Chiudi

Rispondi a: Il caso della famiglia Ammons.

#61514
Anonimo
Inattivo

Ho ascoltato il podcast della trasmissione, interessante…. per quanto riguarda però la nota trasmissione di Zak Begans, concordo con ciò che dice Emiliano. Ho guardato diverse puntate di “Ghost Adventures” e non ho mai visto una, che sia una, prova video o audio convincente. L’unica cosa che si vede sono questi tizi che corrono di qua e di là con le videocamere ad infrarossi, riprendendo immagini confuse, sobbalzando ad ogni ombra e spalancando gli occhi (resi ancora più inquietanti dalle immagini all’infrarosso) ad ogni fruscio.
Su Wikipedia Begans è catalogato come “regista, scrittore e produttore esecutivo”, tre parole che fanno rima con fantasia, invenzione e denaro.