Chiudi

Rispondi a: Misteriosa creatura: forse una fata?.

#62727
Anonimo
Inattivo

Vi è poco da pensare di fronte a chi, per gioco o per bigottesimo, crede che un’anima sia composta da un corpo grezzo fatto di atomi e cellule, di carne e osso.

L’anima, purtroppo per lo scettico e anche per il monoteista che prega ossa, sassi, templi e chiese indorate da vernici e statue immobili, purtroppo dicevo l’anima è mente e pensiero, e altro tipo di forma e corpo e sostanza la compone:
non certo l’atomo e il neutrone :)

Chi Trapassa, poichè vera morte mai esiste e mai fù inventata da qualcuno se non nella fantasia di qualche “credente a ossa, papà padrone”, chi trapassa dicevo, da questo a altri piani – dimensioni – mondi e universi, risorgerà in base ai suoi meriti e demeriti, ai suoi buoni e cattivi propositi e pensamenti .. dove gli spetta, gli compete e quegli che vi abitano o gli sono affini o lui ne accetta “il caloroso invito” (a volte ingannevole).

Cosi sappiamo da cinquantamila anni o forse più, che coesistono quasi – infiniti universi paralleli, che oggi ben dimostrano anche i cari scienziati e ultimi Nobel, avendo “surclassato” le nobili e retrograde avvertenze e dogmi dei Baronati Statici di scienza, a loro precedenti (1800 – 1900 .. ecc..).

Cosi è ben risaputo che quelal che è chiamato Materia, tale non è ma chiamasi Vibrazione.

In base a frequenza vibratoria ondulatoria (ad esempio il fotone luce che neppure particella è, in sua radice esaminata), si è scoperto e convenuto che in ogni piano quasi infiniti universi paralleli stanno e vibrano, ma “che in alcuni punti sfregano e si toccano”, e ciò ne è canale di contatto .. e movimento e scambio.

Si è quindi affermato, sin da tempi a noi remoti, che vi siano circa 7 PIANI SOPRA in mezzo l’astrale Terra, quasi come un sipario e terreno di prova “fisica in un fisico a 6 sensi”, e ben 7 PIANI SOTTO all’inframezzo.

In tali piani non è possibile portare il CORPO come erratamente e per creare paura nei popoli e falsa attesa, disse qualche prete nel 800 DC a un suo qualche Concilio, e nemmeno come ripetè a “pappagallo” qualche altro santone medio e oreintale nei suoi deserti come nelle sue regge dorate, no, cosi non è.

In altri piani della Ruota della Vita Relativa (ruota che inizia, gira, finisce e poi ricomincia) si porta solo l’anima e il pensiero proprio, evoluto o involuto che esso sia.
In base a volontà e Qualità Interna emancipata (o al suo contrario disgregata), del singolo “animo”, egli-costui avrà forma gradevole o sgradevole, bella o brutta, benevola o mista di bene e non bene nel suo pensare e fare, oppure sarà preda di odio e pazzia e apparirà con forma bruta e anche cornuta o mista uomo e animale.

Chi avra qualità e volontà di risorgere con l’animo e pesniero proprio individualistico come signore tra i sognori della terra, delle acque, dell’aria o della fiamma, là tra costoro andarà a rinascere risorgendo e apparendo, essendo bene o male accolto da quelle persone che “proprio là volettero andare e vivere”.

Un fata quindi come anche ciò che viene volgarmente indicato come “folletto” (Signore della Terra), sono individui come noi, ma costoro, avendo rinunciato all’attrazione perversa del Vil Danaro e del Vile sesso profano (sesso meccanico senza affetto ne bene), costoro dicevo, là, per molti secoli vivranno, in ambiente e stanze a lor più affini.

Ossa non hanno ne fate ne gnomi, e nessun corpo materiale atomico risogerà dalle ceneri, essendo detto che l’Uomo polvere era e polvere torna, ma .. c’è un paricolare che fù e vien ancora mascherato dal Demiurgo:
Che ciò che stà dentro a ogni vivente non potrà ne esser ucciso ne essere da alcun mai veramente giudicato.