo

Vedi, Quandosioscuralaluna,

si incontra molto spesso l’affermazione per cui il paranormale non debba e non possa essere esaminato in modo “scientifico” e quindi non abbia nulla a che fare con esperimenti, prove, ecc, ma sia qualcosa che si vive esclusivamente sul piano spirituale. L’affermazione potrebbe starmi anche bene se stessi parlando di meditazione, filosofia, ricerca di significati soggettivi. In quel campo ciò che è buono, utile e vero per te, lo è per te, e non ha bisogno di conferme o smentite da parte di nessuno.
Il problema è che quando si parla di PARANORMALE si intende qualcosa di diverso, e cioè:

la produzione o il verificarsi spontaneo di fenomeni osservabili da chiunque (e non solo dal soggetto protagonista dell’esperienza) che non sono spiegabili attraverso le leggi della fisica attualmente conosciute.

Questo implica due cose importanti: 1) che non si parli di un’esperienza esclusivamente spirituale/mistica/interiore, perché questa non ha significato universale e soprattutto le esperienze interiori non devono seguire alcuna legge scientifica conosciuta.
2) bisogna sottolineare legge attualmente conosciuta dalla scienza: il che significa che è assolutamente possibile che esistano fenomeni attualmente inspiegabili, ma che questi siano assolutamente naturali sebbene rari. In questo significherebbe soltanto che esiste in natura un certo fenomeno, ma che della sua spiegazione o addirittura della sua esistenza la scienza sia ancora all’oscuro perché non è possibile osservarlo “alla bisogna” e non è riproducibile a volontà.

Questo però non ci permette di dire che il paranormale riguarda soltanto lo spirito e la soggettività. Altrimenti, scusate il gioco di parole, non ci sarebbe nessun paranormale da spiegare. Nello spirito, nella riflessione, nella ricerca di significati, tutto è vero e possibile, e non c’è bisogno di accertare nulla.

Facciamo un esempio di fenomeno paranormale, per intenderci: la legge di gravitazione universale implica che un oggetto dotato di massa, se lasciato libero di muoversi e non soggetto a forze e resistenze contrarie, cadrà verso il centro della terra.
Allora una mongolfiera è un oggetto di tipo paranormale? Certamente no, e la scienza ci sa spiegare il perché.
Un santone indiano che sia in grado di levitare a mezz’aria senza trucco e senza inganno è un fenomeno paranormale?
Certamente sì, se è davvero in grado di farlo e non è un trucco da baraccone.

Ho fatto degli esempi banali, ma è per intenderci sulla differenza tra elementi puramente soggettivi/interiori e elementi osservabili/verificabili.