Chiudi

Rispondi a: Esperienza con tavola ouija.

#62836
Anonimo
Inattivo

Sono propenso a credere che il cambiamento di atteggiamento della tua amica nei tuoi confronti sia stato innescato dall’avere intuito i tuoi sentimenti nei suoi confronti ancora prima che tu li esplicitassi, infatti il cambiamento è iniziato prima della rivelazione.
Ci sono persone, neanche poche, per la verità, che non riescono a mantenere un rapporto naturale se non corrispondono gli intenti dell’altro. È anche comprensibile la difficoltà nel provarci, e quindi preferiscono troncare il rapporto. È una cosa molto brutta per chi sta nei panni del respinto, ovviamente.
Per quanto riguarda l’ossessione per la ouija, sono dell’idea che quasi sempre i problemi siano una causa del suo uso, non una conseguenza. Chi si avvicina a queste pratiche, se non lo fa per pura curiosità (e anche questa situazione non è scevra di rischi per i motivi spiegati da Emiliano), spesso lo fa perché ha bisogno di trovare qualcosa, delle risposte, delle soluzioni a volte a problemi non facilmente risolvibili. Ed ecco che diventa più appetibile l’idea di rivolgersi all’occulto, ad un mondo di infinite potenziali possibilità, forse miracolose, piuttosto che dover affrontare una realtà dura.
È pericoloso tutto questo? Certamente sì. Come è pericoloso trovare la soluzione attaccandosi ad una bottiglia, o andandosi a drogare. Il rischio è l’alienazione.

Inviato dal mio SM-G900F utilizzando Tapatalk